Mulligan, parte II: Limited

Posted in Level One on 10 Maggio 2016

By Reid Duke

Over the span of the last nineteen years, since he was five years old, Reid has been a player, a deck builder, a collector, and a lover of the Magic world. Today, he’s a full-time professional Magic player and writer.

In Level One, Reid Duke spiega i principi fondamentali di Magic. Questo articolo è stato pubblicato lo scorso anno in inglese ed è ora è disponibile in italiano. Buona lettura !


L'argomento dei mulligan è incredibilmente profondo e complesso. L'ultima volta che abbiamo parlato di mulligan, il mio obiettivo è stato semplificare la questione e offrire delle linee guida da utilizzare ogni volta che abbiamo dei dubbi. In particolare, vi ho presentato la "strategia da due a cinque terre."

Tenete la vostra mano se avete tra due e cinque terre. Prendete un mulligan se avete zero, una, sei o sette terre.

Oggi vorrei approfondire e spiegarvi alcuni concetti più evoluti riguardo al mulligan. Vedremo alcuni dei fattori più importanti da prendere in considerazione per le nostre scelte di mulligan e i casi in cui non bisogna seguire la "strategia da due a cinque terre". Gli esempi di oggi sono relativi al Limited, mentre parleremo di Constructed nella prossima puntata relativa ai mulligan.

DUE DOMANDE IMPORTANTI

Qualsiasi mazzo giochiamo, in formato Limited o Constructed, nel momento in cui dobbiamo decidere se prendere un mulligan esistono due domande che dobbiamo sempre porci. Come per qualsiasi situazione complicata, le domande da sole non sono in grado di dirci se prendere un mulligan oppure no, ma devono essere sempre tenute in considerazione nella nostra analisi.

Che prestazioni ha il nostro mazzo dopo un mulligan?

Un altro modo di porre questa domanda è "Quanto ci costa perdere una carta?". Per alcuni mazzi il costo è enorme, mentre per altri è molto più ridotto.

L'aspetto più importante di questa domanda è l'importanza della quantità di carte. La quantità di carte (da non confondere con la qualità delle carte) fa semplicemente riferimento al numero lordo di risorse (in questo caso sono le carte) a cui abbiamo accesso. La quantità di carte è molto importante per i mazzi con una curva di mana elevata. Se vogliamo lanciare il Signore dei Draghi Atarka, avremo bisogno di pescarlo, dovremo pescare sette fonti di mana e dovremo pescare tutto ciò che ci serve per combattere e sopravvivere fino a quel momento. Se prendiamo mulligan fino a cinque, i numeri semplicemente non funzionano... non avremo abbastanza carte!

Squarcio Selvaggio | Illustrazione di Raymond Swanland

Un altro esempio è dato da un mazzo che si basa sulla massa critica. Prendiamo un mazzo con venti Montagne e quaranta Squarcio Selvaggio. Il metodo di vittoria è dato da dieci Squarcio Selvaggio (questo mazzo è ovviamente inventato, ma i mazzi dedicati completamente agli spari nei confronti dell'avversario esistono). In una partita in cui peschiamo tre Montagne e dieci Squarcio Selvaggio, abbiamo bisogno di un totale di tredici carte per vincere. Ci possiamo riuscire al sesto turno, se iniziamo per secondi e non prendiamo alcun mulligan... non male! Tuttavia, per ogni mulligan che prendiamo, abbiamo bisogno di una sottofase di acquisizione in più (quindi un turno in più) per pescare il numero di carte necessario per vincere. Se prendiamo mulligan fino a cinque carte e peschiamo cinque Montagne, non possiamo vincere prima del decimo turno se iniziamo per secondi o prima dell'undicesimo turno se iniziamo per primi. Non è affatto una situazione che desideriamo!

La quantità di carte è molto importante sia per il mazzo Signore dei Draghi Atarka che per il mazzo spari, quindi il costo di un mulligan è molto alto. L'esempio opposto è dato dai mazzi con una curva di mana ridotta o con singole carte in grado di avere un impatto estremamente alto sulla partita.

Torniamo al mazzo con gli Squarcio Selvaggio e aggiungiamo otto creature a costo un mana: quattro Zurgo Suonacampana e quattro Satiro Ebbro di Fuoco. Immaginiamo di lanciarne una al primo turno e di attaccare con successo tre volte. Sono 6 danni in totale, che sono quindi equivalenti a tre Squarcio Selvaggio! Improvvisamente, la presenza o l'assenza di una creatura a costo un mana nella mano iniziale diventa un fattore importante, che potrebbe a volte essere più determinante rispetto alla quantità di carte. Se ci troviamo con una mano mediocre senza alcuna creatura (immaginiamo quattro Montagne e tre Squarcio Selvaggio), la scelta giusta potrebbe essere il mulligan. Se la nostra mano da sei carte contiene una creatura a costo un mana, il suo impatto sulla partita può recuperare lo svantaggio della quantità di carte.

Un altro esempio è dato da un mazzo Modern che gioca carte come il Confidente Oscuro o la Fioritura Amara. Prendere un mulligan e scendere a sei, cinque o quattro carte ha un costo enorme. Ma, se riusciamo a lanciare una di queste carte al secondo turno, il vantaggio di carte che offre può bilanciare lo svantaggio iniziale. Una mano da cinque carte con un Confidente Oscuro potrà spesso essere migliore di una mano mediocre da sette carte.

Quanta sicurezza abbiamo?

La seconda domanda è relativa a quanto è necessario correre rischi.

In Constructed, la risposta dipenderà principalmente da come il nostro mazzo si comporta contro il mazzo dell'avversario. Se la tipologia di incontro è molto favorevole (immaginiamo di giocare contro monorosso e di aver aggiunto dal sideboard quattro Annegare nel Dolore e sei carte che fanno guadagnare punti vita), allora siamo relativamente meno disposti a tenere una mano rischiosa. Le possibilità di vittoria sono alte e rimarranno probabilmente alte anche se prendiamo un mulligan.

In Limited, la risposta dipenderà principalmente dalla qualità del nostro mazzo. Se abbiamo draftato un mazzo fantastico, con un sacco di rimozioni forti e quattro o cinque bombe rare, allora abbiamo un vantaggio rispetto alla maggior parte dei nostri avversari. Avremo una necessità minore di tenere una mano rischiosa. D'altra parte, se non siamo soddisfatti del nostro mazzo e temiamo che il suo livello di forza sia basso in confronto ai mazzi degli avversari, tenderemo maggiormente a correre dei rischi (per esempio tenendo una mano con due terre anche quando abbiamo bisogno di pescarne altre).

Se iniziamo per secondi e il nostro avversario prende un mulligan prima di noi, tenderemo meno a tenere una mano rischiosa (e magari saremo più spinti a tenere una mano lenta ma sicura). Il nostro avversario non avrà a disposizione le sue migliori pescate, quindi noi non avremo bisogno della perfezione per riuscire a vincere... ci basterà che il nostro mazzo funzioni mediamente.

Infine, se pensiamo che la differenza di abilità di gioco tra noi e il nostro avversario sia grande, possiamo anche utilizzare questo parametro per le nostre scelte di mulligan. Potrebbe sembrare insensibile giudicare le abilità di gioco di un'altra persona, ma, alla fine, Magic è un gioco in cui vogliamo sconfiggere la persona che si trova di fronte a noi. Sarebbe un errore ignorare gli indizi su ciò che il nostro avversario è capace di fare. Quindi, se il nostro avversario è un nuovo giocatore o compie molti errori nella prima partita, magari sceglieremo di non tenere una mano rischiosa nella seconda partita. Sapremo di poterlo superare in astuzia in una partita ad armi pari. D'altra parte, se il nostro avversario è un giocatore forte e ha anche un buon mazzo, avremo bisogno di qualcosa di speciale per riuscire a vincere.

Ricordiamoci però che l'ego e la sicurezza di sé possono a volte annebbiare la nostra capacità di giudizio in questo caso (chiunque siamo noi). Un atteggiamento che vedo spesso dopo una serie di eventi sfortunati è che i giocatori tendono a tenere mani mediocri invece di prendere un mulligan. Che sia conscio oppure no, iniziano a pensare di non riuscire a ottenere nulla di più, loro stessi o il loro mazzo. Dobbiamo mantenere sempre il sangue freddo nei momenti in cui scegliamo se prendere un mulligan, senza farci sovrastare dalle emozioni che potremmo provare durante un torneo.

LIMITED: QUANDO NON SEGUIRE LA "STRATEGIA DA DUE A CINQUE TERRE"

Oggi inizieremo con il Limited (e parleremo del Constructed la prossima volta), perché le scelte di mulligan in Limited sono più chiare. Le partite in Limited sono più lente e i mulligan hanno un costo elevato. Nella maggior parte dei casi, dobbiamo tenere le mani che sono almeno decenti.

Base di mana

Una domanda che si applica più al Limited che al Constructed è quella relativa alla base di mana. Quando la base di mana del mazzo è mediocre, dobbiamo fare più attenzione alle scelte di mulligan. Con un mana scadente, non c'è garanzia di riuscire a lanciare le magie, nel caso in cui prendiamo dei mulligan. L'affidabilità della base di mana può far parte di un'ampia gamma. Per semplicità, immaginiamo che i mazzi Limited facciano parte di tre categorie: mazzi con una buona base di mana, mazzi con una normale base di mana e mazzi con una pessima base di mana.

Un esempio di mazzo con una buona base di mana è un monobianco con due carte rosse. Contiene dodici Pianure, quattro Montagne e un Dirupo Eroso dai Venti. Non dobbiamo preoccuparci molto della possibilità di lanciare le nostre magie e possiamo avere più libertà di prendere mulligan.

Dirupo Eroso dai Venti | Illustrazione di Eytan Zana

Un esempio di mazzo con una normale base di mana (tendente verso il buono) è un blu-nero con nove Isole e nove Paludi. Un esempio di mazzo con una normale base di mana (tendente verso lo scadente) è un blu-nero-rosso con un Signore dei Draghi Kolaghan e un Arrostire. Ha otto Isole, sette Paludi e tre Montagne. Con questi mazzi, dobbiamo utilizzare le normali linee guida sui mulligan. Nel caso degli esempi seguenti, consideriamo che i mazzi facciano parte di questa categoria.

Un esempio di un mazzo con una pessima base di mana è un bianco-verde-blu che ha carte di tutti e tre i colori in numero equilibrato. Ha sei Pianure, cinque Foreste, cinque Isole e una copia di Terre Selvagge in Evoluzione. I lettori abituali di questa rubrica sanno quanto sia importante evitare questo tipo di mazzi. A volte però un draft potrebbe andare a finire male e saremo obbligati da fare del nostro meglio anche nelle pessime situazioni. Con mazzi come questo, è sconsigliato prendere un mulligan se abbiamo una mano con fonti di mana di tutti i nostri colori, in quanto è molto probabile che ci ritroveremo con una mano da sei carte meno funzionale.

Tenere una mano con una o con sei terre

Possiamo prendere in considerazione la possibilità di tenere una mano con una o sei terre quando abbiamo già preso un mulligan. È difficile avere una buona mano in Limited se scendiamo a cinque carte, quindi a volte è meglio correre qualche rischio con una mano da sei carte.

Dobbiamo valutare la possibilità di tenere una mano da sette carte con sei terre solo in due casi: il nostro mazzo ha una pessima base di mana e abbiamo a disposizione tutti i nostri colori oppure abbiamo in mano una magia che è davvero molto speciale.

Per scegliere di tenere una mano da sette carte con una sola magia, quella magia deve davvero avere un impatto enorme sulla partita. Deve essere in grado di essere scambiata in modo affidabile con almeno due carte del nostro avversario. Deve anche essere sufficientemente economica da farci essere sicuri di riuscire a lanciarla prima che sia troppo tardi. Alcuni esempi di questo tipo di magia sono Nodo del Fato, Dominio dell’Invisibile e Assassina Silumgar.

In Limited è rarissimo poter tenere una mano con una sola terra. I giocatori tendono a commettere l'errore di credere "se pesco la seconda terra, sono a posto". Il problema è che la curva di mana di un mazzo Limited arriva di solito fino a sei o sette. È raro riuscire a sfruttare tutto il mazzo con solo due o tre terre. Inoltre, dovremo probabilmente pescare tutti i nostri colori prima di poter lanciare le nostre magie!

Per tenere una mano da sette carte con una terra sola, vorremo sicuramente iniziare per secondi. Avremo anche bisogno di più carte con un costo di uno o due mana. Infine, dovremo essere in grado di compiere qualcosa di speciale con questa mano, per giustificare il rischio che decidiamo di correre.

Questa mano è allettante, ma è meglio prendere un mulligan, sia se iniziamo per primi che se iniziamo per secondi. Se abbiamo la fortuna di pescare la seconda terra immediatamente (50% di probabilità nella prima acquisizione e 75% nelle prime due), possiamo lanciare due carte mediocri a costo due mana. Il meglio che possiamo ottenere da queste carte è uno scambio con le creature dell'avversario, poi siamo bloccati. Prima di poter sfruttare questa mano, dobbiamo pescare tre terre (tra cui due Montagne). Il rischio è alto e la ricompensa è ridotta.

Questa è una mano che consiglio fortemente di tenere se iniziamo per secondi. Questa volta abbiamo già a disposizione entrambi i nostri colori di mana e abbiamo più magie che possiamo giocare subito. Una volta che otteniamo la nostra seconda terra, il Saggio Jeskai e Anticipare ci aiuteranno a pescare altre terre. Se scambiamo o sfruttiamo il Saggio Jeskai, abbiamo un potenziale vantaggio di carte e abbiamo anche una bomba con cui vincere la partita, se riusciamo a sopravvivere a sufficienza. Con questa mano, la ricompensa può essere sufficientemente grande da accettare il rischio.

Prendere un mulligan con mani che hanno da due a cinque terre

In Limited, consiglio di tenere la maggior parte delle mani che sono o che possono essere considerate funzionali. Ci saranno tuttavia situazioni in cui è meglio prendere un mulligan, anche se la nostra mano conterrà da due a cinque terre.

Alcune mani con due terre non sono funzionali. Per esempio, una mano con due Montagne e tutte magie verdi con un costo da 4 mana in su. Questo è un caso semplice di mano da non tenere; il rischio è elevato e la ricompensa è bassa (una mano che non ci permette di lanciare nulla fino al quarto turno non è una delle nostre migliori mani).

Mazzi veloci

Un problema meno ovvio si presenta quando giochiamo un mazzo veloce. Alcuni mazzi si basano su molte creature a basso costo e sono costruiti per sfruttare il vantaggio a inizio partita. Tuttavia, quando non riescono a vincere grazie al vantaggio iniziale, si ritrovano in difficoltà a partita avanzata a causa della mancanza di magie potenti. In questi casi, tenere una mano lenta può essere un problema e dobbiamo essere pronti a prendere mulligan con maggiore facilità.

Se giochiamo un mazzo bianco-rosso aggressivo e peschiamo una mano come questa, dobbiamo prendere un mulligan. Se la teniamo, non puntiamo sulla forza del nostro mazzo. Saremo in svantaggio quando arriveremo a partita avanzata e pescare un sacco di Guerriera Dromoka e Bagliore di Guerra non ci aiuterà a recuperare.

In modo simile, le nostre esigenze saranno più alte anche quando giocheremo contro un mazzo aggressivo molto veloce. Immaginiamo di avere un mazzo lento e che il nostro avversario ci abbia sconfitto in cinque turni nella prima partita. Nella seconda partita abbiamo questa mano:

Sebbene sia lenta, questa mano potrebbe andar bene per una partita normale. Tuttavia, contro un mazzo molto aggressivo, saremo molto probabilmente in grande difficoltà al quarto turno. Se anche dovessimo essere ancora in vita, non avremmo il lusso di poter tenere libero il mana per Obiettare e probabilmente saremo costretti a compiere blocchi sfavorevoli nel momento in cui inizieremo a lanciare le creature. Contro un mazzo molto veloce, dobbiamo valutare un mulligan per questa mano.

Notate anche che tutte le terre sono Isole. È molto probabile che pescheremo una terra entro il quarto turno, ma il rischio di non pescarla potrebbe essere l'elemento che ci fa scegliere di prendere un mulligan nel caso di una mano al limite come questa. Inoltre, evitiamo anche la possibilità di pescare una carta nera difensiva dal costo di 2 o 3 mana. Nel complesso, non è affatto una situazione ideale.

Pescare sia terre che magie

Affinché la mano che abbiamo appena visto diventi buona, è necessario pescare una Palude e altre magie (preferibilmente a basso costo) e abbiamo poco tempo a disposizione. Questo è un problema comune ed è un motivo valido per prendere un mulligan con una mano che ha da due e cinque terre.

Nessuno ha piacere di rinunciare a una mano con un buon insieme di terre e magie, ma questa mano è sufficientemente scadente da spingerci a prendere un mulligan. Il primo problema è la necessità di pescare una o più Foreste per poter lanciare le magie verdi. Il secondo problema è la necessità di pescare più creature prima di poter utilizzare queste magie al massimo. È molto difficile riuscire a pescarle entrambe contemporaneamente! Esistono sicuramente sequenze di pescata che possono trasformare questa mano in una buona mano, ma ci sono anche molti casi in cui ci troveremmo nei guai. Potremmo rimanere senza un colore, potremmo pescare troppe terre o potremmo semplicemente avere una mano lenta e mediocre.

Accidenti! Il nostro mazzo è nero-rosso con un po' di blu. Abbiamo una carta forte a costo tre mana che interagisce molto bene con lo Zannaletale Spietata. Tuttavia, questo è un caso in cui abbiamo già troppe terre e ne dobbiamo ancora pescare altre prima di poter lanciare le nostre magie. Che cosa possiamo sperare? Se potessimo teletrasportare una Palude e un'Isola in cima al mazzo, potremmo lanciare le magie che abbiamo in mano, ma poi avremmo sette terre e solo due magie! In questo caso dobbiamo prendere un mulligan.

I mulligan non sono una scienza perfetta e ogni situazione è leggermente diversa dalle altre. Questo è proprio il motivo per cui è importante comprendere i delicati fattori che influenzano le scelte di mulligan. Nulla di ciò che potrei scrivere io vi dirà mai con certezza che cosa dovrete fare con la vostra prossima mano iniziale, ma mi auguro di avervi offerto alcuni elementi su cui riflettere durante le vostre prossime scelte di mulligan in Limited.

Latest Level One Articles

Level One

3 Luglio 2018

I concetti di base del vantaggio di carte by, Reid Duke

Si dice che, nella vita, si ottiene ciò che si semina. Il costo per lanciare una magia La scorsa settimana, ho definito il mana come una delle risorse di base di Magic. Per lanciare una...

Learn More

Level One

3 Luglio 2018

I concetti di base del mana by, Reid Duke

Ogni partita di Magic ha inizio nello stesso modo: un giocatore gioca una terra. Tutto ha inizio dal mana. Il mana è una delle risorse più basilari e più importanti di Magic. Senza il man...

Learn More

Articoli

Articoli

Level One Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All