Il Cosplay ha trasformato la community

Posted in Feature on 19 Dicembre 2016

By Marc Calderaro

"Quanto è difficile usare questi artigli", dice Christine Sprankle mentre cerca di afferrare la sua lancia. Presta particolare attenzione, non per gli artigli, bensì perché, con le lenti a contatto completamente nere, non ha esattamente una vista a dieci decimi. "Vedo bene ciò che è vicino, mentre guardare gli oggetti lontani è proprio difficile. Leggere è un problema".

Al Grand Prix Albuquerque, Sprankle ci ha offerto ciò che ci offre spesso ai Grand Prix: un Cosplay effervescente e di alta qualità di personaggi dell’universo di Magic. Quel weekend è stata Avacyn, la Purificatrice. Il suo personaggio è l’Arcangelo Avacyn dopo esser stato colto da follia. Le sue ali sono intrise di rosso, il suo aspetto è minaccioso e addirittura la sua lancia è mutata.

La stessa Sprankle si trasforma ogni volta che partecipa a questi eventi. Una splendida donna che diventa un angelo vendicatore... anche se non davanti ai nostri occhi, sembra proprio che lo possa fare alla grande. Questa è la vita del cosplayer. Prepararsi e indossare i "colori di guerra", come li chiama Sprankle, e impersonare i propri personaggi preferiti.

Qui al Grand Prix Albuquerque, Sprankle non è l’unica cosplayer. Simone Mularkey, A.E. Marling e Arielle Lien sono venuti abbigliati rispettivamente da Sorin, Cucitore Geralf e Arlinn Kord. C’era addirittura una bambina (la nipote di Lien) vestita interamente da Jace.

Queste quattro persone si sono trasformate nei loro personaggi preferiti e si sono fatti fotografare, hanno fatto autografi, hanno chiacchierato con le altre persone (spesso con lo stile del loro personaggio, soprattutto Marling) e hanno dato un tocco speciale all'atmosfera dell’evento.

Nonostante l’attività di Cosplay sia presente da tempo alle fiere, è un’aggiunta relativamente recente nel mondo di Magic. I tre non-Sprankle di oggi indicano proprio Sprankle come uno dei motivi principali della loro presenza.

"Non vorrei definirla proprio una guida", dice Mularkey. "Ma ha mostrato a tutti i risultati che si possono ottenere con un grande impegno; è fantastica". Con emozione simile, Marling dice che è stato proprio vedere Sprankle al Campionato Mondiale 2011 a convincerlo a provare.

Sprankle, che è una cosplayer dal 2007, quando era alle scuole superiori, ha iniziato a pianificare le sue attività di cosplayer di Magic nel momento in cui ha aperto una busta. "Nel mio draft ho aperto Elspeth Tirel e la reazione della cosplayer che è in me è stata 'Oh, devo proprio trasformarmi in lei'". E lo ha fatto.

Il Campionato Mondiale 2011 si sarebbe svolto poco tempo dopo, quindi ha preso i suoi colori di guerra e si è preparata. Le persone le dicevano però che quello non era il modo in cui si comportavano i giocatori di Magic. Il Cosplay non era una delle loro usanze. "La mia risposta è stata 'Ma questa è come una fiera, vero? Questo è ciò che faccio io alle fiere'". E l’ha resa un’usanza.

All’inizio si è pentita della scelta. "In realtà, è stato terrificante". Le prime reazioni erano dubbie. "Pensavo di stare facendo qualcosa di sbagliato". Ma quella era la community prima della trasformazione.

Non solo ha avuto successo, ma ha scolpito uno spazio nella community di Magic che prima non esisteva. Ha aiutato la community a crescere e ha aiutato a rendere Magic ancora più inclusivo per tutti i tipi di appassionati. Serve coraggio per compiere ciò che è riuscita a compiere lei. Non è sorprendente, perché Sprankle è in grado di svolgere il ruolo di personaggi sicuri di sé, anche se lei è timorosa.

"Prima di vestirmi sono a disagio, ma nei panni di Liliana riesco a essere una grande [carogna] con le persone, che mi adorano per questo. Perché mi comporto proprio come si comporterebbe Liliana". Lei si esprime attraverso il suo abbigliamento, a un livello che non riuscirebbe a raggiungere altrimenti. E non è la sola.

Mularkey dice "Puoi provare sensazioni magnifiche, mostrando anche parti nascoste di te". Le parti nascoste di noi che abbiamo di solito timore a mostrare. "Ma ti fa sentire ovviamente anche diverso... non è normale per me che le persone vengano continuamente a chiedermi di fare foto con loro".

Anche Lien ha questa idea; il Cosplay l’ha aiutata a superare momenti difficili della vita. "Anche se mi alzo con l’umore a pezzi, una volta che indosso il mio abito, wooosh... mi sento completamente diversa". Ritrovarmi in pubblico e vedere tutti quei sorrisi riesce a cambiare il mio intero atteggiamento. "Adoro far sorridere le persone, soprattutto i bambini. Quando un bambino viene verso di me, è proprio il massimo".

La sicurezza in sé di questa versione alternativa riesce anche a penetrare nella vita dietro la maschera. "La mia capacità di interazione con il pubblico è migliorata tantissimo", dice Sprankle. Lavora con i bambini e non solo riesce a rapportarsi con loro perché è “una bimba cresciuta”, ma ha anche avuto un notevole miglioramento grazie alle continue interazioni con le persone alle fiere.

Nonostante alcune persone della community del Cosplay credano nella "trasformazione totale" in un personaggio, lasciare un pizzico di sé può portare a enormi risultati. "Il Cosplay è molto flessibile", aggiunge Mularkey. "Puoi essere il personaggio, ma il vero Sorin non sarebbe probabilmente molto amichevole".

Anche Marling ha qualcosa da aggiungere su questo aspetto: "Le persone hanno timore di ciò che non conoscono, anche se è qualcosa di positivo per loro. Io rianimo cadaveri. In questo caso, è un vantaggio per tutti, perché i cadaveri sono una fonte rinnovabile!".

Qualsiasi sia il modo in cui i cosplayer svolgono il ruolo del loro personaggio, non esiste una dicotomia chiara tra i due e questo è parte del fascino. Non è proprio una trasformazione, bensì un’unione.

Senza l’abito, "non ho alcun colore di guerra addosso!" dice Sprankle, ma è sempre in parte Avacyn, Elspeth e Liliana. Quella sicurezza di sé non svanisce. E Sprankle l’ha ottenuta non solo grazie al Cosplay, ma anche aiutando a forgiare un nuovo cammino di espressione nella community di Magic. Cinque anni dopo il suo debutto al Campionato Mondiale 2011, il Cosplay è ora una caratteristica di base dell’esperienza dei Grand Prix.

Alcuni personaggi sono in risonanza con il nostro essere? Possiamo diventare loro e possiamo interagire con loro. Questo è ciò che offre il Cosplay ed è fantastico. "Sarà sempre parte di me", dice Sprankle. "Ho già previsto alcuni personaggi per il futuro".

"Il Cosplay mi ha ispirata tantissimo. Ora voglio essere io a ispirare gli altri". Sembra proprio evidente: ha già raggiunto questo obiettivo.

Latest Feature Articles

FEATURE

10 Novembre 2021

Compendio di Prerelease di Innistrad: Promessa Cremisi by, Gavin Verhey

C’è un matrimonio da celebrare... e tu sei sulla lista degli invitati! La leggendaria vampira Olivia Voldaren condurrà Edgar Markov all’altare. Tutti muoiono dalla voglia di partecipare ...

Learn More

FEATURE

8 Novembre 2021

Panoramica dei prodotti di Innistrad: Promessa Cremisi by, Harless Snyder

(Nota dell’editore del 16 Novembre 2021: abbiamo aggiornato i dettagli per comunicare che in ogni box di Collector Booster si trovano due buste Box Topper.) Siamo pronti a scoprire tutto...

Learn More

Articoli

Articoli

Feature Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All