Il miglior Team del Pro Tour

Posted in Feature on 27 Ottobre 2015

By Corbin Hosler

La vita era una sofferenza. Non era la prima volta che Brandon Burton aveva dovuto affrontarla e non sarebbe stata l'ultima. Dormire era difficoltoso e le medicine non erano piacevoli. Non lo era neanche il pensiero che... mentre rimaneva sdraiato sulla schiena per molte ore... il futuro non sarebbe affatto stato più semplice.

La vita era una piccola camera da letto in una piccola città. Alcuni cimeli, qualche libro impolverato e un computer. Le solite comodità di una camera da letto, ma molto più familiari quando sono tra le poche immagini che si vedranno per settimane. Un intervento chirurgico complicato, un recupero ancora più difficile; non era un bel periodo per Brandon. Pochi periodi sono buoni quando hai 11 anni e devi convivere con una paralisi cerebrale.

Brandon era diventato un esperto nell'affrontare i periodi difficili. Aveva lottato ogni giorno della sua vita, fin da quando era nel grembo materno e i medicinali avevano portato a complicazioni della gravidanza della sua madre biologica. La vita non è mai stata semplice per Brandon, ma ci sono state alcune parti che hanno permesso a Brandon di continuare a lottare.

Poi ha incontrato Elizabeth Burton, la donna che lo ha salvato da bambino e ancora oggi gli sta offrendo una vita completa. Disteso sulla schiena, con ogni movimento una grande fatica ma anche un grande successo, Brandon ha scoperto il mondo di Magic.

"Un giorno mi ha detto 'Ho trovato un gioco chiamato Magic. Posso avere 10 dollari?'", si ricorda Elizabeth, con un sorriso. "Ho pensato che sarebbe stato qualcosa di positivo, che avrebbe potuto tenerlo impegnato per qualche giorno".

Quando Brandon ed Elizabeth sono andati al tavolo per il feature match del sesto turno del Pro Tour Battle for Zendikar, davanti a decine di altri giocatori e appassionati e altre migliaia che osservavano da casa, è stato il mondo di Magic a scoprire loro.


Brandon ed Elizabeth sono davvero un team speciale ai tornei di Magic. Brandon, che si muove su una sedia a rotelle, ha difficoltà a raggiungere il tavolo durante la partita, quindi Elizabeth lo aiuta tenendo le sue carte e comunicando le sue mosse.

Brandon ha imparato vari giochi fin da quando era piccolo; Elizabeth si è presa cura di lui. Gli ha insegnato a giocare a cribbage e lui ha iniziato a scoprire altri giochi da solo. Nonostante le sofferenze dovute alle cure mediche, che in alcuni momenti hanno consumato le loro vite, i Burton hanno vissuto giocando insieme. Per loro è stata una fuga dalla realtà, una salvezza dalle sale d'attesa e dagli studi dei medici, un'occasione di perdersi in un mondo di gioco. Brandon è cresciuto con i giochi, per cui non ha mai perso il suo amore.

Non è quindi una sorpresa che Brandon abbia cercato un gioco per trascorrere la sua convalescenza dopo un'operazione alla spina dorsale nel 2004. Il risultato della sua ricerca è stato Magic: The Gathering, un gioco di carte con una componente online che gli ha permesso di soddisfare il suo desiderio di gioco senza dover lasciare il letto che sarebbe stato il suo compagno per settimane.

L'espansione appena pubblicata era Quinta Alba e Brandon è rimasto affascinato fin dall'inizio.

"Sono sempre stato un appassionato di giochi e mi è sembrato divertente, quindi l'ho provato", ci ha raccontato. "All'inizio ho giocato perché non avevo nient'altro che potevo fare, poi mi è piaciuto molto e ho continuato a giocare".

Dopo aver terminato la prima parte della convalescenza, Brandon ha potuto lasciare il letto. Ma è rimasto un appassionato di Magic.

"Ho iniziato a giocare online sempre più spesso e anche a livello agonistico", ci ha detto poco dopo aver ottenuto la sua quarta vittoria al Pro Tour Battle for Zendikar, che gli ha assicurato la qualificazione al secondo giorno del torneo. "Ho iniziato a partecipare ai grandi tornei online e mi sono classificato in seconda posizione nel Magic Online Championship Series del 2011".

Quel risultato è stato davvero notevole, ma per Brandon è stato una delusione. Una vittoria gli avrebbe permesso di ottenere un volo al Campionato Mondiale e la possibilità di competere sul palcoscenico di massimo livello del gioco; quella sconfitta lo ha portato a vincere un grande premio online, ma non il suo massimo obiettivo.

Meno di un mese dopo quel torneo, la fortuna gli ha sorriso.

"Mi ha chiamata urlando e mi ha mostrato una mail che diceva che il vincitore del torneo non avrebbe potuto partecipare al Campionato Mondiale e che lui sarebbe stato invitato a giocare a San Francisco", ci ha raccontato Elizabeth. "Mi ha chiesto se pensavo fosse vero. Gli ho risposto che ci sarebbe stato un solo modo per scoprirlo e ho contattato immediatamente Wizards of the Coast".

Era vero. Brandon ha avuto la possibilità di partecipare al Campionato Mondiale, utilizzando carte fisiche invece di carte in formato digitale.

Quello è stato un momento cruciale per Brandon, ma è stato anche accompagnato una serie di difficoltà.

Brandon utilizza una sedia a rotelle; sporgersi sul tavolo per giocare le carte non è per lui possibile. Questa è una situazione speciale che richiede una soluzione speciale.

Come in ogni altro momento della sua vita, Elizabeth è stata al suo fianco. Conosce solo le basi del gioco, ma è sempre insieme a Brandon e, in un ambiente colmo di superstar, nessuno supera il team che Brandon ed Elizabeth hanno formato. Lei pesca le carte e lui le legge.


Lui dichiara le azioni e lei le realizza.

"Non ci sono dubbi", ci ha detto semplicemente Elizabeth. "Se posso fare qualcosa per aiutarlo, lo faccio".

E insieme hanno fatto molta strada. Oltre alla partecipazione al Campionato Mondiale del 2011... nel quale non ha ottenuto un piazzamento di rilievo, ma ha sconfitto Jon Finkel, considerato da molti il migliore giocatore della storia... Brandon ha ottenuto premi in denaro in molti tornei di alto livello ed è arrivato a una sola partita dai Top 8 al Grand Prix Chicago del 2009.


Quando Brandon ha iniziato a giocare al Magic cartaceo nel 2009, ha avuto bisogno di qualcuno che lo aiutasse a giocare le carte fisicamente. Elizabeth è stata con lui da quel giorno.

Non è stato sempre semplice. Sebbene i Burton siano estasiati dalla gentilezza di quasi tutti i giocatori e arbitri, a volte si presentano difficoltà... nel passato, Brandon ha perso delle partite perché Elizabeth ha pescato per sbaglio una carta in più... e i due hanno dovuto imparare a gestire queste situazioni.

"Quando ho iniziato a giocare con lui, è stato molto interessante", continua Elizabeth. "Non sapevo ciò che stavo facendo e, in breve, gli ho detto 'Non farò nulla finché non mi dirai cosa fare esattamente'. Abbiamo dovuto sistemare alcuni meccanismi, ma dopo tutti questi anni è ancora il modo in cui giochiamo".

Grazie all'energia inesauribile di Brandon su Magic Online , questo ragazzo di 22 anni ha vinto un torneo di qualificazione online, ottenendo la possibilità di andare da Saint Anne, Illinois, alla vicina Milwaukee, Wisconsin, per partecipare al Pro Tour Battle for Zendikar.

Ha ottenuto abbastanza vittorie da meritare la qualificazione al secondo giorno. Pochi minuti dopo aver giocato un teso incontro sotto le telecamere, si è preso un momento per valutare la lunga strada compiuta da quel giorno nel letto in cui ha scoperto il gioco che è diventato parte della vita di Elizabeth e della sua.

"Sono molto grato per tutto il supporto che ho ricevuto dalle persone", ci ha raccontato. "Tutti sono stati molto gentili e sono contentissimo dei miei risultati al Pro Tour. A volte le persone vengono da me e mi dicono che ciò che ho ottenuto è fantastico, anche se io sto cercando di considerarlo solo un altro torneo di Magic. Non ho fatto nulla di speciale".

Sotto le intense luci del palcoscenico dell'arena più prestigiosa di Magic, Elizabeth continua a giocare insieme a suo figlio, esattamente come faceva quando gli insegnava tanti anni fa.

"Sapevo che gli piaceva giocare, ma non sapevo quanto fosse bravo, finché gli altri non sono venuti a dirmelo. Trovandomi qui e vedendolo giocare, non sono sicura di averlo ancora compreso a pieno", continua. "Fatto ancora più importante, sono fiera del suo comportamento. È un bravo ragazzo ed è sempre gentile con tutti. L'aspetto sociale è molto importante per lui e si diverte molto. Questo è ciò che conta di più per me".

Quando le abbiamo detto che suo figlio non pensa di aver fatto nulla di speciale, Elizabeth ha sorriso prima di rispondere.

"Sono molto fiera di ciò che ha ottenuto nel gioco e nella vita. Ha ottenuto risultati più grandi di quanto si renda conto. Ha ricevuto un'offerta per la scrittura di un articolo, ma non voleva farlo perché pensava che nessuno avrebbe voluto leggere le sue storie".

Adesso il mondo leggerà di te.

Latest Feature Articles

FEATURE

16 Settembre 2021

Compendio di Prerelease di Innistrad: Caccia di Mezzanotte by, Gavin Verhey

È ora di tornare in uno dei piani di Magic più amati dai giocatori: Innistrad. Uno spaventoso piano dalle orrorifiche atmosfere gotiche, pieno di Vampiri, Mannari, Zombie, Spiriti e, n...

Learn More

FEATURE

2 Settembre 2021

Meccaniche di Innistrad: Caccia di Mezzanotte by, Matt Tabak

Nessun piano del Multiverso incute il terrore tra i suoi abitanti come Innistrad. Dovresti avere paura? Certo che no. È un gioco di carte. Questa ambientazione è fantastica. E ci torniamo...

Learn More

Articoli

Articoli

Feature Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All