Mulligan

Posted in Level One on December 8, 2015

By Reid Duke

Over the span of the last nineteen years, since he was five years old, Reid has been a player, a deck builder, a collector, and a lover of the Magic world. Today, he’s a full-time professional Magic player and writer.

In Level One, Reid Duke spiega i principi fondamentali di Magic. Questo articolo è stato pubblicato lo scorso anno in inglese ed è ora è disponibile in italiano. Buona lettura ! 


Scegliere se prendere un mulligan può essere tra le scelte più difficili e più importanti che dobbiamo compiere in una partita di Magic.

Un mazzo di Magic ci può offrire vari milioni di mani iniziali e le prime sottofasi di acquisizione un numero addirittura più grande. È semplicemente impossibile pensare a tutte le possibili mani da sei carte che otterremmo dopo un mulligan o alle possibili sequenze di pescate a cui potremmo andare incontro se scegliessimo di tenere la mano iniziale. Aggiungiamo ciò al fatto che noi giocatori di Magic utilizziamo mazzi diversi, in formati diversi, contro avversari diversi e non ci troveremo mai a compiere la stessa scelta di mulligan due volte.

In altre parole, il mulligan non è una scienza esatta. Qualcuno potrebbe dirvi che sarebbe meglio prendere un mulligan, ma in circostanze normali sarebbe per loro impossibile dimostrarvelo. Dobbiamo invece affidarci al nostro istinto e ad alcune linee guida per compiere le nostre scelte.

Anche i giocatori di massimo livello mondiale possono avere opinioni diverse riguardo al mulligan in alcune situazioni. Possiamo dire che esiste una gamma "ragionevole" in cui è corretto sia prendere un mulligan che tenere la mano iniziale.

Prendere un mulligan significa rimescolare la propria mano nel grimorio all'inizio della partita e pescare una nuova mano con una carta in meno. Alcune persone utilizzano regole casalinghe che permettono uno o più mulligan "gratuiti", ma non è il caso dei tornei. Se giochiamo per divertimento e i mulligan gratuiti rendono la partita più gradevole per noi e per il nostro avversario, allora è una scelta giusta. Tuttavia, se aspiriamo a partecipare ai tornei, vi consiglio di giocare con la regola dei mulligan che viene utilizzata ai tornei anche quando vi state allenando. I mulligan sono una parte importante del gioco.

Anche se entrambi i giocatori prendono un mulligan, devono pescare una nuova mano di sei carte. Sebbene far pescare una carta in più a tutti i giocatori possa sembrare ininfluente, il mulligan ha un impatto diverso su mazzi diversi e ha anche conseguenze diverse se iniziamo per primi o per secondi. In un torneo, se il vostro avversario propone di prendere entrambi un mulligan gratuito, vi consiglio caldamente di non accettare.

Strategia di base per il mulligan

Ciò che vi sto per dire sembrerà ovvio, ma si tratta di un concetto davvero essenziale che è alla base di ogni strategia di mulligan.

Iniziare la partita con meno carte è uno svantaggio.

Prendere un mulligan è più che una scocciatura; è uno svantaggio e non è trascurabile. Ci impegniamo molto per ottenere vantaggio di carte e prendere un mulligan vuol dire regalare vantaggio di carte al nostro avversario!

Non è impossibile vincere una partita nella quale abbiamo iniziato con sei carte, ma è notevolmente meno probabile rispetto a quando iniziamo con sette carte. Il problema è ovviamente che le nostre probabilità di vittoria sono inferiori anche quando teniamo una pessima mano iniziale.

Non abbiate quindi timore nel prendere i mulligan! Ogni volta che siete insoddisfatti della vostra mano iniziale, considerate la situazione come una scelta del male minore. Mantenete il sangue freddo e prendete la decisione che ritenete vi offra maggiori probabilità di vittoria.

Le scelte sul mulligan sono difficili; sono basate sull'istinto e sulle complessità dell'interazione tra i due mazzi. A causa di questa complessità, è importante avere una strategia di partenza da utilizzare quando non abbiamo ancora il necessario livello di esperienza (in generale o con un mazzo particolare) per compiere la scelta giusta. Vi consiglio la "strategia da due a cinque terre", che funziona esattamente come state immaginando dal nome…

Tenete la vostra mano se avete tra due e cinque terre. Prendete un mulligan se avete zero, una, sei o sette terre.

Questa è la strategia che consiglio a chi sta imparando a giocare a Magic, ma non è molto diversa da quella che uso io per le mie scelte di mulligan. La mia stima è che questa strategia porti alla decisione giusta il 90% delle volte. Anche nei casi in cui non è la migliore, l'errore è comunque minimo.*

I mulligan in Limited

In confronto al Constructed, le partite in Limited sono più equilibrate, hanno una durata maggiore e l'esito è legato a elementi meno influenti. Queste sono esattamente le circostanze in cui il mulligan porta a maggiori svantaggi. In Limited, cercate di prendere meno mulligan possibile.

Le domande da porsi durante l'analisi della mano iniziale sono: "Ho fonti di mana di tutti i miei colori?" e "Ho qualcosa da giocare nei primi tre turni della partita?".

Se il mazzo è molto veloce, dobbiamo essere più pronti a prendere mulligan. In questo caso, vogliamo avere una creatura a basso costo nella nostra mano iniziale, per poter sfruttare il vantaggio a inizio partita. D'altra parte, se è il mazzo del nostro avversario a essere molto veloce, dobbiamo valutare bene se prendere un mulligan in caso di una mano lenta, per non trovarci troppo in svantaggio. Probabilmente non dovremo mai prendere un mulligan se abbiamo una mano solida con tre terre e quattro magie in Limited.

I mulligan in Constructed

Constructed è il formato in cui possiamo seguire meno la "strategia da due a cinque terre", perché le partite sono più veloci, i mazzi sono più potenti e subiamo più velocemente lo svantaggio, se teniamo una mano iniziale scadente. Le decisioni di mulligan saranno anche molto diverse a seconda del tipo di mazzo che giochiamo e del tipo di mazzo che ci troviamo ad affrontare.

Mazzi aggro

Proprio come in Limited, se uno dei due è un mazzo veloce, entrambi i giocatori dovrebbero essere più propensi a prendere un mulligan. Per esempio, se stiamo giocando un mazzo weenie rosso che ha l'obiettivo di infliggere danni prima possibile, le nostre probabilità di vittoria diminuiscono drammaticamente se non mettiamo in gioco una creatura nei primi due turni della partita. Una mano con quattro Montagne e tre spari dovrebbe portare a serie considerazioni di mulligan.

Mazzi di controllo

I mazzi di controllo sono all'atra estremità dello spettro. Dato che non abbiamo delle azioni devastanti da compiere a inizio partita, non cerchiamo nulla di particolare nella mano iniziale. Inoltre, la nostra strategia è basata sul vantaggio di carte, quindi iniziare con una carta in meno è un notevole svantaggio. I giocatori di controllo dovrebbero prendere mulligan relativamente raramente, a meno che non abbiano un numero sufficiente di terre o stiano giocando contro un mazzo veloce e abbiano disperatamente bisogno di una difesa immediata.

Mazzi midrange

I mazzi midrange sono più simili ai mazzi di controllo che ai mazzi aggro per quanto riguarda le decisioni relative al mulligan. Una differenza importante è tuttavia che un mazzo midrange avrà probabilmente alcune carte più adatte a una specifica tipologia di incontro e altre molto più deboli (Rubapensieri è ottima contro i mazzi controllo, ma è debole contro i mazzi aggro rossi; Morbo Avvizzente funziona al contrario). Se non sapete quale mazzo vi trovate davanti, dovete tendere a scegliere di non prendere mulligan. In questo modo, avete una flessibilità leggermente superiore di pescare le vostre migliori carte. Potete prendere un mulligan con una mano che contiene tre rimozioni contro un giocatore di controllo, che probabilmente non avrà nessuna creatura.

Mazzi lineari

Vi ricordo che i mazzi lineari sono il tipo di mazzo più estremo e concentrato su un singolo piano di gioco. Sono spesso basati su una singola carta o su una singola combinazione di carte e possono essere molto veloci e potenti. I mazzi lineari fanno crollare la "strategia da due a cinque terre", sia quando li giochiamo che quando ce li troviamo di fronte. Prendiamo per esempio il mazzo bianco-blu (WU) eroismo:

WU eroismo di Tom Ross

Download Arena Decklist

Il mazzo WU non ha un funzionamento come un normale mazzo di Magic. Invece di voler combattere ad armi pari, ha l'obiettivo di vincere la partita rapidamente, aggirando la maggior parte delle misure difensive degli avversari. Questo mazzo cerca di mettere in campo una creatura con eroismo e la bersaglia continuamente con effetti che la rendono enorme e imbloccabile, con anche il supporto di magie di protezione come il Volere degli Dei per salvarla dalle rimozioni.

Il mazzo bianco-blu eroismo è ottimo nell'utilizzo di una singola strategia di gioco, ma è debole se quella strategia non va a buon fine. Se la nostra mano iniziale non è ottima per il nostro piano di gioco, dobbiamo prendere un mulligan.

Questa mano ha fonti di mana di entrambi i colori e un buon insieme di terre e magie, ma non è ciò che serve per un mazzo WU eroismo. Non è in grado di raggiungere il primo obiettivo, che è mettere in gioco una creatura con eroismo! Inoltre, non contiene alcuna magia di protezione; se anche fossimo fortunati e pescassimo una creatura, il nostro piano verrebbe stroncato da una singola rimozione. Il nostro obiettivo è essere veloci; siamo in grado di sfruttare un vantaggio iniziale, ma non di recuperare se siamo in svantaggio. Ciò significa che non abbiamo tempo di aspettare e pescare partendo da una mano scadente. Abbiamo una possibilità molto superiore di vincere con una mano da sei carte rispetto che con questa mano; la scelta giusta è pendere un mulligan.

Immaginiamo ora di giocare un mazzo Abzan Midrange contro WU eroismo.

Abzan di Paul Cheon —Top 8 al GP Denver

Download Arena Decklist

Puntare sulla corsa al danno contro un mazzo WU eroismo è una causa persa, così come lo è anche difendersi bloccando. L'obiettivo deve invece essere annullare il piano dell'avversario, uccidendo la creatura con eroismo oppure facendola scartare con Rubapensieri. Rubapensieri è la nostra carta migliore e le rimozioni sono la nostra seconda migliore risorsa.

Analizziamo la seguente mano iniziale. Iniziamo per secondi e sappiamo che il nostro avversario gioca WU eroismo.

Questa mano non ha nessuna delle nostre migliori carte! Se il nostro avversario ha una mano forte, saremo nei guai ancor prima di lanciare Leggere le Ossa. Potremmo utilizzarlo per cercare una rimozione, ma è improbabile che riusciremo a superare un singolo Volere degli Dei con questa mano, figuriamoci se l'avversario ha più magie di protezione. Dobbiamo prendere un mulligan e cercare qualcosa di meglio nelle successive sei carte.

Carte chiave

Esistono alcuni mazzi e alcune tipologie di incontri in cui una singola carta è estremamente importante. Rubapensieri contro WU eroismo è un esempio; esempi ancor migliori sono Autorità Jeskai nel mazzo combo Autorità Jeskai e Collera degli Dei contro un mazzo aggro monorosso.

Quando abbiamo una carta la cui presenza influenza notevolmente la nostra probabilità di vincere la partita, dobbiamo tenerla in considerazione nelle nostre scelte di mulligan. Se stiamo giocando contro WU eroismo e abbiamo una mano mediocre senza Rubapensieri, possiamo serenamente pendere un mulligan, perché qualsiasi mano da sei carte con Rubapensieri è probabilmente migliore. D'altro canto, possiamo valutare di rischiare con una terra e due Rubapensieri, proprio perché è la carta più forte per noi in questo incontro.

Prendere un mulligan e avere meno di sei carte

L'impatto della perdita di una carta è amplificato con il diminuire del numero di carte. I mulligan oltre il primo hanno un costo estremamente alto e devono essere evitati il più possibile.

In breve, dopo uno o più mulligan, se vediamo una possibile via verso la vittoria nella nostra mano iniziale, dobbiamo tenerla.

Per esempio, in Sealed Deck, conviene tenere una mano con solo sei terre, a patto che abbiamo fonti di mana di tutti i nostri colori. La probabilità che le nostre prime cinque pescate ci aiutino sono più elevate delle probabilità di prendere un altro mulligan e pescare le cinque carte che desideriamo di più (probabilmente vorremmo tre terre con tutti i nostri colori e due magie a basso costo... una richiesta notevolmente difficile da esaudire!).

Ovviamente, se la nostra mano con sei carte non ha alcuna terra o non ha alcuna realistica via verso la vittoria, dobbiamo pendere un mulligan e scendere a cinque. Avere meno di cinque carte in mano vuol dire essere a un passo dalla sconfitta ed è quindi meglio tenere qualsiasi mano da cinque carte che abbia almeno una terra.

Ricordatevi semplicemente di essere meno esigenti quando il numero di carte diminuisce. Consideratelo anche nella scelta se prendere un mulligan quando avete sette carte. E se la vostra mano da sei carte fosse scadente e doveste scendere a cinque o meno carte?

Non c'è una facile risposta alla difficile domanda sul prendere mulligan oppure no. C'è un'ampia gamma di fattori che influenzano la decisione e un elevatissimo numero di modi in cui il gioco si può sviluppare, indipendentemente dalla vostra scelta.

Tuttavia, nonostante la complessità dell'ambiente, ogni decisione di mulligan si basa su una semplice domanda: Le nostre probabilità di vittoria sono più alte se pendiamo un mulligan oppure se teniamo la mano? A volte sarete arrabbiati per i mulligan precedenti o vi sentirete imbarazzati nel perdere dopo aver tenuto una mano rischiosa. Se riuscirete a tenere in considerazione anche questi fattori, potrete affrontare ancor meglio la situazione. Come in molte situazioni in Magic, il meglio che possiamo fare è rimanere tranquilli e compiere le scelte di mulligan a sangue freddo.


*Ai livelli più alti di competizione, soprattutto in Constructed, dovrete essere più propensi a pendere un mulligan rispetto alla "strategia da due a cinque terre". Ciò contribuisce alla credenza che tenere una mano rischiosa sia un segno di forza, mentre prendere un mulligan sia un segno di debolezza. Tuttavia, ci sono rischi associati anche a prendere un mulligan. Se volete leggere di più su questo argomento, vi consiglio l'articolo "Reasons to Keep Keeping."

Latest Level One Articles

Level One

October 5, 2015

Level One: The Full Course by, Wizards of the Coast

Professor Reid Duke has dismissed class. Level One is on hiatus, as Duke has paved his way through his entire syllabus to show you how to get better at Magic. However, we know not everyo...

Learn More

LEVEL ONE

September 28, 2015

Becoming a Better Player by, Reid Duke

This will be the final article that I write for Level One. For the time being, the column will be going on hiatus. Over fourteen months, I've tried my best to build a complete, self-conta...

Learn More

Articles

Articles

Level One Archive

Consult the archives for more articles!

See All