Perché scegliere quando li posso usare tutti?

Posted in L’Analisi del Capitano on 21 Maggio 2015

By Andrea Mengucci

Andrea Mengucci è un giovane giocatore marchigiano, che vanta tra i suoi risultati una Top8 al Pro Tour Journey into Nyx e la medaglia di Capitano Italiano per il 2014 oltre alle dieci partecipazioni a Pro Tour.

Un altro week-end di GP è passato e questo è stato il nostro turno di ospitare un GP: quello di Firenze. Purtroppo gli Italiani non ce l’hanno fatta a difendere il fortino, con una Top4 invasa da Tedeschi e Inglesi. Nonostante ciò è sempre un onore avere un GP nella propria terra.

L’Analisi del Capitano di oggi, tuttavia, guarderà ad Oriente, verso il GP Shangai Standard dove ha trionfato il Platinum Level Pro Yuuki Ichikawa con Abzan Control.

Più che di Ichikawa, però, vogliamo parlare dell’Hall of Famer Makihito Mihara, famoso per i suoi mazzi innovativi, e del Platinum Pro, due volte Campione del Mondo, Yuuya Watanabe che che strappano rispettivamente un 10° ed un 11° posto con un mazzo che lascia di stucco:
 

5Color Green Dragons di Makihito Mihara

Download Arena Decklist

È innegabile il fatto che bisogna essere un po’ pazzi per giocare nello stesso mazzo carte a doppio verde, doppio nero e bianche-blu, perciò questa analisi è per voi: amanti delle cose pazze!

Abbiamo già visto versioni di mazzi Mono-Color che grazie a Rifugio dello Spirito Drago splashavano mille colori per poter giocare i propri Draghi; qui per lo meno abbiamo Cariatide Silvana che ci aiuta leggermente nel fixing di quello che all’apparenza è un mazzo Verde-Nero.

Reparto Creature:
Come abbiamo ormai imparato, per ogni mazzo Verde che si rispetti c’è l’immancabile accoppiata Protettrice del Rifugio + Raptor della Foschia Letale, di cui ormai abbiamo detto tutto ciò che c’era da dire nelle precedenti settimane.

Anche Corsiera di Krufix e Cariatide Silvana sono un’accoppiata immancabile per i Ramp-Deck – quelli cioè che puntano ad arrivare a 7 mana per poi appoggiare i propri Ciccioni – e questo mazzo si classifica decisamente come uno di essi. Inoltre, Cariatide è essenziale anche per la sua abilità di fixare il mana, che a prima vista sembrerebbe un po’ precario.

Satiro Apripista è un’altra vecchia conoscenza e ha tantissime funzioni:

Ovviamente ci sono anche dei lati negativi, come quello di pescarlo in lategame invece di una magia rilevante: giocando 25 Terre +4 Satiro Apripista significa che si hanno nel mazzo virtualmente 29 Terre – senza contare le Cariatide Silvana – ed avere troppe fonti di mana può spesso essere un problema.

Arriviamo al parco Draghi: con quale criterio Mihara ha deciso quali Draghi giocare?
Questo purtroppo saprei dirvelo, ma vi posso assicurare che entrare nella sua testa di deck-builder sarebbe sicuramente qualcosa che mi piacerebbe provare!

Posso solo dirvi che Signore dei Draghi Ojutai è una delle carte più forti dell’attuale Standard. Metterlo in gioco al Turno4 significa che il vostro avversario non si potrà tappare nel suo turno, tenendosi invece stappato per una rimozione, aprendo quindi il Sub-Game di Signore dei Draghi Ojutai nel quale il nostro avversario non si tapperà out per assicurarsi la possibilità di rimuovere il nostro Drago qualora noi attaccassimo, cosa che, guarda caso, noi non faremo mai. Quello che faremo, invece, sarà lasciare il nostro avversario lì, in balìa del nostro Drago per tutta la partita, mentre noi potremo giocare liberamente le nostre magie.

Signore dei Draghi Dromoka, Signore dei Draghi Silumgar e Signore dei Draghi Atarka sono tutte creature dall’impatto molto rilevante e che necessitano di un’immediata risposta, obbligatorie in cima alla curva di un mazzo con così tante terre e fonti di mana diverse.

Reparto Magie:
Non ci resta troppo spazio per magie con cui interagire con l’avversario, tuttavia i pochi slot che abbiamo sono tutti presi da carte Nere.
Rubapensieri e Caduta dell'Eroe raramente mancano nelle 60 di un mazzo con delle Paludi.

Falciata Omicida è un must se stiamo giocando Satiro Apripista, in quanto può tranquillamente essere una Rimozione a costo 1.

Invocazione della Lingua Corrotta viene ottimizzata in questo mazzo per via dell’alto numero di Draghi che ci permette di sfruttarla al massimo guadagnando 4 vite.

Un’assenza a mio parere ingiustificata nel Main-Deck è quella di Nodo del Fato, carta da sempre fortissima in accoppiata con dei Draghi, ma soprattutto necessaria per rispondere a mazzi sleali come Green Devotion o Compagnia a Raccolta.

Reparto Sideboard:
Non troppe scelte per la sideboard, in quanto un buon numero di slot necessita di essere riservato obbligatoriamente a risposte contro Mazzi Aggressivi: Morbo Avvizzente, Annegare nel Dolore, Invocazione della Lingua CorrottaPrezzo Definitivo e la quarta Corsiera di Krufix.

Aggiungiamo un paio di Draghi da inserire quando altri sono meno efficienti, come ad esempio Signore dei Draghi Atarka che è molto scarsa contro i Mazzi Controllo, ed infine la monocopia di Nodo del Fato, necessaria come l’aria anche se personalmente avrei abbondato in quantità, giocandola persino nel Main-Deck.

Spero di aver sollecitato il vostro lato di Deck-Builder e vi invito a provare questo mazzo pazzissimo!

Anche per questa settimana è tutto per L’Analisi del Capitano.

Appuntamento alla prossima!

Andrea

Latest L’Analisi del Capitano Articles

L'Analisi Del Capitano

11 Luglio 2017

Le migliori comuni di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Nell’articolo di oggi parleremo delle comuni, visto che sono ciò su cui si basa il draft, e analizzeremo le migliori tre comuni di ogni colore. Nero: Il nero è un colore che, come sem...

Learn More

Analisi Del Capitano

4 Luglio 2017

La mia Top5 di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Dopo tre lunghi mesi di attesa, finalmente ci siamo! Alle porte del Prerelease della nuova espansione: L’Era della Rovina! Iniziamo subito con la mia Top5 per questa espansione: 5°: Abr...

Learn More

Articoli

Articoli

L’Analisi del Capitano Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All