Chi ha vinto il Modern Masters Weekend?

Posted in L’Analisi del Capitano on 4 Giugno 2015

By Andrea Mengucci

Andrea Mengucci è un giovane giocatore marchigiano, che vanta tra i suoi risultati una Top8 al Pro Tour Journey into Nyx e la medaglia di Capitano Italiano per il 2014 oltre alle dieci partecipazioni a Pro Tour.

Bentrovati a L’Analisi di Capitano in questa settimana speciale, che segue quella dei tre Grand Prix che hanno segnato la storia di Magic!
GP Los Angeles, GP Chiba e GP Utrecht hanno contato circa 15.000 giocatori che hanno insieme fatto la storia di Magic partecipando ad un GP in formato Sealed/Draft di Modern Masters 2015 Edition.

Tra i vincitori di questi tre GP possiamo avere l’onore di incoronare un italiano, il perugino Davide Vergoni, che dopo Luca Casadei nel lontano 2013 porta l’Italia di nuovo sul gradino più alto del podio!

La scorsa settimana, ho analizzato rapidamente le dieci combinazioni di colori che portavano ai dieci archetipi che possiamo incontrare in un Draft di Modern Masters 2015 Edition. Nell’articolo di oggi invece vi mostrerò i mazzi dei giocatori che hanno trionfato nelle loro Top8, parlando delle scelte di building e di come hanno affrontato l’archetipo.

Partiamo proprio dal nostro Davide Vergoni, vincitore del GP Utrecht!

Top8 GP Utrecht di Davide Vergoni (Winner)

Download Arena Decklist

Davide si è cimentato in uno degli archetipi più divertenti ed al contempo più difficili da affrontare: il famoso e sempre verde 5 Colour Good Stuff.

Per draftare con successo questo archetipo è necessario dare alta priorità a carte come Rampant Growth, Sphere of the Suns, Wayfarer's Bauble, Evolving Wilds e le cosiddette “Bounceland” – terre come Azorius Chancery – poiché è estremamente importante avere una buona manabase per potersi permettere il lusso di pickare qualsiasi ottima carta ci sia nella bustina.

È importante, al tempo stesso, avere un buon numero di rimozioni, per permetterci di prendere respiro durangte le prime fasi della partita. Carte come Burst Lightning, Arrest e Nameless Inversion sono tutte ottime cheap-removal.

Tribal Flames sfrutta anche la nostra capacità di apparecchiare terre base diverse per uccidere anche grandi creature per solo due mana.

Rimozioni mirate e senza condizioni come Spread the Sickness sono altrettanto efficaci e necessarie.

L’ultimo ingrediente per la ricetta di un 5 Colour coi fiocchi è un ottimo parco creature, con parecchie minacce in grado di vincere la partita. Queste possono essere dei colori più disparati, in quanto saremo in grado di racimolare tutte le Gold che vedremo passare durante il draft.

Altre carte da tenere sott’occhio sono Skyreach Manta e Etched Oracle e il nostro Davide è riuscito ad averle entrambe nel suo draft di Top8. Sono carte che solo questo archetipo può giocare perciò non è difficile finire con un buon numero di queste.

Una carta che invece è parecchio sopravvalutata in questo archetipo è Matca Rioters: non sempre troppo grande per via di Bounceland e di manabase che mirano più a due colori piuttosto che ad apparecchiare subito una terra per tipo, non è inoltre evasivo a differenza della Manta.

Mi permetto inoltre di redarguire il nostro campione sulla scelta di non main-deckare Mirror Entity. Probabilmente Davide non ha avuto modo di giocare il blocco Lorwyn, ma questa creatura è davvero fenomenale, in grado di rendere un board di due semplici creature un board ingestibile per l’avversario. Vi consiglio vivamente di inserirla nelle vostre 40 qualora l’abbiate pickata.

Passiamo ora ad analizzare i vincitori dei due GP Las Vegas!
Penserete che ci sia un errore di battitura e che ci sia stato un unico GP Las Vegas. Invece è successo proprio così. Wizards of the Coast ha deciso di dividere il GP Las Vegas in due separati GP con separati premi fino alla Top230 e ben due campioni! D’altronde gestire 8000 persone in un unico torneo non sarebbe stato affatto facile.

Top8 GP Las Vegas di Aaron Lewis (Winner #1)

Download Arena Decklist

Per fortuna o purtroppo, questo mazzo non ricade sotto alcun archetipo, ma contiene una quantità di carte forti impressionanti ed è proprio questa la sua forza: accumulare carte forti su carte forti può scavalcare qualsiasi archetipo e sinergia avversaria.

Carte come Mulldrifter, Mirran Crusader, Indomitable Archangel, Spectral Procession e ben due Arrest sono tutti legittimissimi first-pick che se conditi da counter, rimbalzini e creature in curva possono tranquillamente vincere partite da soli.

Top8 GP Las Vegas di Scott Markeson (Winner #2)

Download Arena Decklist

Scott Markeson vince il GP Las Vegas #2 con un UW Affinity abbastanza regolare con qualche tech da notare.

Flashfreeze di main deck non è di certo una cosa che raccomando, ma può essere passabile se durante il draft hai visto una quantità altissima di carte verdi e rosse che ti fanno pensare che un alto numero di player al tavolo sia andato in almeno uno di quei due colori.

Giocare quindici terre è un altro rischio. Posso capire la presenza di due Bounceland, che ci permettono di fare un land drop addizionale, ma siamo comunque sotto il minimo sindacabile, a mio parere.

La scelta di non giocare Kor Duelist con così tanti equipaggiamenti credo sia errata in quanto, al GP Chiba, Matsumoto ha vinto parecchi game della Top8 semplicemente appoggiandolo al Turno1 seguito da un Copper Carapace attaccando per 6 danni a Turno3. Per draftare un ottimo UW Affinity bisogna dare priorità a artefatti che tengono alta la pressione: carte come Court Homunculus, Gust-Skimmer e Glint Hawk Idol sono ottimi esempi. Apro una piccola parentesi su quest’ultimo riportandovi un particolare dal GP Utrecht: Fabian Dickman ha fatto 3-0 al secondo Draft del Day2, portando a casa la qualificazione alla Top8, con ben 6 copie di Glint Hawk Idol!

Per quanto riguarda le top uncommon, anche queste non mancano nel mazzo di Scott. Vediamo infatti una Cranial Plating ed un Myrsmith, in grado di sciamare artefatti per rendere Lodestone Golem ancora più ingestibile di quanto già non sia.

Purtroppo le liste del GP Chiba non sono ancora disponibili, ma Yuki Matsumoto ha trionfato anche lui con un UW Aggro!


In conclusione, però, un piccolo suggerimento: non fatevi trarre in inganno da questi risultati. Infatti, non esiste solo UW e gli archetipi draftabili in Modern Masters 2015 Edition sono molteplici e tutti super divertenti!


Vi auguro un buon weekend e che sia pieno di Tarmogoyf!
Ciao!

Andrea

Latest L’Analisi del Capitano Articles

L'Analisi Del Capitano

11 Luglio 2017

Le migliori comuni di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Nell’articolo di oggi parleremo delle comuni, visto che sono ciò su cui si basa il draft, e analizzeremo le migliori tre comuni di ogni colore. Nero: Il nero è un colore che, come sem...

Learn More

Analisi Del Capitano

4 Luglio 2017

La mia Top5 di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Dopo tre lunghi mesi di attesa, finalmente ci siamo! Alle porte del Prerelease della nuova espansione: L’Era della Rovina! Iniziamo subito con la mia Top5 per questa espansione: 5°: Abr...

Learn More

Articoli

Articoli

L’Analisi del Capitano Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All