Jeskai e Biancoverde

Posted in L’Analisi del Capitano on 15 Ottobre 2015

By Andrea Mengucci

Andrea Mengucci è un giovane giocatore marchigiano, che vanta tra i suoi risultati una Top8 al Pro Tour Journey into Nyx e la medaglia di Capitano Italiano per il 2014 oltre alle dieci partecipazioni a Pro Tour.

Settimana numero2 di Standard Battaglia per Zendikar ci ha portato una certa monotonia di mazzi, infatti allo StarCityGame Atlanta solo due archetipi raggiungono la Top8: Bianco-Verde Megamorfosi e Jeskai splash Nero. L’analisi di oggi si focalizzerà su questi due mazzi e sul perché hanno mandato in pensione per una settimana il buon Rinoceronte da Assedio.

 

Vincitore

G/W Megamorph by Jacob Lively

Download Arena Decklist

 

L’idea è partita da Michael Majors che allo scorso SCG è arrivato in finale con una lista similissima a quella di Lively.

Il gameplan è lineare e il mazzo ha un late-game devastante.

La recursione Raptor della Foschia Letale + Protettrice del Rifugio è un evergreen che ormai caratterizza questi mazzi che puntano al lategame e sono pieni di recursioni che puntano ad allungare la partita fino ad un punto in cui questo mazzo genera troppo vantaggio tra i vari Planeswalker e Megamorfosi.

Vi chiederete perché non aggiungere Rinoceronte da Assedio , Anafenza, la Preminente e Talismano Abzan al mazzo ed avere una shell migliore dello stesso archetipo, il motivo è che la manabase delle gilde di Tarkir è molto instabile con l’arrivo di Battaglia per Zendikar, e paradossalmente è molto piu’ facile montare un mazzo Bant che uno Abzan.

 

Il secondo mazzo che ha dominato lo StarCityGames Atlanta è Jeskai splash Nero, anche questo è stato scoperto la scorsa settimana, ma questa volta il ProPlayer Todd Anderson l’ha personalizzato parecchio, raggiungendo la Top4 con la seguente lista:

 

– Semifinalista

Jeskai Black by Todd Anderson

Download Arena Decklist

 

Cavalcantidi è uno staple dello Standard da quando è stato stampato e non ha mai lasciato la posizione di rilievo in questo formato.

E’ il drop a 3 perfetto: mette pressione, blocca un’eventuale contro-race, è evasivo e rapido.

Assieme a Cavalcamantidi l’altra carta che definisce l’archetipo è Jace, Prodigio di Vryn: un planeswalker difficile da gestire che si flippa in un men che non si dica e soprattutto che può essere rimesso in gioco senza problema grazie a Comando di Ojutai, anche se Todd Anderson decide di non giocare la versione classica con Comando e Gran Maestra della Piroanima in favore di una versione più tempo-oriented con Cercatore della Via e Mentore del Monastero.

Non son certo se sia corretto tagliare Comando di Ojutai, ritengo che sia proprio quello il motivo per cui questo mazzo riesce a battere Abzan, il vantaggio carte+vantaggio tempo è la ricetta per battere un mazzo dall’alto power-level come Abzan ma povero di magie e interazioni con l’avversario.

 

La prossima settimana ci sarà il Pro Tour Battaglia per Zendikar e son certo che vedremo un cambiamento radicale in questa monotonia generata nella Settimana2 di questo Standard.

Appuntamento alla prossima settimana per parlare dei mazzi vincitori del Pro Tour, sperando ci sia quello del sottoscritto tra essi!

Latest L’Analisi del Capitano Articles

L'Analisi Del Capitano

11 Luglio 2017

Le migliori comuni di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Nell’articolo di oggi parleremo delle comuni, visto che sono ciò su cui si basa il draft, e analizzeremo le migliori tre comuni di ogni colore. Nero: Il nero è un colore che, come sem...

Learn More

Analisi Del Capitano

4 Luglio 2017

La mia Top5 di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Dopo tre lunghi mesi di attesa, finalmente ci siamo! Alle porte del Prerelease della nuova espansione: L’Era della Rovina! Iniziamo subito con la mia Top5 per questa espansione: 5°: Abr...

Learn More

Articoli

Articoli

L’Analisi del Capitano Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All