Come giocare in situazioni di vantaggio e di svantaggio

Posted in Level One on 1 Marzo 2016

By Reid Duke

Over the span of the last nineteen years, since he was five years old, Reid has been a player, a deck builder, a collector, and a lover of the Magic world. Today, he’s a full-time professional Magic player and writer.

In Level One, Reid Duke spiega i principi fondamentali di Magic. Questo articolo è stato pubblicato lo scorso anno in inglese ed è ora è disponibile in italiano. Buona lettura !


La maggior parte delle persone dà il proprio meglio nelle partite in cui l'esito è incerto. Lo vedo in me, lo vedo negli altri, lo vedo in Magic e lo vedo in praticamente ogni aspetto della vita. Una brutale competizione e un duro combattimento tirano fuori il meglio di noi. È parte di ciò che ha permesso alla nostra specie di sopravvivere sulla Terra così a lungo! È un testamento rassicurante per la razza umana! Vero?

… vero?

Insomma, mettendola diversamente, la maggior parte delle persone gioca le partite peggiori quando l'esito sembra scontato. Si può perdere la speranza di vincere o addirittura rinunciare a combattere quando le cose non vanno per il verso giusto. Si può diventare troppo sicuri di sé e superficiali quando tutto sembra andare per il meglio. Certo, dare il massimo quando la lotta è pari potrebbe essere l'ideale per un uomo delle caverne che combatte contro una tigre dai denti a sciabola, ma è anche una qualità distruttiva dei giocatori di Magic.

Quando ci troviamo in svantaggio, dobbiamo cercare ogni possibilità di strappare la vittoria. Quando ci troviamo invece in vantaggio, dobbiamo essere accorti e annullare ogni tentativo di rimonta del nostro avversario.

Se riusciremo a recuperare una partita su cento in cui sembrerà che non abbiamo alcuna speranza, saremo giocatori di Magic migliori. Se ci faremo sfuggire la vittoria in una partita su cento in cui ci sembrerà di averla in tasca, le nostre probabilità di vittoria dei tornei cadranno a picco.

Contesa di Maghi | Illustrazione di Bradley Williams


Come recuperare uno svantaggio

Vorrei condividere con voi uno dei momenti più emozionanti della storia del Pro Tour di Magic:

Craig Jones giocava un mazzo aggressivo con spari, si è ritrovato in una posizione di svantaggio contro Olivier Ruel e il controllo della partita gli stava sfuggendo di mano, turno dopo turno. Ascoltate ciò che dicono i commentatori quando Craig pesca Ardere. Uno dei commentatori ritiene che Craig debba compiere la mossa ovvia di uccidere la creatura più forte dell'avversario. L'altro è invece dell'idea che dovrebbe rischiare e lanciare Ardere direttamente su Ruel. Il signor Jones decide di compiere la seconda mossa e il resto è storia.

Rischiare il tutto per tutto

Osservando quel singolo momento della partita, uccidere la creatura dell'avversario sembra una valida scelta. Tuttavia, Craig Jones era in netto svantaggio nella partita e quella mossa lo avrebbe lasciato comunque in una posizione di svantaggio. Sarebbe solo servita a ritardare di alcuni turni un'inevitabile sconfitta.

Quando il capitano Barbanera ci sta per gettare in mare, non ci interessa quanto è lunga la tavola da cui stiamo per saltare, vero?

Craig ha valutato le possibili vie verso la vittoria e ha deciso che era giunto il momento di rischiare. Le probabilità erano ridotte, ma una probabilità ridotta è sempre meglio di una sconfitta sicura. Ha lanciato Ardere sull'avversario e poi ha pescato la Spirale Fulminante con cui ha inflitto gli ultimi 3 danni. Questo è un esempio di rischiare il tutto per tutto.

Una possibilità di salvezza è una carta o una situazione di cui abbiamo bisogno per poter vincere. Quando stiamo perdendo una partita, dobbiamo concentrarci sulle possibilità che abbiamo, invece di compiere le scelte ovvie. Dobbiamo determinare le nostre possibilità di salvezza e dobbiamo giocare puntando su una di esse. Se peschiamo la carta di cui abbiamo bisogno, vogliamo essere nelle condizioni migliori possibile per sfruttarla e trasformare una sconfitta in una vittoria. Se non lo facciamo, il risultato sarà lo stesso che avremmo ottenuto altrimenti.

In altre parole, immaginiamo di essere a un passo dalla sconfitta e di avere come unico modo per recuperare una situazione specifica, come pescare Cessare le Ostilità nel turno successivo. Possiamo prendere in considerazione quattro diversi sviluppi per la partita.

  1. Giochiamo normalmente. Non peschiamo Cessare le Ostilità. Perdiamo.
  2. Consideriamo di pescare sicuramente Cessare le Ostilità il turno successivo. Giochiamo nel modo che ci offre la migliore situazione possibile se la peschiamo. Conserviamo una creatura in mano e blocchiamo il 4/4 del nostro avversario perdendo una nostra creatura. Non peschiamo Cessare le Ostilità. Perdiamo.
  3. Giochiamo normalmente. Peschiamo Cessare le Ostilità. Otteniamo una situazione di equilibrio sul campo di battaglia, ma siamo in svantaggio e abbiamo meno punti vita. Le sorti della partita sono evidenti, ma è molto probabile che perderemo.
  4. Consideriamo di pescare sicuramente Cessare le Ostilità e giochiamo di conseguenza. Peschiamo Cessare le Ostilità. Otteniamo una situazione di equilibrio sul campo di battaglia e abbiamo più punti vita e una creatura in mano. Le sorti della partita sono evidenti, ma è molto probabile che vinceremo.

Quando valutiamo questi quattro diversi sviluppi, è evidente che non costerà nulla tentare la fortuna, cioè puntare su Cessare le Ostilità. Se non la peschiamo, perdiamo in ogni caso. Se la peschiamo, possiamo sfruttare al meglio l'occasione di trasformare la sconfitta in una vittoria. Non importa se abbiamo quattro copie di Cessare le Ostilità o una sola; se è la nostra unica possibilità di vittoria, è quella su cui dobbiamo puntare.

Rendere la partita più complicata

Rischiare il tutto per tutto è un concetto relativamente semplice, ma può essere complicato in pratica. È raro che esista una sola via verso la vittoria. Quando abbiamo più di una possibilità di salvezza, dobbiamo porci altre domande, come le probabilità che ognuna si presenti e come possiamo giocare per sfruttare al massimo ogni possibilità di salvezza.

La situazione è spesso così complessa che non siamo in grado di cogliere ogni possibilità, quindi non possiamo analizzare in modo chiaro tutte le nostre probabilità. In questo caso non possiamo neanche iniziare a percorrere una via, non possiamo continuare a giocare normalmente, ma dobbiamo provare a tirarci fuori dai guai. In una situazione come questa, il mio consiglio è di cercare di rendere lo stato del gioco più complicato possibile.

Le situazioni complicate portano a un numero maggiore di scelte e a maggiori possibilità. Quando non abbiamo creature, mentre il nostro avversario ne ha due, non ci sono altre interpretazioni: stiamo perdendo. Quando abbiamo due creature e ce ne troviamo davanti quattro, potremmo avere un po' di spazio di manovra. Magari il nostro avversario compirà un attacco aggressivo e sarà vulnerabile a carte come Diventare Immenso o Foga in Battaglia. Magari giocherà in modo difensivo e ci offrirà il tempo per preparare un'Esplosione Ghiacciata o una Tecnica della Gru in Volo.

Quando siamo in vantaggio o quando la partita è decisa, dobbiamo cercare di scambiare creature in ogni occasione possibile. Quando invece siamo in svantaggio, dobbiamo preferire subire qualche danno in più, per mantenere un campo di battaglia più complicato, nel quale potranno presentarsi situazioni inaspettate.

Spingere all'errore l'avversario

Di solito pensiamo che le vie verso la salvezza siano le carte che abbiamo bisogno di pescare, ma possono prendere anche altre forme. A volte saranno invece le scelte del nostro avversario.

Immaginiamo di essere in svantaggio sul campo di battaglia, ma di avere in mano lo Squillo di Trombe. Passiamo, blocchiamo con alcune creature e sopravviviamo un altro turno prima dell'inevitabile sconfitta. Un'alternativa è invece un attacco aggressivo. Se il nostro avversario blocca in un determinato modo, perdiamo al suo attacco successivo. Se invece blocca nel modo che vogliamo noi, possiamo lanciare lo Squillo di Trombe e ottenere alcuni scambi favorevoli, facendo così continuare la partita.

Non concedere

Non bisogna mai concedere una partita di Magic, finché non siamo a 0 punti vita. A volte possiamo pescare una carta o una serie di carte alle quali non avevamo semplicemente pensato all'inizio! A volte il nostro avversario potrebbe compiere una scelta che ci offre la possibilità di tornare in partita.

Anche durante l'ultimo turno di gioco, quando non abbiamo la possibilità di difenderci da un attacco letale, dobbiamo aspettare che il nostro avversario tappi le sue creature. Potrebbe decidere di giocare evitando a una Scoccata Letale; potrebbe compiere un errore nel conto dei danni e non affondare il colpo; potrebbe capitare qualsiasi cosa!

Gli unici motivi per concedere una partita sono risparmiare tempo o nascondere informazioni in vista della partita successiva. Finché siamo vivi, abbiamo sempre una possibilità di vincere la partita. Se concediamo, non abbiamo più alcuna possibilità.


Come rimanere in vantaggio

Perdere la speranza quando si è in svantaggio è un modo sicuro per perdere una partita. Essere troppo sicuri di sé quando si è in vantaggio può essere altrettanto letale.

Il mio consiglio per giocare al meglio quando siamo in vantaggio è l'equivalente del consiglio su come giocare al meglio quando siamo in svantaggio. Potrebbe però non essere semplice come sembra.

Approfittare del Vantaggio | Illustrazione di Marco Nelor

Mettersi nei panni dell'avversario

Quando stiamo vincendo, la nostra attenzione deve spostarsi sui modi nei quali potremmo perdere la partita. Proprio come valutiamo le possibilità di salvezza quando siamo in svantaggio, dobbiamo valutare le carte che potrebbero aiutare il nostro avversario a ribaltare la situazione. Il miglior modo di farlo è mettersi nei suoi panni e cercare di immaginare cosa lui possa sperare che accada. Ricordiamoci che il nostro avversario non ha ancora concesso, quindi sta ancora cercando di batterci! Dobbiamo essere un passo avanti a lui.

Quali sono i piani che potrebbe avere per sconfiggerci? Magari sta cercando di infliggerci qualche danno in più, per poi pescare uno sparo. In questo caso dobbiamo proteggere i nostri punti vita. Quando stiamo vincendo, abbiamo risorse in abbondanza, quindi a volte possiamo permetterci di effettuare degli scambi o dei blocchi altrimenti sfavorevoli, se ciò significa rimuovere una possibilità di recupero al nostro avversario.

In modo simile, se riteniamo che l'unico modo per recuperare sia una rimozione globale come Cessare le Ostilità, allora la situazione è esattamente l'opposto del rischiare il tutto per tutto. In questo caso dobbiamo proteggere noi stessi dalle possibilità di salvezza del nostro avversario. Se lui non pescherà Cessare le Ostilità, vinceremo comunque, quindi possiamo giocare immaginando che la peschi. Conserviamo in mano le nostre creature e aumentiamo le possibilità di ripresa nel caso il nostro avversario sia così fortunato da pescare la carta di cui ha bisogno.

Rendere la partita più semplice

Come abbiamo detto prima, in caso di vantaggio vogliamo scambiare creature e risorse ogni volta possibile. Una partita semplice è più controllabile e più prevedibile. In tal caso, il nostro vantaggio tenderà a rimanere un vantaggio.

Consideriamo anche il fatto che un vantaggio diventa maggiore quando entrambi i giocatori hanno meno risorse a disposizione. Immaginiamo che il nostro avversario scenda a cinque carte a causa dei mulligan. Al quinto turno della partita noi avremo undici carte e lui nove; questa potrebbe non sembrare una grande differenza. Se tuttavia riusciamo a scambiare in combattimento la sua prima creatura, a uccidere la seconda con una rimozione e a lanciare un Rubapensieri, entrambi avremo meno risorse. Ora noi avremo otto carte e il nostro avversario ne avrà sei. Il nostro vantaggio è diventato più facile da identificare e più importante per l'esito della partita.

In attesa di chiudere la partita

"Rallentare la vittoria" è uno strano concetto che è entrato a far parte della cultura di Magic. "Rallentare la vittoria" significa attendere prima di giocare la carta che ci farà vincere la partita, invece di lanciarla immediatamente. Per esempio, il nostro avversario si trova a 3 punti vita e noi peschiamo un Colpo di Fulmine; possiamo mostrare immediatamente la carta oppure "rallentare la vittoria".

L'idea è che, quando il giocatore in vantaggio rallenta la vittoria, rende la sconfitta più dolorosa per il giocatore in svantaggio. Alcuni giocatori tendono addirittura ad arrabbiarsi quando credono che l'avversario stia rallentando la vittoria. Io ho sempre ritenuto questo comportamento strano e dannoso per la comunità di Magic.

Ovviamente condanno chi rallenta la vittoria al solo scopo di fare del male all'avversario. Tuttavia, penso che non capiti mai. Su diecimila giocatori che si arrabbiano se l'avversario rallenta la vittoria, sarei sorpreso se anche uno solo dei loro avversari lo facesse con intenzioni maligne.

Mi sembra sciocco arrabbiarsi in questi casi e mi sembra sciocco preoccuparsi di non ferire l'avversario rallentando la vittoria. Onestamente, avere fretta nell'ultimo turno della partita è una pessima idea!

Eccoci, abbiamo pescato il Colpo di Fulmine e il nostro avversario è a 3 punti vita. Stiamo per vincere la partita, cosa potrebbe mai andare storto? Magari il nostro avversario ha una contromagia. Magari ha una magia che gli fa guadagnare punti vita. Magari ha una Landa Ventosa in campo e due Corsiera di Krufix. Se siamo così vicini alla vittoria, è inaccettabile commettere errori. Dobbiamo sempre riflettere e assicurarci di giocare nel miglior modo possibile, in particolare nel turno decisivo della partita.

Cancellate "rallentare la vittoria" dal vocabolario e non preoccupatevi del tempo che impiegate per compiere le vostre scelte nel turno decisivo della partita; io non mi preoccupo mai. Se il vostro avversario si scoccia, non è colpa vostra. Quando giochiamo un torneo di Magic, il nostro obiettivo è giocare al nostro meglio e aumentare le nostre probabilità di vittoria. Se noi trattiamo con rispetto il nostro avversario e non siamo scortesi in nessun aspetto del gioco, allora lui non avrà alcun motivo valido per scocciarsi se decidiamo di rallentare la vittoria.

A volte, se voglio essere molto cortese quando rallento la vittoria, dico qualcosa come "credo di essere in grado di vincere, ma sto ancora valutando le mie mosse". Anche una frase come questa va ben oltre il necessario. Dobbiamo mantenere la concentrazione sulla nostra partita e compiere le azioni necessarie.


Rimettere a Fuoco | Illustrazione di Kev Walker

Mantenere la concentrazione

Nel primo articolo che ho scritto per la rubrica Level One, ho detto che la "concentrazione" è la capacità più importante per un giocatore di Magic. La concentrazione ci permette di rimanere vigili durante tutta la partita, ridurre al minimo il numero di errori e scoprire le mosse che dobbiamo compiere per vincere.

Essere in netto vantaggio o in netto svantaggio in una partita sono circostanze che ci possono far perdere la concentrazione. È necessario riuscire a comprendere se sta avvenendo e prendere le necessarie contromisure. Valutare le possibilità di recupero è una capacità molto importante in Magic, così come lo è anche riuscire a portare a casa la vittoria in modo sicuro ed efficiente.

A tutti piace una bella storia su un grande recupero. Impegniamoci a dovere e facciamo in modo da essere noi a riuscire in un grande recupero il più spesso possibile.

Latest Level One Articles

Level One

3 Luglio 2018

I concetti di base del vantaggio di carte by, Reid Duke

Si dice che, nella vita, si ottiene ciò che si semina. Il costo per lanciare una magia La scorsa settimana, ho definito il mana come una delle risorse di base di Magic. Per lanciare una...

Learn More

Level One

3 Luglio 2018

I concetti di base del mana by, Reid Duke

Ogni partita di Magic ha inizio nello stesso modo: un giocatore gioca una terra. Tutto ha inizio dal mana. Il mana è una delle risorse più basilari e più importanti di Magic. Senza il man...

Learn More

Articoli

Articoli

Level One Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All