Costruiamo un motore

Posted in Beyond the Basics on 5 Gennaio 2017

By Gavin Verhey

When Gavin Verhey was eleven, he dreamt of a job making Magic cards—and now as a Magic designer, he's living his dream! Gavin has been writing about Magic since 2005.

Accendere i Motori!

... ma non proprio in questo modo.

Oggi vi voglio parlare di un motore di tipo diverso. Un motore che ha fatto parte di Magic fin dagli albori. Quando i primi costruttori di mazzi hanno preso in mano i loro strumenti di pietra per costruire i primi mazzi, hanno iniziato a utilizzarli e a scoprire ciò che sarebbe successo, la prima persona deve aver provato la stessa emozione della scoperta del(la) (palla di) fuoco.

Mi riferisco ai motori delle combo.

Oggi analizzeremo le carte che hanno il ruolo di motori da combo: quali sono, come identificarle e come utilizzarle per sconfiggere i nostri avversari.

Ah, vi mostrerò anche un'appetitosa carta in anteprima di Rivolta dell'Etere.

Che ne dite? Si parte!

Trovare un motore da combo

D'accordo... che cosa significa motore da combo?

Quando parliamo di carte singole che hanno il ruolo di motori da combo, ci riferiamo a carte intorno a cui costruire un mazzo, insieme a una combinazione di altre carte. In generale, la carta è un permanente, in modo che possa rimanere sul campo di battaglia e continuare a supportare la nostra strategia.

Ogni volta che vedo un motore da combo, le rotelle nella mia testa iniziano immediatamente a girare e a chiedersi come utilizzarlo. Sebbene a volte siano discreti o siano un motore da combo in un modo inaspettato, di solito le carte sono evidenti.

Quali sono i loro elementi caratteristici? Se una carta rimane sul campo di battaglia e ha un effetto speciale, è un ottimo inizio. Poi dobbiamo cercare una carta che ci aiuti a generare risorse o effetti in più occasioni. Un buon motore ci aiuterà spesso a compiere un'azione più volte.

Vediamo alcuni esempi di motore da combo.

Il Prodigio dell'Eterurgia ci offre l'energia e un modo per spenderla. Se fosse solo un modo per ottenere più volte energia, sarebbe comunque un motore, ma la seconda abilità è così forte da sola che la carta ha fatto anche un'apparizione al Pro Tour Kaladesh.

Questo è un elemento di un motore di vari anni fa, che ha permesso di ottenere grandi risultati. Stappare le terre permette di generare mana con qualsiasi terra in grado di produrre più di un mana (per esempio, l'Accademia di Tolaria) o con un modo per metterlo sul campo di battaglia pagando un costo più ridotto.

Questo è un motore che ha un enorme potenziale. Duplicare tutti gli effetti di entrata sul campo di battaglia fa capire chiaramente il tipo di carte che dobbiamo aggiungere... e dobbiamo solo scegliere quelle giuste.

Questa potrebbe sembrare una creatura mediocre, con un'abilità attivata a tre mana, ma poter riutilizzare le abilità di entrata sul campo di battaglia significa che il primo effetto che cerchiamo è la generazione di mana all'entrata sul campo di battaglia. Insieme al Sorvegliante della Covata può quindi creare infinite abilità di entrata e uscita dal campo di battaglia, che si possono sfruttare con carte come la Tagliagole di Zulaport.

Questo imponente artefatto è una macchina di moto perpetuo, che ci permette di...

Oh! Immagino che questa non l'abbiate mai vista. Ecco a voi la nostra carta in anteprima di Rivolta dell'Etere!

Non solo è un motore, ma è anche un potenziale motore da combo. È un effetto ripetibile, su un permanente, che genera risorse. Mi fa venire in mente il caro vecchio Palincrono.

Analizziamola insieme.

Costruire un mazzo con un motore da combo

D'accordo. Immaginiamo di aver scelto il motore da combo intorno a cui vogliamo costruire un mazzo. Il passo successivo è determinare come utilizzarlo!

Con la Macchina del Paradosso, dobbiamo determinare come sfruttare al meglio l'effetto. Quali sono le carte che vogliamo stappare più volte?

Abbiamo varie possibilità. Iniziamo con una che a me sembra la più evidente: abilità di mana!

La Macchina del Paradosso non stappa le nostre terre... sarebbe troppo semplice... ma può stappare tutte le altre carte che producono mana. Le creature e gli artefatti che producono mana vengono ora stappate ogni volta che lanciamo una magia; se raggiungiamo la massa critica, possiamo lanciare tutte le nostre magie gratuitamente o addirittura ottenere mana in più!

Questo è il punto in cui di solito vi consiglierei di aprire Gatherer per fare una ricerca sulle carte che producono mana nel formato Standard. Mi sono portato avanti e ho trovato molte valide opzioni: Carovana della Coltivatrice, Coltivatore di Malovoli, Archivio nell'Edro e anche Lapide Corrotta sono tutte ottime opzioni.

Una possibilità è quindi mettere tutte queste carte insieme al motore e creare il nostro ciclo di mana. In particolare, se vogliamo sviluppare la nostra combo in un turno e lanciare un artefatto acceleratore come la Carovana, aumenterà la produzione di mana per ogni magia che lanciamo, dato che potremo tapparla subito!

Ovviamente, abbiamo anche altre possibilità. Questa è una carta particolare, che possiamo accoppiare alla Macchina del Paradosso:

Invece di giocare un sacco di artefatti qualsiasi, in questo caso puntiamo su un sacco di pedine per dare il via alla nostra combo.

A proposito di dare il via alla combo, qualsiasi sia il metodo che abbiamo scelto, dobbiamo utilizzare tutto quel mana. Su quali magie possiamo puntare?

Sembra proprio il momento giusto per trattare il prossimo passo!

Scegliere la condizione di vittoria

Una volta che abbiamo progettato il nostro motore e abbiamo identificato il modo per utilizzarlo, dobbiamo ancora determinare gli elementi di supporto di cui abbiamo bisogno per far funzionare la nostra combo.

Iniziamo da una domanda semplice: di che cosa ha bisogno la nostra combo?

Abbiamo un modo per produrre mana ogni volta che lanciamo una magia. Significa che riusciamo a generare mana e lanciare magie gratuitamente. Direi che abbiamo proprio bisogno di altre magie! Dopo tutto, se avessimo l'intero grimorio in mano, potremmo lanciarlo tutto.

Abbiamo bisogno di carte che ci facciano pescare. Se lanciamo una magia che ci permette di pescare tre carte, il tutto generando mana addizionale, con un numero sufficiente di magie che fanno pescare possiamo incatenarle tra loro, ottenendo mana e pescando il nostro intero mazzo... a quel punto è il momento di lanciare la nostra chiusura.

Vi consiglio una classica chiusura per un mazzo combo: una magia con X.

Abbiamo bisogno solo di una o due copie, dato che sarà sicuro che la pescheremo, in quanto pescheremo tante carte.

Ora che abbiamo progettato il nostro motore da combo, abbiamo compreso gli elementi della combo e abbiamo scelto la condizione di vittoria, è ora di mettere tutto insieme! Avremo bisogno della Macchina del Paradosso, di fonti di mana che non siano terre, di pescare molte carte e di un paio di magie con X per vincere. Se due elementi si sovrappongono, come nel caso dell'Archivio nell'Edro, ancor meglio.

Trovare il giusto equilibrio può richiedere un po' di tempo, ma poi avremo tra le mani il nostro mazzo combo Macchina del Paradosso! Aggiungiamo tutti gli ingredienti e proviamolo!

Combo combo combo!

Mi auguro che abbiate gradito l'anteprima della Macchina del Paradosso... e questa panoramica sui motori dei mazzi combo.

Ogni mazzo combo viene costruito in modo diverso, in base alla natura dei suoi elementi, ma questa struttura dovrebbe aiutarvi a iniziare. In bocca al lupo con le vostre combo!

Se avete opinioni o commenti su questo articolo, scrivetemi! Potete contattarmi mandandomi un tweet, ponendomi una domanda sul mio Tumblr o inviandomi una mail (in inglese) a BeyondBasicsMagic@gmail.com.

Che i vostri paradossi possano divenire realtà.

Gavin
@GavinVerhey
GavInsight

Latest Beyond the Basics Articles

BEYOND THE BASICS

20 Luglio 2017

Il tocco della morte by, Gavin Verhey

Abbiamo fatto molta strada dal Basilisco dei Boschi. Il Basilisco dei Boschi, che fa parte della Limited Edition (Alpha), aveva una versione preliminare di tocco letale e per noi è una...

Learn More

BEYOND THE BASICS

13 Luglio 2017

Draftare le carte da sideboard by, Gavin Verhey

Quando sentiamo la parola "sideboard", probabilmente pensiamo ai mazzi da 60 carte. Pensiamo alle nottate dedicate alla scelta attenta di quelle precise quindici carte che possiamo aggiun...

Learn More

Articoli

Articoli

Beyond the Basics Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All