Diventare un giocatore migliore

Posted in Level One on August 9, 2016

By Reid Duke

Over the span of the last nineteen years, since he was five years old, Reid has been a player, a deck builder, a collector, and a lover of the Magic world. Today, he’s a full-time professional Magic player and writer.

In Level One, Reid Duke spiega i principi fondamentali di Magic. Questo articolo è stato pubblicato lo scorso anno in inglese ed è ora è disponibile in italiano. Buona lettura !


Questo sarà l’ultimo articolo della rubrica Level One. Dopo di che, ci saluteremo. In questi quattordici mesi, ho fatto del mio meglio per costruire un corso completo e autosufficiente che offrisse gli strumenti necessari per diventare un giocatore da torneo di Magic agonistico. Se i miei articoli sono stati di vostro gradimento, vi invito a farli conoscere ai nuovi giocatori o a tenerli in mente per i momenti in cui potreste volerli ripassare. La prossima settimana avremo un articolo che riassume tutta questa serie, in una singola lezione.

Oggi ho ancora un compito molto importante da portare a termine. Prima di salutarci, vi devo preparare per "Level Two". Che sia un fatto positivo o negativo, un manuale dettagliato su come diventare un giocatore di fama mondiale di Magic non è mai stato scritto. Se il vostro obiettivo va oltre ciò che abbiamo trattato nella rubrica Level One, dovrete costruire voi stessi il vostro cammino. Vi voglio però dire tutto ciò che so su come diventare un migliore giocatore.

Parte I: il processo

La pratica porta alla perfezione

Se il vostro obiettivo è migliorare a giocare a Magic, il meglio che potete fare è sicuramente giocare il più possibile a Magic. Le più lunghe serie di vittorie della storia del gioco sono state realizzate da giocatori che semplicemente vivevano ogni loro momento per Magic. Quando giochiamo di più, riusciamo a vedere le possibilità di gioco con maggiore facilità, compiamo meno errori e comprendiamo ciò che sta avvenendo nella partita a un livello più profondo.

Inoltre, se non siete “in forma”... cioè se i fondamentali del gioco non vi vengono in mente rapidamente e senza alcuno sforzo... sarà molto più difficile migliorare negli aspetti più complessi del gioco.

Detto ciò, non è solo una questione di dedicare un tempo enorme; avere un lavoro a tempo pieno o altri impegni non impediscono di diventare un giocatore di livello mondiale. Più importante del numero di ore che si dedicano al gioco è ciò che si ottiene da quelle ore. La qualità conta più della quantità!

Una grande attenzione a ogni singola partita di Magic, dall’inizio alla fine, porta a un’enorme differenza rispetto a una partita in cui siamo distratti. C’è la televisione accesa in sottofondo? Stiamo partecipando a più di un torneo su Magic Online? Stiamo giocando in un momento in cui siamo scocciati, stanchi o in qualche altro modo non nel nostro stato mentale migliore? Non solo giocare in queste condizioni porta a un utilizzo non efficiente del tempo, ma, se capita troppo spesso, può anche portare a cattive abitudini.

Condizioni Avverse | Illustrazione di Jason Rainville

Il metodo del perché

Il miglior modo che io conosca per ottenere il massimo dalle partite di Magic è quello che io chiamo metodo del perché. Quando terminiamo una partita, dobbiamo analizzarla e chiederci perché è andata a finire proprio in quel modo.

Questo esercizio è più complesso di quanto sembri, in particolare quando abbiamo appena perso. Necessita di pazienza, onestà e sangue freddo. Domandarsi il perché vuol dire assumersi la responsabilità delle proprie scelte.

Per prima cosa, dobbiamo andare alla ricerca di errori tecnici o scelte che abbiamo compiuto e che avrebbero potuto portarci alla sconfitta. Ci siamo fatti sfuggire un danno all’inizio della partita e quel danno avrebbe potuto cambiare la sorte?

Poi, dobbiamo rielaborare gli elementi delle nostre scelte che avrebbero potuto trasformare una sconfitta in una vittoria. Se avessimo saputo che il nostro avversario aveva una magia di permesso, saremmo riusciti in qualche modo a giocarci intorno? Ci sono stati indizi che avremmo potuto sfruttare per immaginare che cosa avesse in mano il nostro avversario?

Poi, dobbiamo riflettere su come avremmo potuto metterci in una posizione diversa grazie all’uso del sideboard o con una diversa costruzione del mazzo. Abbiamo pescato troppe terre? Se sì, è stato un colpo di sfortuna oppure la nostra configurazione con il sideboard era carente di potenza a partita avanzata?

Poi, dobbiamo chiederci se abbiamo scelto il mazzo giusto. Abbiamo perso un numero di partite al punto da individuare un difetto notevole del mazzo?

Infine, dopo aver escluso ogni altra possibilità, dobbiamo chiederci se è stata semplicemente una questione di sfortuna. Molte volte le nostre sconfitte saranno state causate dalla semplice sfortuna. Tuttavia, dobbiamo fare attenzione a non nasconderci dietro a questa scusa. Pensiamo alla sfortuna solo dopo aver analizzato ogni altro aspetto della partita su cui abbiamo avuto il controllo.

La ricerca

Il miglioramento a Magic sarà soprattutto un processo interiore. Tuttavia, cercare di determinare tutto da soli sarà difficile. A volte non ci renderemo conto di avere una convinzione errata che ci porta a commettere continuamente lo stesso errore. Fare nostre le idee degli altri ci impedirà di compiere questo errore e accelererà il nostro apprendimento.

Per fortuna, in questo ambito ci sono tantissime risorse! Ogni fine settimana possiamo trovare nuove liste dei mazzi e resoconti dei tornei. Possiamo leggere articoli di strategia da decine di siti web. Possiamo studiare i video dei campioni che si affrontano al Pro Tour o al Campionato Mondiale. Ogni settimana è disponibile nuovo materiale sulla strategia di Magic, più di quanto chiunque possa imparare, senza parlare dei venti anni di informazioni che sono ancora reperibili su internet! Non c’è modo per rimanere a secco.

Ricordiamoci però che la ricerca deve essere in aggiunta alla pratica, non in sua sostituzione. Dobbiamo utilizzare le risorse a nostra disposizione per sviluppare nuove idee e poi incorporarle nella nostra struttura di gioco, a modo nostro.

Ricerca Compulsiva | Illustrazione di Michael Sutfin

Gli altri giocatori

Le risorse di maggior valore per noi sono gli altri giocatori. Non esiste modo più veloce di crescere che essere disposti a imparare dagli altri. Dobbiamo ascoltare gli altri, porre loro domande, osservarli mentre giocano e giocare contro di loro!

Giocare contro giocatori migliori o con maggiore esperienza di noi ci permetterà di imparare più velocemente. Tuttavia, possiamo imparare da chiunque, anche da giocatori che hanno ottenuto meno successi di noi a Magic. Ognuno ha avuto esperienze diverse e ha formato opinioni diverse. Dobbiamo ascoltare ciò che dicono le altre persone, filtrare le loro opinioni nella nostra mente e determinare come possiamo utilizzare le loro esperienze per migliorare.

Parte II: l’atteggiamento

Sfruttare la fortuna

Il concetto di fortuna è complesso, ma comprenderlo correttamente è essenziale per ogni giocatore serio di Magic. Dare la colpa alla sfortuna può chiuderci gli occhi davanti agli errori che commettiamo. Ancor peggio, ci può rendere noncuranti e può ridurre il nostro desiderio di vincere e migliorare.

Detto ciò, molte delle sconfitte che subiremo in Magic saranno il risultato della sfortuna. A volte pescheremo una mano senza terre e saremo costretti a prendere un mulligan. A volte verremo abbinati contro il mazzo peggiore per noi, nel turno più importante del torneo. A volte pescheremo semplicemente le carte in un ordine che ci porterà alla sconfitta. In Magic esistono molti elementi aleatori, non tutto è sotto il nostro controllo.

Dare la colpa alla sfortuna è sbagliato, ma lo è anche fare il contrario. Perdere una partita non può essere la fine del mondo per noi. Non dobbiamo abbatterci, cestinare le idee o smettere di giocare a Magic ogni volta che scendiamo a cinque carte a causa dei mulligan!

Al contrario, dobbiamo trovare il giusto equilibrio, riuscendo a sfruttare la fortuna. Non dobbiamo nasconderci dietro la sfortuna e usarla come scusa per le nostre decisioni tutt’altro che perfette. Tuttavia, dobbiamo anche comprendere e accettare che non tutto sarà mai sotto il nostro controllo.

Le sconfitte

Un tratto che condividono molti tra i migliori giocatori è il fatto di considerare le sconfitte con grande severità. I grandi giocatori tendono ad accettare la responsabilità dei loro errori e dei loro giudizi errati e incolpano loro stessi per una grande percentuale delle partite che perdono (questo è probabilmente uno degli aspetti che ha permesso loro di diventare grandi giocatori). Inoltre, è doloroso dedicare tutti se stessi a qualcosa e non riuscire a raggiungere l’obiettivo. Sfortunatamente, la sconfitta è un’esperienza comune in Magic, in quanto può esistere un solo vincitore in un torneo.

Verità Dolorose | Illustrazione di Winona Nelson

Essere delusi quando si perde è accettabile. È un segno che si tiene al risultato! L’elemento chiave è essere delusi e riuscire comunque a rialzarsi! Rimuginare troppo su una sconfitta ci può rendere tristi e ostacolare la nostra crescita. Non riusciamo a ottenere nulla quando siamo depressi e la nostra capacità di gioco ne soffrirà, se permettiamo a noi stessi di scoraggiarci facilmente.

La migliore azione che possiamo compiere è riflettere in modo onesto sulla sconfitta, non con l’obiettivo di rattristarci, ma con l’attenzione rivolta a evitare lo stesso problema in futuro. Dobbiamo ripensare alla partita e utilizzare il metodo del perché. Ricordate, se siete in grado di attribuire in modo onesto la sconfitta alla sfortuna, va bene! Fate in modo da giungere a quella conclusione solo come ultima possibilità.

Le vittorie

Se vinciamo molto a Magic, probabilmente stiamo avendo fortuna. È un’idea strana da accettare, ma non toglie alcuna gloria ai nostri successi. I tornei di Magic prevedono che facciamo il possibile per metterci nella posizione migliore per sfruttare la fortuna, nel caso si presenti. È solo quando ci prepariamo con cura, giochiamo bene e peschiamo le carte giuste che avremo successo.

Il punto è che non dobbiamo concludere di non aver commesso errori solo perché abbiamo vinto. La maggior parte degli errori non determinano il risultato della partita. Tuttavia, se questo concetto ci rende noncuranti, allora come faremo a evitare gli errori che ci possono portare alla sconfitta?

C’è sempre qualcosa da imparare, anche quando crediamo di dare il massimo. Magic è un gioco con alti e bassi. Quando siamo in un periodo buono, dobbiamo impegnarci per migliorare. Il periodo buono durerà di più e i periodi negativi non saranno così negativi.

Un sano stato mentale

Un sano stato mentale è il fulcro di una carriera di successo a Magic.

Dobbiamo avere fiducia in noi stessi ed essere convinti che la vittoria sia alla nostra portata. Se nel profondo non siamo convinti di poter vincere, allora non daremo il nostro meglio in quelle giocate delicate che fanno la differenza tra un giocatore normale e un grande giocatore.

Dobbiamo avere l’umiltà di vedere quanto dobbiamo ancora imparare. Se diventiamo presuntuosi e sprezzanti nei confronti degli altri giocatori, distruggeremo la risorsa di maggior valore per la nostra crescita.

Esemplari Ojutai | Illustrazione di Willian Murai

Dobbiamo impegnarci per raggiungere la perfezione. Anche se la perfezione dovesse non essere possibile, dobbiamo dare il massimo! Alcuni degli argomenti che ho trattato nella rubrica Level One potrebbero essere sembrati cavillosi, a volte. Tuttavia, queste sono le qualità necessarie da coltivare per diventare un giocatore di alto livello. "Abbastanza buono" non deve mai essere abbastanza.

Dobbiamo avere la dedizione e la forza interiore per superare i momenti difficili. Se partecipiamo a un torneo di Magic, ci capiterà di perdere e capiterà molto spesso. Se ci arrendiamo quando la sorte non è a noi favorevole, perderemo la possibilità di raggiungere i nostri obiettivi.

Infine, è fondamentale amare il gioco. Se viaggiare per i tornei, giocare su Magic Online e trascorrere le pause pranzo a studiare i siti web dedicati alla strategia non sono attività divertenti per voi, allora non vi sarà possibile diventare grandi giocatori.

La vita è un lungo cammino e la vostra dedizione a Magic inevitabilmente svanirà, non c’è nulla di sbagliato! Se iniziate a stufarvi o se altri aspetti della vita richiedono la vostra attenzione, allora è giusto rivalutare il vostro approccio a Magic, almeno temporaneamente. La peggiore scelta che possiate compiere è continuare a giocare fino a far diventare un supplizio il gioco che un tempo amavate.

Addio

Scrivere gli articoli per la rubrica Level One è stato per me un piacere e mi mancherà. Sono enormemente grato per l’occasione che ho avuto di gestire questa rubrica in quest’ultimo anno. Ho giocato a Magic per gran parte della mia vita e donare ciò che ho imparato negli anni a una nuova generazione di giocatori è molto importante per me. Grazie per essere stati con me!

Level One ha trattato tutto ciò che avete bisogno di sapere per diventare giocatori solidi, in grado di vincere i tornei. Vi ho anche presentato alcuni concetti avanzati, che piacciono molto ai giocatori più esperti. Con questo ultimo articolo mi auguro di avervi dato gli strumenti necessari per continuare il vostro studio, per tutto il tempo in cui vorrete divertirvi con il lato agonistico di Magic. Se il gioco vi riuscirà a offrire anche solo una piccola parte della gioia che ha dato a me in questi anni, allora il vostro tempo sarà stato ben speso.

E con questo, il futuro è nelle vostre mani.

Latest Level One Articles

Level One

October 5, 2015

Level One: The Full Course by, Wizards of the Coast

Professor Reid Duke has dismissed class. Level One is on hiatus, as Duke has paved his way through his entire syllabus to show you how to get better at Magic. However, we know not everyo...

Learn More

LEVEL ONE

September 28, 2015

Becoming a Better Player by, Reid Duke

This will be the final article that I write for Level One. For the time being, the column will be going on hiatus. Over fourteen months, I've tried my best to build a complete, self-conta...

Learn More

Articles

Articles

Level One Archive

Consult the archives for more articles!

See All