La teoria "Line-Up"

Posted in Level One on February 23, 2016

By Reid Duke

Over the span of the last nineteen years, since he was five years old, Reid has been a player, a deck builder, a collector, and a lover of the Magic world. Today, he’s a full-time professional Magic player and writer.

In Level One, Reid Duke spiega i principi fondamentali di Magic. Questo articolo è stato pubblicato lo scorso anno in inglese ed è ora è disponibile in italiano. Buona lettura !


Mio padre ha lavorato per anni come pittore e falegname e mi ha sempre detto che "esiste un attrezzo adatto a ogni lavoro".

Era un esperto nel suo mestiere e credo che sarebbe riuscito a dipingere la Cappella Sistina anche con il rullo per dare il bianco alla parete, ma ciò non sarebbe mai successo. Lui aveva scrupolosamente messo insieme un'enorme collezione di pennelli da pittura: rulli più grandi per pareti e soffitti, pennelli di medie dimensioni per porte e pennelli a punta per angoli e dettagli.

Se mi dovessi mai stufare di aiutare mio padre a dipingere e non riuscissi a trovare il pennello giusto tra un compito e l'altro, lui si fermerebbe immediatamente per dire che non bisogna fare nulla a meno che non lo si faccia nel modo giusto.

La teoria Line-Up di Magic ci insegna come utilizzare l'attrezzo giusto per ogni lavoro. Da bambino ero molto impaziente e credevo di saper svolgere i lavori e credevo che il sistema di pennelli per la pittura di mio padre fosse scocciante e superfluo. Oggi sono invece enormemente grato per i valori che mi ha trasmesso.

Dovete sapere che, quando commettevo un errore mentre dipingevo, la conseguenza sarebbe potuta essere un viaggio in più da Lowes per comprare un nuovo pennello o altra vernice. In Magic, abbiamo una sola possibilità e non possiamo tornare indietro nel tempo. Se sprechiamo la nostra Caduta dell'Eroe sul Rinoceronte da Assedio del nostro avversario invece di utilizzare la Falciata Omicida, rischiamo di perdere dalla sua Elspeth, Campionessa del Sole e abbandonare le speranze di vincere il torneo. Dobbiamo utilizzare nel modo giusto le nostre risposte alle minacce del nostro avversario. Dobbiamo fare in modo che per lui sia il più difficile possibile fare lo stesso contro di noi.

Pazienza

La teoria Line-up viene utilizzata per determinare i nostri piani a lungo termine. A volte, in una partita velocissima contro un mazzo rosso aggro, dobbiamo semplicemente fare del nostro meglio per sopravvivere. Tuttavia, più le partite sono lunghe, più diventa importante trovare la giusta risposta alle minacce del nostro avversario, prendendo in considerazione le azioni che lui potrebbe compiere nel resto della partita.

Spesso, ciò significa essere pazienti. Significa non puntare a una vittoria rapida oppure significa accettare di subire alcuni danni dalla creatura dell'avversario. Saremo tentati di utilizzare il nostro Sommergere nel Fuoco Draconico per sbarazzarci del Divinatore del Fumo del nostro avversario, ma dovremo prima chiederci se esiste un modo migliore per gestirlo. Forse ci conviene tenerci Sommergere nel Fuoco Draconico per una creatura volante più tardi. Forse la scelta migliore è semplicemente lasciare che il Divinatore del Fumo ci attacchi per un paio di turni, in attesa di pescare una creatura con cui bloccarlo. Una volta che avremo iniziato a utilizzare la teoria line-up, avremo la risposta giusta a questa situazione.

Mazzo contro mazzo

Nella forma più estrema e pura della teoria line-up, dobbiamo considerare il nostro intero mazzo contro l'intero mazzo del nostro avversario. Questo è un esempio del formato Standard che mi sono trovato davanti recentemente. Prendiamo questi due mazzi.

Sultai Control di Jack Fogle

Download Arena Decklist
Sideboard (15)
2 Fendente Sdegnoso 2 Tasigur, la Zanna d’Oro 3 Seminamorte Rakshasa/p> 1 Zittire i Credenti 2 Negare 2 Cura di Farika/p> 2 Annegare nel Dolore 1 Liliana Vess

Blu-nero controllo di Jelger Wiegersma

Download Arena Decklist

Entrambi sono mazzi di controllo, ma il mazzo blu-nero è più orientato al controllo, con più contromagie, mentre il mazzo Sultai (nero-verde-blu) ha il Satiro Apripista e più Planeswalker.

Il mio compagno di squadra Jelger Wiegersma ha spiegato perché si sentiva così sicuro nella prima partita con il mazzo blu-nero di controllo contro il mazzo Sultai. "Penso che la chiave sia di non contrastare mai le magie che permettono loro di pescare. Di solito hanno circa sei minacce e io ho circa venti risposte. Alla fine il loro mazzo finirà prima del mio" (chi termina le carte del mazzo perde la partita).

La strategia di Jelger per questa tipologia di incontro è la forma più estrema della teoria line-up. Ha analizzato entrambe le liste dei mazzi ed è riuscito a cogliere l'essenza di questa tipologia di incontro: il mazzo Sultai possiede un numero ridotto di carte in grado di vincere la partita! Scegliendo di tenere i suoi Fendente Sdegnoso, Dileguare e Caduta dell'Eroe per rispondere solo a quelle carte, l'avversario sarebbe stato indifeso!

Questo utilizzo della teoria line-up è strettamente legato all'inevitabilità. La tipologia di incontro tra il blu-nero controllo e il Sultai porta di solito a partite lunghe. Se la durata è sufficiente e il giocatore del mazzo blu-nero controllo utilizza la teoria line-up, vincerà sempre, perché il giocatore del mazzo Sultai non avrà semplicemente abbastanza carte da superare le risposte del giocatore del mazzo blu-nero!

E se il giocatore del mazzo blu-nero non utilizzasse la teoria line-up? Immaginate un Reid a dieci anni che passa direttamente dall'utilizzo del pennello sbagliato a una sfida tra due mazzi di controllo di Magic. Magari il giocatore del mazzo Sultai salta un paio di giocate di terra a inizio partita, spingendo Reid a utilizzare i suoi Dileguare per neutralizzare un paio di Satiro Apripista. Al sesto turno utilizza un Fendente Sdegnoso su uno Scavare nel Tempo e all'ottavo turno ripete la stessa azione. Vari turni dopo, un Rubapensieri libera la strada per Garruk, Predatore Supremo e il giocatore del mazzo Sultai riesce a vincere la partita.

Questo esempio ci mostra l'importanza della teoria line-up e di quante possibilità perdiamo se la ignoriamo. A causa del contenuto dei due mazzi e del lento inizio del giocatore Sultai, sarebbe dovuto essere ovvio che avrebbe vinto il giocatore con il mazzo blu-nero. Il Reid ragazzino ha compiuto scelte ragionevoli in ogni momento della partita. Tutte le magie che ha neutralizzato sembravano relativamente importanti e non ha commesso alcun errore evidente. Tuttavia, poiché non è riuscito a valutare l'intera partita, ha permesso all'avversario di portare a casa la vittoria.

Mano contro mano

Il mazzo blu-nero controllo è il mazzo più di controllo del formato Standard e ha inevitabilità in praticamente ogni tipologia di incontro. È un mazzo perfetto per applicare la teoria line-up mazzo contro mazzo. Tuttavia, una buona comprensione della teoria line-up può essere utile anche per giocare contro il mazzo blu-nero controllo. Diamo un'occhiata alla situazione dal punto di vista del giocatore Sultai.

Il giocatore Sultai ha una difficoltà da superare. Il giocatore blu-nero ha inevitabilità e, analizzando le due liste dei mazzi, sembra ovvio che il mazzo blu-nero vincerà. Vincerà a meno che il giocatore Sultai non riesca a compiere qualcosa di speciale.

Il giocatore Sultai può comunque ottenere un vantaggio da una buona comprensione della teoria line-up mazzo contro mazzo. Deve cercare di capire se l'avversario sta utilizzando una strategia basata sulla teoria line-up. Contro il Reid ragazzino, sarebbe stato evidente fin dall'inizio che non era abbastanza attento nell'utilizzo delle sue magie di permesso e che non aveva una visione dell'intera partita. In questo caso, potrebbe esistere un modo per sfruttare la situazione e riuscire a vincere la partita.

Una volta che alcune magie di permesso sono state giocate... sprecate su magie dallo scarso impatto oppure macinate con una fortunata attivazione di Ashiok, Tessitore di Incubi... è possibile che l'inevitabilità passi dal giocatore blu-nero al giocatore Sultai. Il giocatore Sultai deve porre molta attenzione per poter sfruttare una tale situazione.

Il giocatore Sultai non vuole però puntare solo su questa strategia, poiché dipende da un colpo di fortuna nelle pescate o in un errore dell'avversario. Immaginiamo di giocare un mazzo Sultai, di trovarci di fronte Jelger Wiegersma con un mazzo blu-nero controllo e di sapere (grazie a questo articolo) che ha un'ottima comprensione della teoria line-up mazzo contro mazzo. Come possiamo cercare di vincere?

Il mio consiglio è di utilizzare la teoria line-up mano contro mano. In questo modo non puntiamo su una vittoria a lungo termine, ma non abbiamo neanche una fretta eccessiva. Prendiamo invece in considerazione le risorse che ogni giocatore ha immediatamente disponibili e cerchiamo di coglierne un vantaggio.

Iniziamo per secondi. Nel nostro secondo turno, abbiamo entrambi due terre in campo e lanciamo un Rubapensieri.

Questa è la nostra mano:

E questa è la mano del nostro avversario:

Usiamo questo Rubapensieri come esercizio per la teoria line-up. Per iniziare, in base alla teoria line-up mazzo contro mazzo sappiamo che non abbiamo inevitabilità e che dobbiamo cercare di forzare l'azione. In base alla teoria line-up mano contro mano sappiamo che la nostra Caduta dell'Eroe potrà rispondere all'Ashiok, Tessitore di Incubi del nostro avversario e che il nostro Fendente Sdegnoso servirà contro l'Ingegnosità di Jace. Con questo ragionamento, potremmo scegliere di far scartare il Dileguare o la Caduta dell'Eroe, poiché queste sono le risposte che permetterebbero al nostro avversario di gestire il nostro Ashiok.

Se pensiamo che il nostro avversario potrebbe tappare tutte le terre al terzo turno per giocare il suo Ashiok, possiamo scegliere di fargli scartare la Caduta dell'Eroe. Altrimenti, gli facciamo scartare il Dileguare. Poi, invece di lanciare subito il nostro Ashiok, possiamo valutare la possibilità di tenerlo in mano per qualche turno. Il motivo per voler aspettare è per pescare un altro Rubapensieri e utilizzarlo per far scartare la Caduta dell'Eroe, per liberare la strada al nostro Ashiok. Se invece scambiamo immediatamente Ashiok per la Caduta dell'Eroe, abbiamo rinunciato alla possibilità di scambiare un Rubapensieri per la Caduta dell'Eroe, nel caso in cui lo pescassimo.

Non abbiamo la sicurezza di vincere questa partita, ma questa è la migliore strategia a nostra disposizione in base alle carte che abbiamo in mano noi e le carte che ha in mano il nostro avversario. Ci offre le maggiori probabilità di vincere una partita in una tipologia di incontro altrimenti sfavorevole.

Rubapensieri ci offre i migliori esempi di applicazione della teoria line-up mano contro mano, per l'ovvio motivo che ci permette di vedere la mano del nostro avversario (se siete interessati a leggere qualcosa in più sul Rubapensieri e sul suo legame con la teoria line-up, vi consiglio l'articolo "Thoughtseize You"). Tuttavia, dobbiamo utilizzare lo stesso processo mentale anche quando non sappiamo con certezza ciò che il nostro avversario ha in mano.

Immaginiamo di giocare con un mazzo Abzan contro un mazzo bianco-rosso e il nostro avversario lancia un Goblin Trascinatore di Folle. Sappiamo che potremo ucciderlo sia con il Morbo Avvizzente che con il Prezzo Definitivo e dobbiamo decidere quale utilizzare. Questo è un esempio di applicazione della teoria line-up mano contro mano!

La risposta dipende dai dettagli della situazione. Pensiamo che il nostro avversario abbia uno Slancio dei Cuccioli dell’Orda? Oppure un Drago Soffio di Tempesta? In mano abbiamo un altro modo per gestire queste due minacce? Il nostro mazzo ha molte carte per gestire queste due minacce? La risposta dipende dagli strumenti che noi e il nostro avversario abbiamo a disposizione e questo è proprio la chiave della teoria line-up.

La teoria line-up in Limited

In Constructed, dobbiamo sempre ragionare in base alla teoria line-up mano contro mano. La teoria line-up mazzo contro mazzo è molto utile, ma è applicabile solo in tipologie di incontri relativamente estreme.

In Limited, sono entrambe importati. In Limited abbiamo la difficoltà ulteriore di avere spesso poche informazioni sul contenuto del mazzo dell'avversario. Raramente sappiamo chi ha inevitabilità o a quali carte forti ha accesso il nostro avversario. Detto ciò, le partite Limited hanno spesso una lunga durata (soprattutto in sealed deck). Quando una partita sta andando per le lunghe, avere pazienza e utilizzare la teoria line-up può far aumentare le nostre probabilità di successo.

Agli albori del formato Limited di Magic esisteva un detto: "utilizza una rimozione solo su una creatura in grado di ucciderti". Le partite di oggi sono un po' più veloci e il tempo ha un impatto più grande rispetto al passato. Non consiglio quindi di applicare quel detto senza rifletterci bene. Ci sono comunque dei sicuri insegnamenti da cogliere da quell'approccio così estremo al gioco.

Vi ricordate l'esempio del Divinatore del Fumo e di Sommergere nel Fuoco Draconico? Sommergere nel Fuoco Draconico è una carta molto forte in Limited, poiché è in grado di gestire una grande varietà di minacce. Immaginiamo questa sequenza di eventi molto frequente.

  1. Johnny inizia per primo, ma non gioca alcuna creatura nei primi due turni.
  2. Jenny gioca un Divinatore del Fumo nel suo secondo turno.
  3. Johnny lancia Sommergere nel Fuoco Draconico sul Divinatore del Fumo.
  4. Jenny gioca un Esploraventi Jeskai.
  5. Johnny gioca una Pattuglia della Via del Sale, ma alla fine perde a causa delle creature volanti di Jenny.

Che cosa è andato storto in questa storia? Sembra che Johnny non abbia utilizzato la teoria line-up. La Pattuglia della Via del Sale è uno strumento perfetto per gestire il Divinatore del Fumo, mentre Sommergere nel Fuoco Draconico era l'unico strumento a disposizione di Johnny per gestire le creature volanti.

Nel formato Sealed Deck, dobbiamo di solito immaginare che il nostro avversario abbia una o più rare bomba nel mazzo. Sebbene non possiamo sapere quali siano, dobbiamo aumentare al massimo le nostre probabilità di essere preparati per il momento in cui le giocherà.

In altre parole, potrebbero esistere altri modi per sconfiggere il Predatore del Picco del nostro avversario, mentre avremo disperatamente bisogno della Propagazione delle Ombre nel momento in cui lui giocherà Atarka, Dissolutrice del Mondo.

Nella prima partita faremo del nostro meglio, cercando di avere pazienza e prontezza. Nella seconda partita, dopo aver visto carte come Atarka, cercheremo di iniziare ad applicare la teoria line-up mazzo contro mazzo, pensando "mi tengo la Propagazione delle Ombre per Atarka e non la giocherò su nessuna altra creatura".

Come diceva mio padre, "esiste un attrezzo adatto a ogni lavoro". Sbarazzarsi di una carta come Atarka, Dissolutrice del Mondo necessita di uno strumento molto speciale e non vogliamo essere sorpresi senza averlo. Cerchiamo sempre le risposte migliori alle minacce del nostro avversario. Siamo attenti e pazienti e facciamo il possibile per aumentare le probabilità di essere pronti, quando sarà il momento di agire.

Latest Level One Articles

Level One

October 5, 2015

Level One: The Full Course by, Wizards of the Coast

Professor Reid Duke has dismissed class. Level One is on hiatus, as Duke has paved his way through his entire syllabus to show you how to get better at Magic. However, we know not everyo...

Learn More

LEVEL ONE

September 28, 2015

Becoming a Better Player by, Reid Duke

This will be the final article that I write for Level One. For the time being, the column will be going on hiatus. Over fourteen months, I've tried my best to build a complete, self-conta...

Learn More

Articles

Articles

Level One Archive

Consult the archives for more articles!

See All