Primo sguardo a Rivolta dell’Etere

Posted in L’Analisi del Capitano on 10 Gennaio 2017

By Andrea Mengucci

Andrea Mengucci è un giovane giocatore marchigiano, che vanta tra i suoi risultati una Top8 al Pro Tour Journey into Nyx e la medaglia di Capitano Italiano per il 2014 oltre alle dieci partecipazioni a Pro Tour.

Il Prerelease di Rivolta dell’Etere è ormai alle porte e, come di consueto, è mio solito scrivere un articolo con la mia Top5 delle carte dell’espansione; tuttavia, oggi cambierò rispetto al solito programma e vi renderò partecipi dello stupendo weekend che ho trascorso a Seattle, dove si trova la sede della Wizards of the Coast.

Ho partecipato al Super Sunday Series Championship, un torneo in cui 45 giocatori provenienti da 19 nazioni diverse si sono scontrati a Seattle.
I formati del torneo sono stati Draft Kaladesh e Modern e la vittoria è andata al giapponese Shin’ya Saito. La vera specialità di questo weekend è stata l’occasione che ci è stata data dalla Wizards of the Coast di giocare in anteprima mondiale con le carte di Rivolta dell’Etere! Oggi vi mostrerò il mio Sealed Pool e le nuove meccaniche di Rivolta dell’Etere.

Il pacchetto da Prerelease che aprirete questo weekend conterrà 2 buste di Kaladesh e 4 di Rivolta dell’Etere, più una carta rara promo foil di Rivolta dell’Etere che potrete giocare nel vostro mazzo.

Nonostante nelle due buste di Kaladesh io abbia trovato Nissa e Sogni Più Sfrenati, ho deciso di prendere una strada più tortuosa e particolare, provando una meccanica tutta nuova basata sugli artefatti: improvvisare.

Ecco il mio mazzo finale:

Blu-Nero Controllo solitamente non è una strategia valida in Limited, tuttavia questo mazzo ha molte rimozioni per tenere a bada il nostro avversario e, una volta stabilizzata la partita, non sarà difficile prendere il sopravvento con vantaggio carte e vantaggio tempo.

Improvvisare è la meccanica che meglio si sposa con la coppia Blu-Nero, poiché siamo in grado di farcire il nostro mazzo di artefatti per poi prenderne vantaggio riducendo il costo delle nostre magie semplicemente tappando artefatti che offrono vantaggio carte all’entrata in gioco, come il Prisma Profetico, gli Strumenti e gli Enigmatici (artefatti di Kaladesh). Le pedine Servomeccanismo sono inoltre degli ottimi aiutanti per ridurre il costo delle nostre chiusure: Assemblatore della Fonderia, Serpe Meccanivora, Fratelli del Vento da Incursione e Spezzabarricate; essi rendono questa strategia super efficace, se ben utilizzata.

Ovviamente, per permetterci di giocare una tale strategia controllo, che ci permette di giocare magie che non hanno impatto sulla partita… come gli artefatti sopra elencati… è necessario avere carte che ci permettano di riprendere il controllo della partita; un perfetto esempio è la Competenza di Yahenni, che non solo tende a distruggere le difese avversarie, ma ci permette persino di giocare una carta a costo 3 o meno gratuitamente! Una carta sensazionale che vedremo sicuramente giocata in Costruito.

Un’altra carta sensazionale che ho avuto il piacere di giocare la scorsa domenica è il Bestiario del Forgiavita. Questo artefatto dà il meglio in un mazzo a base verde, con una curva bassa, nel quale riusciamo a sfruttare l’abilità di pescar carte senza troppi problemi di mana. Questo artefatto non si limita solo a farci pescare una carta per ogni creatura che giochiamo; ci permette anche di profetizzare in fondo al mazzo le pescate “morte”, come le terre a partita avanzata, per garantirci di avere sempre creature con cui poi pescare.
Ovviamente, nel mio mazzo di sole 10 creature e con solo 1 Foresta non dava il suo meglio, ma è stato un buon artefatto per le mie carte con improvvisare.

Tra di esse ha eccelso la Risposta Metallica, che mi ha permesso di lasciare stappato un singolo mana blu e qualche bloccante, come l’Avioportale del Consolato, per neutralizzare senza problemi una magia avversaria.

Il nero di Rivolta dell’Etere offre moltissime rimozioni comuni: Fine Crudele, Demolizione Audace e Situazione Pericolosa; significa che il nero sarà senz’altro uno, se non il miglior, colore in Rivolta dell’Etere.

Per ultimo, mi sento di citare la carta che più mi ha colpito e che più mi ha spinto a montare questo mazzo: il Tocco di Tezzeret. Artefatto Vivificato è una carta che ha rivoluzionato il formato Standard ed è stata giocata persino in Modern; il Tocco di Tezzeret non è troppo distante e di certo è sensazionale in Limited, dove possiamo essere in grado di trasformare una Mappa dei Rinnegati in un 5/5 con rapidità al terzo turno!

Spero che questo assaggio di Prerelease vi abbia fatto venire ancor più voglia di recarvi al vostro negozio di fiducia il prossimo weekend, per giocare con le nuove carte di Rivolta dell’Etere!

Latest L’Analisi del Capitano Articles

L'Analisi Del Capitano

11 Luglio 2017

Le migliori comuni di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Nell’articolo di oggi parleremo delle comuni, visto che sono ciò su cui si basa il draft, e analizzeremo le migliori tre comuni di ogni colore. Nero: Il nero è un colore che, come sem...

Learn More

Analisi Del Capitano

4 Luglio 2017

La mia Top5 di L’Era della Rovina by, Andrea Mengucci

Dopo tre lunghi mesi di attesa, finalmente ci siamo! Alle porte del Prerelease della nuova espansione: L’Era della Rovina! Iniziamo subito con la mia Top5 per questa espansione: 5°: Abr...

Learn More

Articoli

Articoli

L’Analisi del Capitano Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All