La mia Top5 per Modern Masters 2017

Posted in L’Analisi del Capitano on 7 Marzo 2017

By Andrea Mengucci

Andrea Mengucci è un giovane giocatore marchigiano, che vanta tra i suoi risultati una Top8 al Pro Tour Journey into Nyx e la medaglia di Capitano Italiano per il 2014 oltre alle dieci partecipazioni a Pro Tour.

Da venerdì sarà finalmente possibile acquistare pacchetti e draftare con la tanto attesa Modern Masters 2017! La terza edizione di Modern Masters è senza dubbio la più ricca in quanto a ristampe di valore, a partire da fetchland, Mago Lanciorapido, Liliana del Velo, Caverna delle Anime… fino ad arrivare all’immancabile Tarmogoyf.

Il mio articolo di oggi andrà a valutare la mia Top5, senza però guardare al portafoglio, ma tirando fuori vecchi ricordi o attuali sinergie nel draft di Modern Masters 2017.

5a posizione: Reclute Zelanti

Durante lo Standard 2013, RG Aggro era uno degli archetipi più aggressivi di sempre e le Reclute Zelanti erano il top della curva.

Ho molti ricordi di questo umano, tutti negativi, perché io ero sempre dall’altro lato, intento a cercare di stabilizzare la partita con un Thragtusk o con un Verdetto Supremo; prontamente arrivavano le Reclute Zelanti e, quando pensavi di essere di nuovo in partita, ti ricordavano che RG Aggro era sempre il mazzo da battere!

Un’altra mossa tipica delle Reclute Zelanti era quella di prendere il controllo di un Planeswalker che aveva abbastanza segnalini fedeltà per attivare l’ultima abilità, prendendosi così tutti i frutti del lavoro che l’avversario aveva lentamente svolto.

Davvero una carta sensazionale!

4 a posizione: Ombra di Morte

Il successo dell’Ombra della Notte è invece molto più attuale, non ha mai visto troppo gioco fino a che non è stato inventato in Modern il mazzo Suicide-Zoo, che sfruttava carte dal mana phyrexiano e shockland per infliggersi il maggior numero di danni possibile, per rendere l’Ombra di Morte più grande possibile e poi potenziarla con una Furia da Battaglia Temur e vincere in modo molto esplosivo.

Dopo il ban della Sonda Gitaxian, tutti pensavano che il tempo dell’Ombra di Morte fosse terminato, eppure il GP Vancouver ci ha dimostrato come un mazzo può rinascere dalle proprie ceneri, cambiando totalmente forma; i il mazzo che si basa sull’Ombra di Morte non è infatti più un mazzo solamente aggressivo, ma somiglia più a un Jund Midrange, che sfrutta il cimitero con Attraverso Ulvenwald che è in grado di offrire tutte le copie possibili di Ombra di Morte.

Una carta dal design estremamente particolare ma che garantisce ottimi pay-off se si costruisce il mazzo attorno.

3a posizione: Doni Mai Dati + Rituali di Esumazione

Doni Mai Dati è una carta che ha segnato la storia del Vintage, il formato dove “quasi” tutte le carte sono legali, tanto da esser stato ristretto per 8 anni. È una carta dall’altissimo potenziale e difficilissima da pilotare.

Tuttavia c’è una scorciatoia per usare Doni Mai Dati a proprio piacimento e molto più semplicemente, ovverosia cercando nel mazzo solamente due carte, un grande mostro da voler rianimare, per esempio Griselbrand, e i Rituali di Esumazione… entrambe carte presenti in Modern Masters 2017; essendo le carte solamente due e non quattro, il nostro avversario sarà obbligato a metterle entrambe nel cimitero e il turno seguente saremo pronti a rianimare il nostro Griselbrand, senza che il nostro avversario possa aver previsto lontanamente questa giocata.

Questa mossa è una delle mie preferite in Cube Draft, fattibile persino in Modern.

2a posizione: Falò dei Dannati

In tutto il periodo in cui il Falò dei Dannati ha fatto parte del formato Standard, ogni volta che il nostro avversario pescava una carta la tensione era sempre al massimo; sono innumerevoli le partite terminate con una pescata di Falò dei Dannati che ha salvato totalmente le sorti del miracolante.

Grazie a questa carta sono riuscito a raggiungere il 15° posto al GP Verona 2013, il mio primo buon risultato, che ha gettato poi le basi per la mia carriera, perciò rimarrò sempre fedele a questa carta.

L’abilità Miracolo è ovviamente un’abilità casuale, in un gioco – Magic – dove il caso è un fattore ridotto al minimo rispetto ad altri giochi; Magic è un gioco di calcolo e rischio e i Miracoli sono leggermente fuori luogo, tuttavia credo che sia divertente riascoltare le vecchie storie sui Miracoli avversari di tanto in tanto!

1a posizione: Mago Lanciorapido

Questa carta, insieme a Liliana del Velo, è la ristampa che tutti aspettavano.

Il Mago Lanciorapido è una delle pochissime carte “invitational”, per esattezza l’ultima delle 11 carte inventate dai giocatori Pro che hanno disputato questo speciale torneo il cui vincitore aveva il privilegio di avere il proprio volto su una carta che lui stesso aveva progettato.

Ed ecco a voi il Mago Lanciorapido progettato da Thiago Chan, giocato in tutti i formati dal Vintage al Modern, in grado di offrire un vantaggio carte sensazionale alla velocità di un istantaneo.

Senza dubbio la creatura a due mana più forte di Magic.

Scherzi a parte…. ecco a voi il vero numero 1, l’unico ed inimitabile… Tarmogoyf!!!!

1a posizione: Tarmogoyf

Su ragazzi, facciamo i seri, la creatura più forte di Magic è una sola: il Tarmogoyf.

Latest L’Analisi del Capitano Articles

L'Analisi Del Capitano

11 Luglio 2017

Le migliori comuni di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Nell’articolo di oggi parleremo delle comuni, visto che sono ciò su cui si basa il draft, e analizzeremo le migliori tre comuni di ogni colore. Nero: Il nero è un colore che, come sem...

Learn More

Analisi Del Capitano

4 Luglio 2017

La mia Top5 di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Dopo tre lunghi mesi di attesa, finalmente ci siamo! Alle porte del Prerelease della nuova espansione: L’Era della Rovina! Iniziamo subito con la mia Top5 per questa espansione: 5°: Abr...

Learn More

Articoli

Articoli

L’Analisi del Capitano Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All