Sealed Deck

Posted in Level One on August 25, 2015

By Reid Duke

Over the span of the last nineteen years, since he was five years old, Reid has been a player, a deck builder, a collector, and a lover of the Magic world. Today, he’s a full-time professional Magic player and writer.

Immondo della Necropoli | Illustrazione di Seb McKinnon

A questo punto della nostra rubrica Level One, abbiamo trattato i concetti fondamentali di Magic. Questi concetti si possono applicare a ogni partita e con qualsiasi mazzo e tra due giocatori. Una parte della bellezza di Magic è data dalle sue varianti. Più volte all'anno vengono pubblicate nuove carte, quindi abbiamo di continuo nuovi strumenti con cui lavorare e nuove difficoltà da affrontare.

In particolare, abbiamo una varietà di possibili formati di torneo in Magic. Ogni fine settimana si svolgono tornei in una decina di formati diversi! Qui potete trovare le informazioni sui formati più giocati.

Il formato di un torneo definisce le carte legali. Vuol dire che definisce le carte con le quali possiamo costruire il nostro mazzo, determina se esistono carte bandite ed eventuali altre regole speciali.

Esistono due categorie principali di formati: Constructed e Limited. Per gli eventi Constructed dobbiamo costruire un mazzo (di solito da 60 carte) a casa e poi portarlo al torneo. Per gli eventi Limited, apriamo delle buste durante il torneo e dobbiamo costruire il mazzo (di solito da 40 carte) sul momento. I formati Limited, sebbene siano difficili da padroneggiare, sono ottimi per i nuovi giocatori, perché non si troveranno ad affrontare lo svantaggio di non possedere una grande collezione di carte.

Ogni formato ha le sue qualità che lo rendono unico e stimolante. Per padroneggiare ogni formato, sono richiesti insiemi diversi di capacità. Oggi vi parlerò del formato Sealed Deck.

Sealed Deck è uno dei due formati Limited più giocati (insieme al Booster Draft, di cui vi parlerò in un altro articolo). Apriamo sei buste, aggiungiamo tutte le terre base che desideriamo e costruiamo un mazzo da 40 carte... molto semplice! Tra tutti i formati, il Sealed Deck è un ottimo punto di partenza, perché i concetti fondamentali di Magic si applicano in maniera molto evidente.

Il Sealed Deck può essere giocato con qualsiasi espansione e ciò di cui vi parlerò oggi può essere applicato a qualsiasi formato Sealed Deck, passato o futuro. Tuttavia, in onore del Prerelease di questo fine settimana, analizzeremo il formato con un'attenzione particolare per I Khan di Tarkir.

Il Sealed Deck e gli altri formati

Sei buste non è molto per costruire un mazzo. Tutti i giocatori hanno a disposizione un insieme di risorse limitato, fatto che riduce il livello di forza del formato. Nonostante si possa avere qualche specie di strategia in mente, non riusciremo di solito a costruire un mazzo molto focalizzato perché non avremo abbastanza carte di un determinato tipo. Dovremo invece cercare di mettere insieme un mazzo equilibrato, con il giusto mix di minacce e risposte.

Le partite del formato Sealed Deck hanno spesso una lunga durata e terminano raramente prima del sesto o settimo turno, a volte superando addirittura il quindicesimo o il ventesimo turno. Ciò significa che, se non facciamo attenzione, potremmo terminare in fretta le sette carte della nostra mano iniziale e trascorrere una gran parte della nostra partita riponendo le nostre speranze nella carta che peschiamo ogni turno.

Il formato Sealed Deck richiede di pianificare l'intera lunga partita, evitando alcune trappole comuni.

Il mana nel Sealed Deck

Il mana deve essere la priorità più alta nel Sealed Deck. Costruire una base di mana affidabile e una curva di mana equilibrata è metà del lavoro. Se volete ripassare i concetti su come costruire la base di mana e il resto del mazzo, potete leggere questo articolo.

Vi dico subito che, in quell'articolo, mi esprimo a favore dei mazzi a due colori. Nel formato Sealed Deck, in generale, è sempre meglio utilizzare due colori, poiché i mazzi con più colori possono portare a problemi di mana. L'espansione I Khan di Tarkir è tuttavia speciale, perché è dedicata alle carte multicolore; è stata progettata per portare alla costruzione di mazzi a tre colori (sebbene sia comunque possibile giocare due o quattro colori). Il mana sarà una difficoltà speciale nel formato Sealed Deck di I Khan di Tarkir.

Per fortuna, l'espansione ci offre alcuni strumenti per aiutarci a soddisfare le richieste di una base di mana a tre colori.

Al nostro mazzo Sealed Deck possiamo aggiungere un numero qualsiasi di terre base, mentre le terre non base che possiamo aggiungere sono solo quelle che abbiamo trovato nelle nostre buste. Le terre che producono mana di più colori saranno molto preziose, quindi questo è un elemento da osservare subito dopo che abbiamo aperto le nostre buste.

Immaginiamo di voler costruire un mazzo bianco, nero e verde (i colori delle Casate Abzan). Se abbiamo a disposizione sei pianure, sei foreste e sei paludi per lanciare le nostre magie, il nostro mazzo non sarà molto affidabile. In alcune partite capiterà di non pescare alcuna pianura, in altre non avremo alcuna foresta e a volte non pescheremo alcuna palude. Se invece avessimo a disposizione una Roccaforte delle Steppe Sabbiose, le Distese Desolate e una Conca nella Giungla al posto di tre terre base, avremmo un numero superiore di fonti di mana di tutti e tre i colori, quindi il nostro mazzo diventerebbe un po' più affidabile.

Un'altra tecnica che possiamo utilizzare è focalizzare il mazzo su due colori primari e usare il terzo colore solo come splash per poter giocare alcune carte multicolore. Per esempio, potremmo scegliere bianco e verde come colori primari e aggiungere un po' di nero. In questo modo possiamo giocare con un numero maggiore di pianure e di foreste e ridurre l'impatto negativo di non pescare subito fonti di mana nero (dato che abbiamo meno carte che ne hanno bisogno).

Purtroppo, l'andamento di alcune partite del formato Sealed Deck viene determinato dai problemi di mana di uno dei due giocatori. Non importa quanto siano forti le nostre magie, se non siamo in grado di lanciarle! Costruire il mazzo con una base di mana affidabile è il modo migliore per ridurre il numero di partite che si perdono a causa di cattive pescate di mana. Dobbiamo costruire un mazzo con una curva di mana equilibrata (con un numero sufficiente di creature a basso costo), per aumentare il numero di partite che vinceremo grazie ai problemi di mana dei nostri avversari.

Le bombe nel Sealed Deck

Alcune partite si perdono a causa di cattive pescate di mana. Una volta che la partita ha superato le fasi iniziali, tuttavia, esiste un altro modo per portare a casa la vittoria. Questo modo è avere a disposizione una bomba.

"Bomba" è un termine utilizzato, di solito nei formati Limited, per descrivere una carta così potente da riuscire a determinare il risultato della partita.

Proprio come nel caso dei problemi di mana, perdere una partita a causa di una bomba può essere molto fastidioso. Così come è importante avere una base di mana affidabile, bisogna anche fare in modo da essere il giocatore che controlla la bomba.

Il primo modo è, ovviamente, giocare più bombe possibile nel nostro mazzo! Quando apriamo le nostre buste, è utile segnarci le nostre carte migliori (soprattutto tra le rare). Le singole carte che hanno un impatto alto sulla partita possono darci un enorme vantaggio nel formato Sealed Deck e vale spesso la pena modificare il nostro mazzo per poterle giocare.

Il secondo modo è avere a disposizione più risposte possibile per le bombe del nostro avversario.

Escludendo le bombe, le rimozioni sono tra le carte migliori per il formato Sealed Deck. Avere una risposta a una bomba dell'avversario fa spesso la differenza tra vittoria e sconfitta. Non solo dobbiamo aggiungere più rimozioni possibile al nostro mazzo, ma dobbiamo anche essere pazienti e attendere il momento migliore per utilizzarle durante la partita. Sprecare una rimozione su Cacciatore di Teschi Mardu dell'avversario e poi perdere a causa di un Immondo della Necropoli è un gran peccato.

Le partite con una lunga durata

Alcune partite vengono decise da cattive pescate di mana e altre da una bomba alla quale non si trova una risposta. Tuttavia, quando entrambi i giocatori sono in grado di evitare queste due trappole, le partite del formato Sealed Deck possono avere una lunga durata.

Una volta ogni tanto capiterà che un giocatore peschi creature potenti e vinca la partita in un modo travolgente. Ricordate che è difficile costruire un mazzo potente o focalizzato partendo da solo sei buste. La situazione più probabile è che entrambi i giocatori mettano in gioco creature di livello di forza paragonabile finché il campo di battaglia non risulta affollato al punto che nessun giocatore riesce più ad attaccare. Questa situazione è definita di stallo di creature.

Lo stallo di creature è frequente nel formato Sealed Deck, quindi è importante avere un piano per rompere l'equilibrio.

Se possibile, dobbiamo cercare un modo per ottenere un vantaggio di carte (vantaggio di carte reale o vantaggio di carte virtuale). Pescare un numero maggiore di carte oppure partire da una maggiore concentrazione di carte ad alto impatto ci porterà a un vantaggio nelle partite a lunga durata.

Un altro modo per rompere l'equilibrio dello stallo di creature è dato dalle creature con abilità evasive, cioè da creature che hanno volare o sono in qualche modo imbloccabili. Nel formato Sealed Deck, il valore delle creature con abilità evasive è enorme.

Se nessun giocatore riesce a rompere l'equilibrio dello stallo di creature, la partita potrebbe essere decisa dal "mana flood" (quando un giocatore pesca troppe terre). Pescare più carte di quelle che vorremmo potrebbe sembrare una sfortuna, ma è un aspetto inevitabile delle partite che hanno una lunga durata ed è una situazione frequente nel formato Sealed Deck.

Possiamo ridurre la probabilità di pescare troppe terre costruendo con attenzione la base di mana e la curva di mana e anche aggiungendo al nostro mazzo carte che ci offrono vantaggio di carte o hanno un elevato impatto sulla partita. Infine, possiamo utilizzare i depositi di mana. Un esempio di deposito di mana è dato dalle carte con perdurare.

Carte ad alto impatto

Vi ho parlato spesso del concetto di carte ad alto impatto. In una lunga partita di formato Sealed Deck, è facile terminare rapidamente le sette carte della mano iniziale e ridursi a giocare solo l'unica carta che peschiamo ogni turno. In partite come queste, è estremamente importante riuscire a ottenere il massimo da ognuna delle nostre carte.

Ricordatevi che il nostro mazzo ha bisogno di un numero sufficiente di terre per funzionare e che abbiamo bisogno di una curva di mana equilibrata per non venire sopraffatti a inizio partita. Tenendo in considerazione questi aspetti, vi voglio offrire alcune tecniche per aumentare il numero di carte ad alto impatto.

Per prima cosa, non giocate con un numero troppo elevato di carte a basso costo. Le carte a basso costo sono di solito meno potenti (hanno un impatto inferiore) rispetto alle carte a costo più elevato. Ciò le rende di valore inferiore in generale e meno utili da pescare in caso di stallo di creature. Dovete giocare con un numero sufficiente di creature a basso costo per non farvi sopraffare a inizio partita, per poi iniziare a concentrarvi sulla fase avanzata della partita (il numero dipende dal formato e dal mazzo, ma di solito non abbiamo bisogno di cinque o sei creature a costo un mana nel formato Sealed Deck).

Poi dovete fare attenzione ad avere un numero sufficiente di creature. Le rimozioni sono ottime nel formato Sealed Deck e dovete giocarne il più possibile. Vorrete tuttavia utilizzare più creature possibile (per me, il numero ideale è tra quattordici e diciannove). Non dovete aggiungere troppe carte che non siano creature o rimozioni. Se una carta non è una minaccia e non è una risposta diretta a una minaccia, deve proprio avere un effetto molto speciale per essere giocata in formato Sealed Deck.

Il processo: la costruzione del mazzo

Per riassumere, questi sono gli aspetti da curare nel formato Sealed Deck:

  • Base di mana affidabile
  • Curva di mana equilibrata
  • Numero più alto possibile delle carte più forti (soprattutto le bombe)
  • Numero più alto possibile di rimozioni e risposte alle bombe
  • Metodi per vincere una lunga partita e per rompere l'equilibrio dello stallo di creature (vantaggio di carte, creature con abilità evasive, carte ad alto impatto)
  • Possibilità di utilizzo del mana in eccesso
  • Alta concentrazione di creature e bassa concentrazione di non creature e non rimozioni

Anche conoscendo questi concetti, il processo di costruzione del mazzo è difficile. La prima volta che aprirete sei buste, potreste essere confusi. Sarà difficile anche sapere dove iniziare!

Sebbene non esista un processo "migliore" per la costruzione nel formato Sealed Deck, è importante partire da una versione semplice di processo, altrimenti vi ritrovereste a sprecare molto tempo e a non riuscire a perfezionare la costruzione con le migliori opzioni. Per aiutare chi si sentirà perso, vi voglio offrire una descrizione di ciò che farò quando aprirò le mie buste al Prerelease di I Khan di Tarkir.

Per prima cosa, aprirò le buste e metterò in ordine le carte. Le separerò in base al colore, individualmente e secondo le cinque terne di colori nemici: Abzan, Jeskai, Sultai, Mardu e Temur.

Esploraventi Jeskai | Illustrazione di Johann Bodin

Poi darò un'occhiata alle mie terre non base. Questo passo potrebbe portare immediatamente all'esclusione di alcune combinazioni di colori, a causa della scarsa affidabilità del mana. Se avrò molte carte che mi permetteranno di risolvere i problemi di mana con alcune combinazioni, tenderò a giocare quelle combinazioni.

Poi mi farò un'idea delle carte più potenti. Che rare ho? Quali di esse sono bombe? Quali non comuni più forti e quali rimozioni ho a disposizione?

Successivamente, metterò da parte le carte che non ho intenzione di giocare. Questo gruppo comprenderà molte delle carte non creatura e non rimozione e alcune delle creature a basso impatto. Potrò sempre riprendere questo gruppo di carte, se mi dovesse mancare qualche carta per completare il mazzo.

A questo punto ho raccolto un sacco di informazioni e magari qualche elemento inizia a emergere dagli altri. Dove si trovano le carte che risolvono i problemi di mana? Dove si trovano le mie bombe? Quali colori sono ricchi di carte di elevato valore? Quali colori sono invece poveri?

Solo a questo punto avrà inizio la vera attività di valutazione dei possibili mazzi. Se una combinazione di colori risulta evidentemente valida dopo aver ordinato le mie carte, inizierò con quella combinazione. Altrimenti ne sceglierò una a caso (bisogna pur partire da qualche parte).

Immaginiamo di aver scelto un mazzo Abzan. Questi sono i criteri (gli elementi che cerco in un mazzo Sealed Deck) su cui mi baso per la scelta del mazzo. Com'è la curva di mana? Esistono degli evidenti punti deboli? Una volta ottenuta una buona idea del mazzo Abzan, ripeterò il processo per tutte le altre combinazioni di colori che hanno attirato la mia attenzione.

Vi consiglio di utilizzare tutto il tempo a vostra disposizione per costruire il vostro mazzo Sealed Deck, dato che esistono un sacco di possibilità da tenere in considerazione! A un certo punto vi accorgerete che sarà una questione di intuito; scegliete semplicemente ciò che vi ispira di più.

Questa è la base del formato Sealed Deck. Si tratta di un ottimo punto di partenza per i nuovi giocatori; non è necessario avere una collezione per potersi sedere e giocare e dimostra ottimamente le basi del gioco di Magic. Giocando il formato Sealed Deck potrete migliorare molto rapidamente! Che siate un nuovo giocatore o conosciate qualcuno che si sta affacciando al gioco o vogliate semplicemente cercare occasioni di allenamento per affinare le vostre qualità, vi consiglio di partecipare a un Prerelease di I Khan di Tarkir Prerelease. Io ci sarò!

Latest Level One Articles

Level One

October 5, 2015

Level One: The Full Course by, Wizards of the Coast

Professor Reid Duke has dismissed class. Level One is on hiatus, as Duke has paved his way through his entire syllabus to show you how to get better at Magic. However, we know not everyo...

Learn More

LEVEL ONE

September 28, 2015

Becoming a Better Player by, Reid Duke

This will be the final article that I write for Level One. For the time being, the column will be going on hiatus. Over fourteen months, I've tried my best to build a complete, self-conta...

Learn More

Articles

Articles

Level One Archive

Consult the archives for more articles!

See All