2009 World Championships: Giovedì Blog

Posted in Event Coverage on November 22, 2009

By Wizards of the Coast

INDICE

BLOG

Saturday, November 21: 10.13 a.m. – Extended Qualifier (con decklist dei top8 dentro!)

by Andrea Vitali

Mentre al piano inferiore i giocatori lottano per guadagnarsi un posto nei Top 8 dei mondiali, al piano superiore 207 giocatori si sono sfidati per aggiudicarsi la qualficazione al Pro Tour San Juan della prossima estate. Dopo diverse ore di gioco abbiamo le liste dei Top 8, che sicuramente faranno gola ai Pro Player, che domani dovranno affrontare la loro ultima fatica... la porzione di Extended.

Tezzeret and friends.Francesco BardiAndrea Giarola

Jorge Rodriguez

Andrea Giarola

Pinazo Jorge

Cano Vega

Marco Trani

Francesco Bardi

Paolo Bini

Francesco Cielo

 

top 8 bracket

Quaterfinals

Jorge Rodriguez (Dredge)

Paolo Bini (Doran)

Marco Trani (Scapeshift)

Andrea Giarola (Thopter Combo)

Cano Vega (Affinity)

Francesco Bardi (Zoo)

Francesco Cielo (All-in Red)

Pinazo Jorge (Scapeshift)

Semi-finals

Paolo Bini (Doran)

Andrea Giarola (Thopter Combo)

Francesco Cielo (All-in Red)

Francesco Bardi (Zoo)

Finals

Andrea Giarola (Thopter Combo)

Francesco Bardi (Zoo)

Champion

Andrea Giarola (Thopter Combo)

Feature Match Team Round 3 – Italia vs Bulgaria

by Andrea Vitali e Bruno Panara

Un deludente 30esimo posto, che non lascia speranze alla nostra nazionale di qualificarsi in posizioni di prestigio, a meno di miracoli clamorosi, come la discesa di Akroma, o un passeggiata a braccetto con Silvos nel Palazzo dei Congressi. E’ importante però che i nostri ragazzi ce la mettano tutta per difendere almeno l’onore e fare quanti più punti possibile tra i due round di team e i sei turni di extended previsti nella giornata di oggi.

Extended - Samuele Estratti

Mano complicata per Samuele che però tiene con la possibilità di fare Blood Moon o Deus of Calamity di primo. Quando l’avversario parte Steam Vents, Ponder , sospendo Lotus Bloom, Estratti decide di passare al piano ciccioni, calando il 6/6. Al primo attacco però viene rimbalzato con Echoing Truth. Due Montagne e un Rite of Flame dopo il 6/6 prova a rientrare ma c’è Remand, stessa sorte per Magus of the Moon il turno dopo, e arriva anche il terzo Remand in tre turni quando Estratti rimuove due Simian Spirit Guide per provare Deus per la terza volta. Samuele si lamenta del matchup con storm, ma anche dell’ottima pescata del suo avversario.

Il bulgaro pesca un po’ nel suo turno, ma non ha abbastanza care per partire, Estratti riesce finalmente a risolvere il suo Deus of Calamity, ma scuote la testa e capisce che ormai la partita è compromessa. Dragonstorm da due trova due Bogardan Hellkite che uccidono il mostro verde/rosso e in due turni anche il suo controllore.

Mulligan per entrambi, e coraggiosamente Samuele tiene solo con un Chrome Mox, un Rite of Flame, Seething Song Demigod of Revenge e due Blood Moon. Passa il suo primo turno, ma al secondo pesca Mountain e riesce a giocare l’avatar volante. Ovviamente dall’altra parte c’è l’Echoing Truth, e due turni dopo il Remand. A quel punto manca poco e quando l’avvesario gioca Dragonstorm da 4 è finita.

Italia 0 - Bulgaria 1

Legacy - Marco Monetto

Mulligan per l’avversario, e Marco è contento della sua mano. Aether Aether Vial di primo, ma un Thoughtseize del suo avversario gli fa scartare Cursecatcher. Parte l’aggressione con Silvergill Adept, ma il suo avversario non fa altro che giocare terre e Entomb, manipolando ogni tanto con Brainstorm. Accellera il mazzo tritoni con Lord of Atlantis, e lascia un turno di vita al suo avversario, a cui mancava però un pezzo per rianimare. Deep Analysis prova a trovarlo, ma quando fallisce concede e passa alla seconda.

Aether Aether Vial di primo ancora per Marco, e sempre un Thoughtseize dall’altra parte che rimuove Cursecatcher. Al secondo segnalino l’artefatto fa scendere Lord of Atlantis e inizia la race. L’avversario Entomba, e quando Monetto prova Standstill il turno successivo risponde con Force of Will rimuovendo Pact of Negation. Una Vendillion Clique vede Necropotence mancy, Body Snatcher e Footsteps of Goryo, ma non servono a niente perchè il turno successivo arriva Relic of Progenitus e l’Italia porta a casa una partita.

Italia 1 - Bulgaria 1

Standard - il campione italiano Luca Ravagli con Boros gioca contro Peter con Jund

Luca va di Goblin Guide , che rivela una Verdant Catacomb, lasciando sciandogli sfuggire “Ecco il mio Goblin Guide Ancestrall per l’avversario!” E in effetti la carta rivelata il turno successivo è una montagna... ma intanto l’opponent scende a 16 e si trova a dover fronteggiare anche un geopode, che viene rimosso proprio da luca con un Path to Exile , quando Peter prova un Terminate ... tutto ciò per guadagnare una pianura. “E’ il momento di Blightning ?” chiede Luca quando gli viene chiesto quante carte ha in mano.... no è il momento di un Sprouting Thrynax, che però resta a guardare il Kor Skyfisher che dall’alto del cielo continua a prosciugare punti vita... fino a che un pulse non lo toglie di mezzo... Anche il produttore di token viene messo fuori da un path. E le guide, diventate due, nel frattempo si trasformano in un Tidings... fino ad ora in 5 attacchi hanno regalato 4 terre al bulgaro. Che però in mano ne ha altrettante, e non può nulla davanti all’orda di pupazzetti del nostro campione (Che come alsolito canticchia motivetti improbabili, e fa rumori da pupazzo dei cartoni animati!). Si va alla seconda.

Luca mulliga a 6 ma parte per primo di lince. L’avversario mette un Putrid Leech a sua difesa, che viene mandato in esilio... Come il collega thrynax. Il felino intanto porta Peter a 16, che con 6 terre in gioco, gioca Bloodbraid Elf (che rivela un Maelstrom Pulse , che termina la lince) e un secondo Putrid Leech . Luca si riempie la mano con non con uno, ma con due Ranger of Eos , ma la situazione non sembra delle più rosee. Infatti un Bituminous Blast , rivela un Lightning Bolt , portandosi via tutti i ranger in un sol colpo. un secondo bolt uccide la lince.... COLPO DI SCENA!!!!!!!! al tavolo 30 entra in gioco BATMAN!!!! Una vera creatura da Jund ...il Vampire Nighthawk ... ora capiamo perchè i nostri avversari sono così bassi in classifica. Nonostante ciò si va alla terza!

Luca tiene una mano un pò discutibile, con sole rimozioni... e il Kor Skyfisher , che si manifesta alla pescata, viene ucciso immediatamente da un Terminate . Peter intanto mette in gioco un vermone zombie, che attacca per due portando il nostro a 17. E quando una lince attacca per 6 per effetto di due fetchland, un secondo Terminate salva il bulgaro da 6 danni sicuri. Luca riempie la mano con un Ranger of Eos ( Goblin Guide - Steppe Lynx ), che viene ucciso da un Lightning Bolt . intanto il Putrid Leech portal Luca a 11. Torna in gioco Batman, ma non riesce a fare i danni, perchè un fulmine lo manda nel cimitero... e finalmente anche il Putrid Leech lo segue invitato a lasciare il board con un Celestial Purge . Il tavolo si svuota quando un Bituminous Blast rimuove l’ultima lince in gioco... Poi Luca prova la tech segreta anti Jund... Mana Barbs. Sul risultato di 11 a 15 in favore del bulgaro vediamo chi si tapperà meno....Peter gioca un Sprouting Thrynax (12), Luca lo rimuove con un Celestial Purge (9). Luca va allora di Geopode (7). Peter sacrifica una Verdant Catacombs (11), e prende un Bloodbraid Elves (8) rivelando un Thrinax. Quando Luca fectha una terra e va a 6, il bulgaro prova a vincere la partita, facendo due bolt (6)... Luca si supera mettendo sullo stack i danni del Manabarbs , e tirando tre Harm’s Way infligge esattamente 6 danni, prima che i 6 danni di fulmine lo conducano alla morte. Ravagli vince meritatamente 2 a 1.

Italia 2 - Bulgaria 1

Feature Match Team Round 4 – Italia vs Svizzera

by Andrea Vitali e Bruno Panara

Dopo la sofferta vittoria sulla Bulgaria per 2 a 1 i ragazzi della nazionale italiana si trovano al tavolo 10 davanti all’ostacolo Svizzera. Questo è l’ultimo round a squadre, dopo il quale la sorte e la classifica finale della nostra nazionale verrà decisa esclusivamente dall’esito dei nostri bortadandiera negli ultimi sei round di extended.

Extended - Samuele Estratti

Matthias vince il tiro di dado e decide di iniziare per primo. La partenza fa sospettare un’Affinity quando in gioco entrano una Darksteel Citadel e Chromatic Star. Samuele parte a strappo con terra, Chrome Mox, Rite of flame, Seething Song, Demigod of Revenge. Matthias va a 10, dopo aver calato un Arcbound Ravager.Lo svizzero pensa a come uscire dal problema demigod. Cala un secondo Ravager, uno Springleaf Drum, un Blinkmoth Nexus, e poi un Thoughtcast, attaccando poi per 2 con il ravager buono. Samuele attacca portando l’avvrsario a 5, e dopo un Desperate Dark Ritual , mette in gioco 4 token con un Empty the Warrens. Ancora una volta il tamburo si tappa assieme ad un ravager per un mana blu, e il seguente Thoughtcast offre una Frogmite e un terzo Arcbound Ravager a Matthias, che attacca portando il nostro a 14. Poi Sam attacca comunque col demigod, che porta con se nel cimitero un nexus, ed un Ravager. Purtroppo poi arriva un Cranial Plating sul tavolo che sposta l’inerzia della gara. Samuele ha un turno per pescare una soluzione, che non si manifesta.

Durante il match si tiene un allegro siparietto sull’interazione tra Blood Moon e Blinkmoth Nexus, iniziato durante la partita... Le spiegazioni vanno avanti per diversi minuti, e alla fine scopriamo la triste realtà... Una storia torbida di layer ed interazioni, che ci lascia con un triste 1/1 volante, che produce mana rosso... un super myr!

Matthias prende non uno ma due mulligan... pensa sul terzo ma alla fine tiene. Al secondo turno samuele mette sul board un Deus of Calamity, grazie a Mox, Rite of Flame e Simian spirit Guide. Matthias cala un ravager, ma un Firespout di Samuele lo toglie di mezzo. Lo svizzero può comunque continuare a giocare grazie a due Dark Steel Citadel ed uno Springleaf Drum. Anzi quando scendono in gioco una Frogmite e una Cranial Plating, l’attacco del semidio si ferma. Inizia il contrattacco, e in difesa la placca si sposta su un nuovo arrivato Arcbound Worker. Con un nexus in gioco la partita sembra destinata a finire. Samuele ha una pescata. che non gli porta nulla di buono. “Per me è un buon match giocare contro all-in Red” dice lo svizzero che regala un punto alla squa squadra. “L’ho visto” risponde sarcasticamente Samuele, riponendo il mazzo, che tra pochi minuti tornerà sul tavolo per la porzione di extended dei mondiali.

Svizzera 1 - Italia 0

Legacy - Marco Monetto

La mano di apertura di Marco è sufficientemente buona per marco, che apre con Mutavault e Island , mentre il suo avversario gioca Flagstones of Trokair e Plains . La prima magia è italiana, Umezawa’s Umezawa’s Jitte ; anche lo svizzero prova a giocare un artefatto, Trinisphere, che però viene neutralizzato da Daze. Al turno successivo un’altra Trinisfera viene neutralizzata da Force of Will. Intanto Mutavault ha inflitto quattro danni, ma viene eliminata da una Wasteland, che diventa immediatamente un problema per il futuro quando arriva Crucible of Worlds. Tritoni all’assalto con Silvergill Adept e Cursecatcher, aiutati da un Tarmogoyf, ma anche questo piano viene immediatamente bloccato con una Ghostly Prison seguita da Armageddon. Smokestack potrebbe impensierire Marco che quindi lo neutralizza con un altro Daze, però non può nulla al turno successivo quando si risolve un altro Armageddon, seguito da Smokestack. Crucible of the Worlds da un vantaggio troppo grande allo svizzero che il turno dopo può calare anche World Queller . Monetto non può far altro che concedere.

Mulligan a sei dell’avversario e partenza aggressiva del ligure che inizia con una Aether Aether Vial che promette il Tarmogoyf e il Silvergill Adept che tiene in mano. Subito prova Ghostly Prison, ma Marco è pronto con Daze e poi gioca un’altra Fiala. Chalice of the Void da 2 potrebbe impensierirlo, così come la Trinisfera al turno successivo, ma quando con Fiala entra Trygon Predator l’avversario capisce che non può molto e concede in preparazione per la terza partita.

Terza partita a senso unico. Aether Aether Vial e Cursecatcher, seguiti da Relic of Progenitus sono una buona partenza per Marco, che neutralizza anche una Suppression Field con Force of Will. Ma lo svizzero ha una mano perfetta: seconda Suppression Field, Trinisphere e due Wasteland per le terre dell’italiano. Più tardi arriva anche Magus of the Tabernacle e l’Italia è sconfitta.

Svizzera 2 - Italia 0

Standard - Luca Ravagli

Mulligan a sei per Luca che parte con Teethering Peaks, Plains e Plated Geopede . Si prospetta un mirror match, con il suo avversario che gioca Steppe Lynx e Elite Vanguard . E’ il nostro campione nazionale però ad andare all’attacco con una Goblin Guide (che si scambia con il nuovo leoncino), e un Kor Skyfisher . La sua armata si accresce di una Steppe Lynx e un Goblin Bushwacker grazie a Ranger of Eos , e poi di due Elite Vanguard grazie a un’altra copia della carta inventata da Antoine Ruel. Non arrivano le terre dall’altra parte del campo, e lo svizzero cerca di difendersi con due volanti Kor, ma non basta. Un’altra Goblin Guide e il Bushwacker bastano per infliggere abbastanza danni e ad andare al prossimo game.

L’avversario di Luca mulliga a sei, ma parte aggressivo con Plated Geopede e Spectral Lynx, mentre c’è solo una lince dalla nostra parte e Luca è fermo a due Pianure. Prova a riprendersi con un Path to Exile su un suo Skyfisher per pompare la lince e giocare una Montagna, ma il suo Plated Geopede e la seconda lince vengono eliminate con Lighning Bolt e Journey to Nowhere . Crescono le armate e entrambi i giocatori si trovano a 7 vite. Due linci, geopede e skyfisher per lo svizzero contro una lince tappata e una Goblin Guide , che non sono abbastanza visto che l’avversario pesca Arid Mesa e infligge a Ravagli danni più che sufficienti.

Ormai i suoi compagni di squadra hanno perso, non serve continuare a giocare quindi Luca chiede ed ottiene la patta dal suo avversario.

Svizzera - Italia 2-0-1

Feature Match Round 13 – Gennaro Mango vs Yoshitoki Sakai

by Andrea Vitali

Gennaro Mango di Napoli inizia la porzione di extended sull’8-4. “Non sono molto preparato in Extended, non ci gioco quasi mai”. queste le parole di Gennaro prima di iniziare la gara contro il giapponese. Speriamo che la sua sia solo una banale tecnica del pianto, e non si senta sconfitto in partenza.

Gennaro Mango Gennaro parte con una Sunken Ruins, mentra Yoshitoki mette in gioco un Noble Hierarch . Di secondo turno Gennaro prova la combo. Chrome Mox (Beseech the Queen), Dark Depths, Vampire Hexmage . Il giapponese mette in gioco una Misty Rainforest , che va a cercare uno Stomping Ground. Purtroppo il vampiro viene fulminato, e il token 20/20 indistruttibile generato dall’abilità del non morto viene rimosso da un Path to Exile . Tocca riniziare a costruire la combo. Il nostro mette in gioco un Engineered Explosive da 1 (per liberarsi dell’elfo, che da mana bianco), e trasmuta un Muddle the Mixture in un altro vampiro. Il giapponese attacca con il gerarca e mette in gioco un Knight of the Reliquiary. Gennaro si prepara alla chiusura. Mette in gioco un Chalice of the Void da 1 (per impedire i Path to Exile ), mette in gioco il secondo hexmage e la seconda Dark Depths. Yoshitoki opta allora per un Baneslayer Angel , che gli faccia guadagnare un turno di vita. E così accade, visto che l’angelo s’immola sul token. Poi arriva un Umezawa’s Umezawa’s Jitte , che incanta il cavaliere, ed inizia ad attaccare. L’artefatto guadagna due segnalini, uno dei quali va via quando il token attacca.. Il giapponese è a 1, Gennaro a 12. L’attacco porta Gennaro a 5. E poi il colpo di scena. Un Bant Charm pescato dal cilindro, rimanda in cima al mazzo il token e spiana la strada al giapponese per andare sull’1 a 0. Sakai sa pescare molto bene...

Gennaro Mango 0 - Yoshitoki Sakai 1

Yoshitoki Sakai “Che brutta mano.... vabbhe la tengo quanto questo mazzo va a .... (completate voi la frase). Ancora una volta appare la Sunken Ruins in gioco e poi un Chalice of the Void da 1, che permette l’ingresso in gioco di un solo Wild Nacatl . Che però pesta veramente duro. Un Beseech the Queen di Gennaro viene counterato da un Negate . Poi appare un Tarmogoyf. Il tempo stringe per Gennaro che deve trovare una soluzione. “Mazzo dammi una soluzione....” supplica il nostro connazionale, e dopo aver pescato “Che schifo di pescata”. Quando Yoshitoki attacca, Gennaro gioca una Vendillon Clique, targettando se stesso e portandosi via il nacatl, bloccandolo. A 7 punti vita Gennaro invoca il top deck, e arriva una Damnation, non il massimo, ma sicuramente una boccata di ossigeno. Se non fosse che Yoshitoki pesca un altro Tarmogoyf... Nemmeno il miglior Sampei saprebbe fare di meglio. Quando arriva un Meddling Mage , che chiama Vampire Hexmage la partita sembra chiusa. Gennaro prova un Enginereed Explosive da 2, ma Yoshitoki ha un ovvio Negate per impedire il tutto.

Gennaro Mango 0 - Yoshitoki Sakai 2

Feature Match Round 14 – Florian Pils vs Patrizio Golia

by Bruno Panara

Continua la rincorsa di Patrizio che cerca un buon piazzamento dopo due ottime performance nei giorni precedenti. Gioca il mazzo All-In Red, con cui il nostro connazionale Samuele Estratti ha fatto molto bene allo scorso Pro Tour: Austin. Al primo turno ha vinto contro un mazzo Scapeshift combo, ed era seduto accanto al suo avversario di questo turno, che gioca anche lui il mazzo combo che vince con Valakut, the Molten Pinnacle .

Florian Pils Inizia Florian con Stomping Grounds tappata, Forest a e Sakura-Tribe Elder, e il pubblico si perde in commenti quando Patrizio cala Mountain e passa, pur avendo delle giocate possibili. Il motivo ci viene mostrato al secondo turno, quando a una seconda montagna seguono Rite of Flame, due Seething Song, Blood Moon e Empty the Warrens da dieci. Pils prende un attacco ma poi spazza il campo con Firespout e inizia la controffensiva con due Kitchen Finks. Golia prova a difendersi con Magus of the Moon e due pedine goblin da un’altra Empty the Warrens, finchè non arriva la quinta montagna e con essa Demigod of Revenge, che in due turni abbatte il tedesco.

Florian Pils 0 - Patrizio Golia 1

La seconda parte con un Mulligan per l’italiano, e Florian gioca di nuovo un Sakura-Tribe Elder di secondo. La risposta di Patrizio è buona ma non tanto esplosiva quanto quella del primo game: gioca ‘solo’ un Deus of Calamity con l’aiuto di due riti. Into the Roil lo fa ritornare in mano al legittimo proprietario, e il tedesco si copre un po’ con Coiling Oracle. Montagna, Desperate Dark Ritual e questa volta arriva Demigod of Revenge, che però torna a fare compagnia al Deus grazie ad un Remand. Quinta montagna e Golia riprova il 5/4 volante, questa volta va nel cimitero causa Condescend. Pils prova a cercare la Scapeshift con Peer through Depths, ma fallisce e trova solo Hunting Wilds, che il turno successivo lo porta ad otto terre in gioco. Alla fine la stregoneria di Morningtide arriva e i due giocatori si preparano alla terza.

Florian Pils 1 - Patrizio Golia 1

Patrizio Golia Patrizio mulliga ancora e cala Magus of the Moon di secondo usando un Chrome Mox. Il Coiling Oracle del suo avversario trova una Misty Rainforest , ed ha anche un Remand per il Demigod of Revenge di quarto turno. La mano di Golia contiene due Demigod e un Deus of Calamity, ma manca il quinto mana. Il tedesco cala anche un Sakura-Tribe Elder e il magus non può più attaccare. Seething Song, Demigod of Revenge si infrangono contro un nuovo remand, ma arriva la montagna e il volante porta Florian a 10. Niente Scapeshift in mano, ma due Into the Roil che forse basteranno a guadagnare tempo. Ne usa uno kickerato per rimbalzare il secondo Demigod appena castato, e quando con il Ponder che ha appena pescato trova Scapeshift la partita è finita.

Florian Pils 2 - Patrizio Golia 1

Feature Match Round 15 – William Cavaglieri vs Paulo Vitor Damo da Rosa

by Andrea Vitali

Non comincia nel migliore dei modi la partita per il nostro William. Paulo mischiando il mazzo si accorge che il mazzo dell’avversario contiene 61 carte. “Giochi 60 vero?”. Wil annuisce, e preoccupato conta la side... sono 14 carte... La carta non rimessa nella side gli costa il primo game. Si parte direttamente per la seconda, senza poter cambiare le carte.

William Cavaglieri 0 - Paulo Vitor Damo da Rosa 1

Dopo un mulligan a 6 del brasiliano la partita ha inizio. Con due terre e un mox Paulo prova un Thirst for Knoledge nel mantenimento di Wil, che viene neutralizzato da un Mana Leak. Altrettanto accade al thirst del nostro connazionale stoppato da un Cryptic Command. Poi si va in draw-go mode per qualche turno, dove vengono calati Chrome Mox da una parte e Talisman of Progress dall’altra. Un tentativo di esplosivi viene neutralizzato da uno Spell Snare. Poi Wil si stanca di aspettare e prova un Tezzeret, the Seeker. Paulo ci pensa un pò, e in risposta gioca un Gift Ungiven. Mana Leak, Tezzeret, Cryptic Command e Thopter Foundry si manifestano. Wil lascia in mano al brasiliano le ultime due carte, cala una sua fabbrica di totteri e passa con due mana open. Quello che non ti aspetti è l’errore di Paulo, che cala un Engineered Explosives, dichiarando da 2, ma tappando due mana blu. Un judge viene chiamato al tavolo per risolvere la situazione, e viene confermato che tappando in questo modo, l’esplosivo effettivamente è da 1, non si torna indietro perchè non c’è un errore di gioco, la giocata è perfettamente legale. Così Willy crea numerosi totteri. Paulo sacrifica gli esplosivi caricati male e li rimette sopra con un Academy Ruins, questa volta calandoli a due. Wil fa un Mana Leak, non per counterare l’artefatto, ma per mandare Paulo a 4, visto che dovendo tappare 3 ulteriori mana per far passare la magia, non può attivarlo. Il brasiliano è a 4 e deve trovare assolutamente una soluzione a diversi problemi. Dopo aver pensato per un minuto buono ci prova. Gli esplosivi levano la topther foundry, e un Day of Judgment porta via i prodotti della fabbrica. Ma non è finita. Wil prova una nuova fabrica di totteri, e Paulo torna a pensare, dando l’ok alla magia. E poi deve ripensare su un Engineered Explosives da zero. E anche questo entra. Wil li sacrifica per distruggere due suoi mox e due mox dell’avversario. Vitor riesce a far entrare una sua foundry, ma continua a dover rimettere in cima gli esplosivi per non morire. Questa volta però l’esplosivo è da due per rompere foundry e Sword of the Meek. Wil crea in risposta un numero sufficiente di totteri per uccidere l’avversario. Nell’upkeed del nostro connazionale Paulo gioca Cryptic Command, tappando le creature e rimandando in mano Tezzeret, nel tentativo di avere ancora un’a pescata buona. Il turno successivo si manifesta una landa, e il brasiliano rimischia tutto pronto alla terza partita.

William Cavaglieri 1 - Paulo Vitor Damo da Rosa 1

Ancora un mulligan per Paulo che parte isola, isola, Chrome Mox e Crucible of Worlds. Wil dal suo canto si limita a due terre (una è Academy Ruins) e Talisman of Progress, per poi giocare un Meddling Mage su Gift Ungiven. Paulo salta un land drop al 3o turno e al 5o trasmuta una Tolaria West in una Arid Mesa (per iniziare un ridicolo accumulo di mana in combo con il crucible). Wil ne approfitta per lanciare una Vendillon Clique su Paulo, che mostra Cryptic Command, Negate ed Engineered Explosives, che vengono mandati nel cimitero, sostituiti da un Thirst for Knowledge. Un secondo Meddling Mage entra in gioco, chiamando Cryptic command, e quando wil va per la Thopter Foundry , questa viene neutralizzata da un Negate . Paulo, disperatamente alla pescata, trova degli esplosivi e li setta a 2. Wil Fa Mana Leak per guadagnare una fase di attacco e cala una nuova Topther Foundry. Il brasiliano è a 4. E nell’upkeep scende a 3 sacrificando l’ Arid Mesa , e guadagnare un mana usabile. Per tentare di sopravvivere, poi sacrifica gli esplosivi per distruggere i due Meddling Mage , ma quando tenta un Cryptic Command per tappare la fatina volante, un Muddle the Mixture spegne le sue speranze di rimonta.

William Cavaglieri 2 - Paulo Vitor Damo da Rosa 1

Feature Match Round 16 – Mario Pascoli vs Gabriel Nassif

by Andrea Vitali

Primo feature match del weekend per il Marione Nazionale, che però non è affatto contento di giocare contro Gabriel Nassif, sapendo che gioca un mazzo di controllo bianco-blu. Anche Mario gioca All-In Red come Golia ed Estratti altri italiani.
Tiro del dado sfavorevole per il bi-campione nazionale, che tira 1 su 20, Gabriel tira 2, ma gli basta e decide di giocare per primo.

Il trend negativo continua, e Mario mulliga a 5, tenendo una mano non molto forte. Mentre Nassif gioca un paio di Relic of Progenitus, dalla parte del romano arriva un Simian Spirit Guide per fare qualche danno. La scimmia viene neutralizzata da un Kitchen Finks, e quando viene affiancato da Demigod of Revenge, Gabriel risponde con una Thirst for Knowledge. Il francese non sembra curarsi dei dieci danni che ha preso dal volante e gioca un Baneslayer Angel. Mario prova a resistere con un Chalice of the Void da uno, ma quando viene distrutto da Engineered Explosives e l’avatar ucciso da Path to Exile, i giocatori mettono mano alla sideboard.

Mario Pascoli 0 - Gabriel Nassif 1

La mano a sette permetterebbe un Magus di primo, ma a Mario non basta e scende a sei. Pure questa mano fa Magus quindi la tiene. Gabriel ha solo Chrome Mox (imprintando Spell Snare) e Marsh Flats, saltando poi il terzo land drop, e il quarto, ma Pascoli è sempre fermo a una sola Montagna. Arriva la terza terra per il francese che fa Thirst for Knowledge, che gli permette di giocare un altro Mox (questa volta con Path to Exile) e un’altra terra. Quando il Magus attacca per la quinta volta viene ucciso da Condemn, e il tentativo di Seething Song viene fermato da Spell Pierce. Nassif pesca tutte le sue Thirst ed è ormai in controllo, riguadagna le vite perse con Pulse of the Fields, neutralizza un altro Magus of the Moon con Mana Leak e usa Tolaria West per prendere Academy Ruins. Come se non bastasse scende pure Jace Beleren, che trova Baneslayer Angel e mette fine alla partita.

Mario Pascoli 0 - Gabriel Nassif 2

Feature Match Round 17 – William Cavaglieri vs. Rafael Coqueiro

by Andrea Vitali

Entrambi i giocatori tengono le proprie mani, e Rafael rivela di essere uno zoo giocando Noble Hierarch e immediatamente dopo Knight of the Reliquary. William non sembra spaventato e fa Thirst for Knowledge, trovando i pezzi della sua combo. Il brasiliano prova a spingere sull’acceleratore, cercando Treetop Village con il Cavaliere e giocando Wild Nacatl. Nonostante il tentativo, William è pienamente in controllo con le sue pedine infinite: sacrificando Sword of the Meek con la sua Thopter Foundry (i due pezzi della combo trovati in precedenza) ottiene una pedina 1/1 volante (equipaggiata con la spada) e una vita. Coqueiro prova dei Punishing Fire per far passare dei danni, ma vengono neutralizzati da Spell Snare. Ormai le pedine sommergono il campo da gioco e William vince la prima.

William Cavaglieri 1 - Rafael Coqueiro 0

Niente mulligan e partenza a razzo per Rafael che fa tre Wild Nacatl in tre turni, ma non coglie impreparato Cavaglieri che dopo essere sceso a 11 fa piazza pulita con Engineered Explosives. La mano del brasiliano è piena di terre e la sua ultima speranza è un Tarmogoyf, che viene però neutralizzato con uno Spell Snare. Arriva Thopter Foundry, e Muddle the Mixture viene trasmutato per Sword of the Meek, che iniziano a produrre un’infinità di segnalini che bastano ed avanzano a vincere anche questa partita.

William Cavaglieri 2 - Rafael Coqueiro 0

Saturday, 7:30 p.m.: Prestazione deludente della nazionale italiana

by Andrea Vitali

76. Questo il numero di punti collezionato dai tre rappresentanti della nazionale italiana Luca Ravagli, Marco Monetto e Samuele Estratti nei 3 giorni, che li hanno visti protagonisti nei 18 round individuali e nei 4 extra round a squadre. I nostri ragazzi hanno collezionato un record di 8 vinte e 10 perse in Standard, 3 vinte, 14 perse e una patta in Extended, e 8-10 in Draft per quanto riguarda la competizione individuale. Negli extra round a squadre i nostri hanno superato Bulgaria e Guatemala, mentre si sono arresi a Svezia e Svizzera. Un totale di 76 punti, che colloca l’Italia al 41esimo posto generale su 61 squadre partecipanti. Una prestazione decisamente sottotono specialmente se consideriamo, come piccole realtà quali la Repubblica Ceca, prima a 136 punti, e l’Austria, quarta a 117, siano riuscite a far bene nonostante il movimento di gioco organizzato nel loro paese sia decisamente al di sotto del nostro. Comunque non perdiamoci d’animo, impariamo dai nostri errori, speriando che il prossimo anno coloro che rappresenteranno i nostri colori riescano a tenere un pò più in alto la nostra bandiera! Comunque... Grazie Ragazzi!

Saturday, 7.55 p.m.: Risultati degli Italiani al day 3

by Bruno Panara

Finita la terza giornata, ecco i risultati parziali dell’Extended italiano. Sono inclusi anche la scelta del mazzo di ciascun giocatore e la loro posizione finale.
Nome: William Cavaglieri
Posizione: 2
Mazzo: Thopter Combo
Score Extended: 6-0

Nome: Patrizio Golia
Posizione: 18
Mazzo: All-In Red
Score Extended: 3-2-1

Nome: Riccardo Neri
Posizione: 23
Mazzo: Blue Control
Score Extended: 5-0-1

Nome: Mario Pascoli
Posizione: 34
Mazzo: All-In Red
Score Extended: 5-1

Nome: Gennaro Mango
Posizione: 150
Mazzo: Dark Depths
Score Extended: 1-4-1

Nome: Simone Locatelli
Posizione: 151
Mazzo: Dredge
Score Extended: 2-3-1

Nome: Dario Pagano
Posizione: 161
Mazzo: Bant
Score Extended: 3-2-1

Nome: Marcello Calvetto
Posizione: 164
Mazzo: Dredge
Score Extended: 3-2-1

Nome: Samuele Estratti
Posizione: 286
Mazzo: All-In Red
Score Extended: 2-4

Nome: Luca Ravagli
Posizione: 291
Mazzo: Blue Control
Score Extended: 1-5

Nome: Enrico Russo
Posizione: 314
Mazzo: Calvo Life
Score Extended: 0-X
Nome: Davide Polo
Posizione: 322
Mazzo: Next-Level Blue
Score Extended: 0-X

Nome: Marco Monetto
Posizione: 342
Mazzo: Zoo
Score Extended: 0-5-1

Saturday, 08:30 PM: Grandi risultati individuali!

by Andrea Vitali
Riccardo Neri Patrizio Golia Mario Pascoli

Se la squadra azzurra ci ha fatto disperare, diversi giocatori italiani, qualficati per punti o pro players club ci hanno fatto gioire. Le luci della ribalta sono tutte per William Cavaglieri. Il ragazzo bresciano, trapiantato per lavoro in Germania, nonostante una brutta influenza è riuscito a guadagnarsi un posto nei top 8 e domani proverà a giocarsi le sue chanche per il titolo. Per lui ci sarà in palio un “bottino” compreso tra 45.000 dollari in caso di vittoria e 9.500 dollari per l’ottavo posto. Ottima la prova di Patrizio Golia. Il forlivese ha sfiorato i top 16 e forse con una sconfitta in meno e una vittoria in più avrebbe addirittura potuto raggiungere i primi otto posti. Per lui comunque un premio di 3.250 dollari. Poco lontano da Golia, si colloca Riccardo Neri da Modena. Lo sviluppatore emiliano si attesta al 23esimo posto che gli valgono 2.200 dollari. Ad un soffio dal Top 32 c’è il pluricampione italiano Mario Pascoli. Il giocatore romano con un ottimo 5-1 nella porzione finale di Extended raggiunge il 34esimo posto e si mette in tasca 1.250 dollari. Terminano nei primi 200 Gennaro Mango, Simone Locatelli, Dario Pagano e Marcello Calvetto.

Latest Event Coverage Articles

July 15, 2019

Grand Prix Detroit 2019 Final Standings by, Wizards of the Coast

Rank Player Points Prize Money 1 Bellis, Ben [US] 37 $7,000 2 Dery, Jonathan [CA] 37 $3,500 3 Moazen-Sayad, Pedram [CA] 39 $1,750 4 Kaplan, ...

Learn More

July 15, 2019

Grand Prix Krakow 2019 Final Standings by, Wizards of the Coast

Rank Player Points Prize Money 1 Bjornerud, Sveinung [NO] 39 $6,000 2 Vanek, Jiri [CZ] 39 $3,000 3 Maurer, Tobias [DE] 37 $1,500 4 Reiter, V...

Learn More

Articles

Articles

Event Coverage Archive

Consult the archives for more articles!

See All

We use cookies on this site to personalize content and ads, provide social media features and analyze web traffic. By clicking YES, you are consenting for us to set cookies. (Learn more about cookies)

No, I want to find out more