In attesa di Grenzo

Posted in Beyond the Basics on 18 Agosto 2016

By Gavin Verhey

When Gavin Verhey was eleven, he dreamt of a job making Magic cards—and now as a Magic designer, he's living his dream! Gavin has been writing about Magic since 2005.

È tornatoooo!

Art by Svetlin Velinov
Illustrazione di Svetlin Velinov

Adoro sempre le volte in cui abbiamo l’occasione di riprendere i personaggi. Con la seconda edizione di Conspiracy abbiamo un’altra possibilità di visitare il mondo intricato di Fiora... e i suoi molti abitanti.

Parliamo quindi di uno dei suoi personaggi: Grenzo.

L’ultima volta che abbiamo incontrato l’eroe di oggi, si trovava nelle segrete di Fiora. Ci ha mostrato di essere di un livello superiore agli altri goblin e ha avuto anche una storia molto interessante che potete leggere qui.

Ma che fine ha fatto?

Insomma, Grenzo è, per fortuna, vivo e vegeto. Il suo ruolo è però... in un certo senso cambiato. Nel processo, ha perso un colore ed è tornato per seminare devastazione.

A questo punto, penso che sia il momento di mostrarvi la carta. Preparatevi a incontrare la nuova forma di Grenzo.

È il momento di generare un po’ di caos.

Se non avete seguito le anteprime di Conspiracy: Take the Crown, goad è una delle nuove abilità dell’espansione. Quando provochiamo una creatura, essa è costretta ad attaccare il turno successivo e, se c’è un altro giocatore oltre a noi che potrebbe attaccare, quella creatura non ci potrà attaccare. Un buon livello di caos davvero!

Questa è la prima opzione. La seconda opzione è un vantaggio di carte in un modo notevole: per ogni creatura con cui riusciamo a colpire il nostro avversario, abbiamo la possibilità di lanciare una carta che non avremmo altrimenti potuto lanciare (è molto importante ricordare che non possiamo giocare le terre esiliate in questo modo. Grenzo usa il verbo “lanciare”, che significa che possiamo solo lanciare le magie, non giocare le terre).

Tutto ciò su un 2/2 a un costo di due mana, un ottimo affare! Si tratta di un’ottima creatura per la nostra curva, con un notevole vantaggio.

Grenzo ha molti ottimi aspetti, ma oggi voglio puntare l’attenzione su uno in particolare. Quando valutiamo le creature, questo è un elemento che dobbiamo sempre tenere d’occhio. Nonostante non sia l’unico elemento da considerare quando cerchiamo di determinare quanto una creatura sia forte, è spesso un elemento degno di attenzione.

Vediamolo subito!

Impatto immediato

Un elemento è condiviso da tante creature: il turno in cui le lanciamo non ci offrono alcun vantaggio. Immaginiamo di lanciare una creatura senza abilità particolari. Escludendo la possibilità di bloccare, abbiamo speso mana per una carta senza aver generato alcun effetto in quel turno. Se, in qualche modo, il nostro avversario rimuove la nostra creatura, non avrà alcun effetto del tutto.

Immaginiamo un tipo di partita assai bizzarro. Il nostro avversario pesca e lancia un Orso Zampa di Runa ogni turno. Noi peschiamo e lanciamo una Lama del Fato ogni turno. Questa partita non andrà da nessuna parte e, alla fine, qualcuno terminerà il mazzo.

Sebbene questa situazione sia irreale, l’idea alla base è la seguente: se continuiamo a scambiare una carta per una carta, non andiamo da nessuna parte. Tuttavia, se troviamo un modo per rompere questa parità, possiamo passare in vantaggio... e questo è uno degli elementi di base del vantaggio di carte. Questo è il motivo per cui vogliamo sempre ottenere il massimo possibile dalle nostre creature.

Ora, tutti abbiamo bisogno di creature (d’accordo, con l’eccezione dei giocatori combo con tempesta). Sono degli investimenti a lungo termine. Possono attaccare finché non muoiono. Se il nostro avversario utilizza una rimozione, sarà una rimozione in meno che avrà per le altre nostre creature. La capacità di bloccare immediatamente non è sicuramente insignificante (sebbene nei formati Constructed non sia garantito che tutti gli avversari attacchino!), ma ciò non significa che non possiamo andare alla ricerca anche di creature che abbiano un impatto sulla partita quando le lanciamo... e molte delle creature più forti di Magic sono proprio creature che fanno parte di questa categoria.

Rivediamo l’abilità di Grenzo.

Una distinzione importante, che è anche una gran parte della forza di Grenzo, è il fatto che l’abilità non richieda che sia precisamente Grenzo a infliggere danno da combattimento. Qualsiasi creatura può compiere lo sporco lavoro per Grenzo. Ciò significa che possiamo lanciare Grenzo prima di attaccare e poi ottenere la ricompensa di Grenzo se l’attacco delle nostre creature riesce ad andare a segno (più creature, meglio è!).

Dopo tutto, perché aspettare?

L’effetto unico di Grenzo è solo uno dei tanti modi in cui una creatura può influenzare la partita immediatamente. Non esistono molti effetti come quello di Grenzo. Tuttavia, è molto simile ad altre abilità che appaiono più spesso... e su cui vale la pena tenere un occhio quando dobbiamo valutare la forza delle carte. Vediamo insieme tre dei modi più comuni in cui può avvenire.

Rapidità

Rapidità! All'attacco! Danno! Pow! Wham! Bam!

Rapidità rimuove la parte “le tue creature non fanno nulla in questo turno", permettendo di attaccare immediatamente.

Grazie a rapidità, il nostro avversario non sa che attacco subirà e potrebbe portare a molti danni dal nulla. Magari tappa tutte le sue creature per attaccarci e rimane scoperto contro un attacco con rapidità!

Inoltre, rapidità aiuta le creature nell’essere più forti in ogni momento della partita, perché sono attive da subito: un Solifugo Gigante all’ottavo turno è sempre in grado di cogliere di sorpresa il nostro avversario, se non ha tenuto alcuna creatura in difesa, mentre una versione senza rapidità offre un intero turno per prepararsi.

Bisogna anche notare che rapidità è di solito più efficace nei mazzi aggressivi, in quanto infliggere qualche danno extra da parte di un mazzo di controllo non è di solito l’obiettivo principale.

Abilità di entrata in campo

Le creature che hanno abilità di entrata in campo (o abilità che si innescano quando vengono lanciate, se siete un Eldrazi) offrono un risultato immediato, replicando un effetto simile a una magia, associato a una creatura. In questo modo, ci viene garantito di ottenere qualcosa.

Queste ricompense sono spesso sotto forma di vantaggio di carte, ma non sempre. Possono essere un piccolo bonus per aver utilizzato quella creatura.

Questi effetti possono essere di tipi diversi, in quanto un effetto di entrata in gioco può essere proprio di ogni tipo! Un buon metodo per verificare quanto forte possa essere una carta è il confronto con le magie esistenti che hanno effetti simili, combinato con il costo della creatura base. Per esempio, confrontiamo la Disposizione del Terreno e il Ranger delle Terre di Confine.

La Disposizione del Terreno costa un mana verde. Un 2/2 costa di solito due mana. Combinati, otteniamo entrambi... che è in effetti un pacchetto potente, dato che otteniamo due effetti: una creatura e una magia. Nonostante non giocheremmo spesso la Disposizione del Terreno o una creatura 2/2 senza abilità, in questo caso possiamo avere due carte in una. Alcuni mazzi Constructed potrebbero volere questa carta.

Proviamo con un altro confronto.

Questo è un confronto facile: il Vagabondo Pensoso può offrirci tutto ciò che offre la Divinazione, con anche la possibilità di pagare due mana in più e ottenere un 2/2 volante. Anche al costo di cinque mana, è un buon affare, dato che Divinazione costa tre mana e un 2/2 volante di solito costa tre mana; in questo caso, otteniamo i due risultati combinati! Dovremo praticamente scegliere sempre il Vagabondo Pensoso rispetto alla Divinazione.

Ora, questo ragionamento non è sempre vero: per prima cosa, devono essere effetti che desideriamo. Ma, se una carta ci offre un buon sconto sul prezzo, vale sempre la pena prenderla in considerazione.

Bisogna anche notare che, in uno spazio simile, si trovano le abilità che possiamo attivare subito, come quelle del Reclutatore della Guardia del Crepuscolo o del Famiglio del Giudice, e le abilità statiche che hanno un impatto sulle altre carte, come quella della Perfetta Autoritaria. Queste sono creature che, con mana a sufficienza o un determinato stato del gioco, possono offrire qualcosa immediatamente, se giocate a partita avanzata.

Abilità innescate dalla morte

Queste sono un po’ diverse rispetto alle altre due. Mentre le altre ci danno un vantaggio garantendoci che la nostra creatura ci offra una ricompensa immediatamente, le creature con abilità innescate dalla morte hanno raramente un effetto nel turno in cui le lanciamo.

Tuttavia, ciò non significa che non abbiano un impatto immediato sulla partita. Il nostro avversario dovrà studiare come evitare il loro effetto. Sarà disposto ad attaccare e a far morire la nostra creatura? Sarò disposto a ucciderla? Vorrà ancora lanciare la sua rimozione globale?

Inoltre, le abilità innescate dalla morte offrono anche un piccolo vantaggio nella corsa uno-per-uno.

Immaginiamo la situazione precedente dell’Orso Zampa di Runa e della Lama del Fato. Se ognuno di quegli Orso Zampa di Runa infliggesse 1 danno all’avversario quando muore, allora, anche se un singolo danno non “vale la pena di dedicare un’intera carta”, ci permetterebbe di rompere l’equilibrio infliggendo quel singolo danno ogni volta. La rottura dello stallo è data dai piccoli vantaggi.

Anche se l'avversario uccide la nostra creatura con l'abilità innescata dalla morte, noi otteniamo qualcosa.

I piccoli vantaggi

Queste non sono le abilità che offrono una ricompensa immediatamente e non sono gli elementi necessari per rendere forti le creature. Se però osserviamo le creature giocate spesso (e anche draftate spesso), scopriremo che molte di esse hanno uno di questi tre tratti... o, in qualche modo, hanno un impatto immediato sulla partita.

Grenzo desidera continuare la sua storia.

Si rivela essere un ottimo comandante, in quanto è una rara fonte rossa di vantaggio di carte ed è anche economico, se lo lanciamo a inizio partita. Non vedo l’ora di poterlo giocare... insieme alla sua banda di creature... nei miei prossimi Cube. Potrei immaginarlo anche giocato nel formato Legacy.

Dove lo troveremo quindi? Un posto dove sono sicuro che lo troveremo è in Conspiracy: Take the Crown! Date un’occhiata all'espansione. È stato un grande piacere lavorare con i team di entrambe le espansioni di Conspiracy e non vedo l’ora di realizzarne una terza, che possiate godervi tutti voi. Se la prima Conspiracy vi è piaciuta, adorerete anche questa. Se non avete mai giocato con Conspiracy, vi do il benvenuto.

Ci rivediamo la prossima settimana con un nuovo articolo della rubrica Beyond the Basics. Nel frattempo, se avete commenti o domande su Grenzo, sul modo di valutare le creature o su qualsiasi altro argomento, scrivetemi! Potete contattarmi su Twitter, su Tumblr o via mail scrivendo a BeyondBasicsMagic@gmail.com.

Ci rivediamo presto! Che possiate essere voi a tramare una cospirazione, invece di essere tra quelli che la subiscono.

Gavin
@GavinVerhey
GavInsight

Latest Beyond the Basics Articles

BEYOND THE BASICS

20 Luglio 2017

Il tocco della morte by, Gavin Verhey

Abbiamo fatto molta strada dal Basilisco dei Boschi. Il Basilisco dei Boschi, che fa parte della Limited Edition (Alpha), aveva una versione preliminare di tocco letale e per noi è una...

Learn More

BEYOND THE BASICS

13 Luglio 2017

Draftare le carte da sideboard by, Gavin Verhey

Quando sentiamo la parola "sideboard", probabilmente pensiamo ai mazzi da 60 carte. Pensiamo alle nottate dedicate alla scelta attenta di quelle precise quindici carte che possiamo aggiun...

Learn More

Articoli

Articoli

Beyond the Basics Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All