La Torre che dà energia allo Standard

Posted in L’Analisi del Capitano on 1 Marzo 2017

By Andrea Mengucci

Andrea Mengucci è un giovane giocatore marchigiano, che vanta tra i suoi risultati una Top8 al Pro Tour Journey into Nyx e la medaglia di Capitano Italiano per il 2014 oltre alle dieci partecipazioni a Pro Tour.

Questo week-end si è svolto il GP Utrecht, dove il nostro Fabrizio Campanino, reduce da una Top8 al penultimo GP Europeo (Praga), ha compiuto il “back to back”, questa volta arrivando fino alla finale, vinta dal francese Samuel Vuillot.

La Top8 di Utrecht è la perfetta rappresentazione dello Standard al momento, con Mardu e BG in posizione di dominio e qualche sprazzo di Saheeli Raji; la vera innovazione la troviamo infatti in Top16, dove alcuni giocatori Pro di livello Platino si sono presentati con un controllo a base energia che sfrutta la Torre Dinavolt.

Ondrej Strasky – Temur Torre Dinavolt – 11° GP Utrecht

Download Arena Decklist

Abbiamo già incontrato la Torre Dinavolt alcune volte nello Standard passato, ma non è mai stata una carta troppo importante in Standard; ultimamente invece sembra essere l’unico baluardo per un mazzo controllo, visto il totale declino di Jeskai Saheeli, troppo succube del mazzo Mardu Veicoli.

La forza della Torre Dinavolt sta non solo nel distruggere creature ed essere un’ottima risorsa per ottenere vantaggio carte, ma nella sua abilità nell’infliggere danni anche ai Planeswalker, che è quello che serve ad un mazzo controllo.

Samuel Vuillot, vincitore del GP Utrecht, giocava 4 Gideon, Alleato di Zendikar e 2 Chandra, Fiamma di Sfida nel mazzo principale e dalla side aggiungeva quasi sempre il suo piano Midrange composto da 2 Nahiri, l’Araldo, 2 Ob Nixilis, Reietto e 3 Giuramento di Liliana.

Jeskai Controllo è noto per la sua incapacità di gestire i Planeswalker, perciò avere una fonte rinnovabile di danno per i Planeswalker è qualcosa che i mazzi di controllo non avevano mai avuto prima… ora più che mai è di estrema importanza.

Vi chiederete come riuscire a ottenere tutta questa energia senza essere mai in difficoltà sul campo di battaglia?

Il Raffinatore Fuorilegge e il Ladro d'Etere Protetto sono due carte di Rivolta dell’Etere che svolgono questo lavoro alla perfezione, permettendoci di ottenere energia, pescare carte e scambiare risorse, esattamente ciò che un mazzo di controllo vuole fare per trovarsi a proprio agio a partita avanzata, quando potrà prendere il sopravvento con il Meccatitano Torrenziale e il Barlume di Genialità.

Un’altra carta che non siamo soliti vedere, soprattutto nel mazzo principale, è l’Obsolescenza Naturale; il suo principale bersaglio è il Cuore di Kiran, visto che questo mazzo ha parecchi problemi nel gestirlo; c’è però da considerare che ormai quasi tutti i mazzi hanno degli artefatti nel mazzo principale, come la Balista Mobile, perciò non è affatto rischioso giocare nel mazzo principale una carta che solitamente si trova in panchina.

La sideboard presenta una carta di enorme impatto contro Verde-Nero: l’Azione di Confisca, in grado di spostare pesantemente le sorti della partita in nostro favore; attenti però alla Difesa Sbocciata, che carta è il nemico numero 1 per l’Azione di Confisca; se potete, girateci attorno.

Il Virtuoso dei Turbinanti entrerà contro Mardu, sia per bloccare l’offensiva del Cuore di Kiran fornendo importanti blocchi, sia per mettere pressione ai molti Planeswalker che popoleranno il campo di battaglia avversario.

Tenete a mente che Mardu è un mazzo che post-side cambia spesso totalmente faccia, rimuovendo sia Forgiattrezzi Esemplare che Apprendista dell’Inventore, perciò non so quanto possano essere efficaci le Fiamme Raggianti.

Un altro interessante piano di side, giocato al GP Utrecht da Travis Woo, è quello di aggiungere 4 Prodigio dell’Eterurgia e 4 Ulamog, la Fame Incessante insieme ai Virtuoso dei Turbinanti per produrre ulteriore energia.

Un piano molto particolare e forse troppo arzigogolato per un mazzo che è già un ottimo controllo e che può permettersi di esserlo sia prima che dopo l’utilizzo della side senza problemi.

Inoltre, un piano del genere prende davvero troppi slot, diventando inutile ogniqualvolta decideremo di non far entrare Ulamog & Friends.

Credo che la lista di Ondrej sia ottima e davvero ben fatta, un’ottima alternativa per questo Standard che sembra esser già risolto e con poche manovre di innovazione.

Latest L’Analisi del Capitano Articles

L'Analisi Del Capitano

11 Luglio 2017

Le migliori comuni di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Nell’articolo di oggi parleremo delle comuni, visto che sono ciò su cui si basa il draft, e analizzeremo le migliori tre comuni di ogni colore. Nero: Il nero è un colore che, come sem...

Learn More

Analisi Del Capitano

4 Luglio 2017

La mia Top5 di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Dopo tre lunghi mesi di attesa, finalmente ci siamo! Alle porte del Prerelease della nuova espansione: L’Era della Rovina! Iniziamo subito con la mia Top5 per questa espansione: 5°: Abr...

Learn More

Articoli

Articoli

L’Analisi del Capitano Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All