La luna perfetta, parte 2

Posted in Making Magic on 18 Luglio 2016

By Mark Rosewater

Working in R&D since '95, Mark became Magic head designer in '03. His hobbies: spending time with family, writing about Magic in all mediums, and creating short bios.

La scorsa settimana ho iniziato a raccontarvi le mie storie su Luna Spettrale. Avevo così tante curiosità da raccontarvi che un solo articolo non è stato sufficiente. Oggi si continua.

Liliana, l’Ultima Speranza

La storia ha molti sviluppi in Luna Spettrale. Uno dei più importanti è il fatto che Liliana ha finalmente l’occasione di svolgere il ruolo di eroe. Emrakul sta avendo un effetto rovinoso sugli abitanti di Innistrad, con una sola eccezione: è davvero difficile distorcere la mente di una creatura che non ha del tutto una mente. Esatto, tra tutte le creature di Innistrad, gli zombie si sono dimostrati immuni agli effetti di Emrakul. Significa che la capacità di controllare gli zombie è estremamente importante. E indovinate un po’ chi si trova su Innistrad? La nostra necromante preferita, Liliana.

L’aspetto chiave della progettazione di Liliana è stata la realizzazione di una carta che rappresentasse bene i suoi poteri da necromante. Siamo partiti dalla sua ultima abilità. Analizzando la storia di Magic, quale carta rappresentava meglio la forza di un esercito di zombie? La mia scelta è stata questa:

Le Interminabili Truppe di Morti sono una carta realizzata dall'idea ai dettagli per rappresentare il modo in cui le orde di zombie crescono sempre di più. E se l’ultima abilità di Liliana fosse una versione ancora più potente delle Interminabili Truppe di Morti? Invece di aumentare il loro numero della metà degli zombie, avremmo potuto raddoppiarne il numero e aggiungerne due (insomma, per avere un punto di partenza nel caso ci ritrovassimo senza zombie per qualche motivo).

La sua prima abilità ha lo scopo di proteggerla, mentre la seconda aiuta l’inizio della creazione dell’esercito di zombie, in modo da essere pronti a sfruttare l’ultima abilità fin dall’inizio. La carta ci spinge a mettere insieme un mazzo zombie più orientato al controllo, in quanto l’aspetto chiave è resistere sufficientemente a lungo per permettere a Liliana di iniziare a generare orde di zombie.

Giuramento di Liliana

Come vi ho spiegato nell’edizione di Giuramento dei Guardiani di questo articolo, i Giuramenti esistono come mezzo meccanico per rappresentare i nuovi membri del gruppo dei Guardiani. I Giuramenti hanno una struttura semplice. Contengono un’abilità di entrata sul campo di battaglia e un’abilità statica che offre una ricompensa se abbiamo dei Planeswalker. L’effetto dell’abilità di entrata sul campo di battaglia del Giuramento di Liliana rappresenta una delle sue principali capacità, cioè uccidere le creature, e l’abilità statica rappresenta la capacità opposta, cioè la creazione di zombie.

Pace della Mente - ristampa

Uno degli aspetti divertenti della progettazione di un’espansione è la ricerca delle possibili ristampe. Non qualsiasi ristampa. Le ristampe migliori sono quelle che non avvengono molte volte. È splendido trovare una carta dagli albori del gioco che risulta perfetta per l’identità meccanica dell’espansione attuale. Abbiamo la possibilità di modificare i nomi e i concetti delle carte per realizzare le ristampe, ma i migliori successi sono quelli in cui non è necessario modificare il nome della carta, che risulta adatto al nuovo ambiente.

La Pace della Mente è l'esempio perfetto di ciò di cui vi voglio parlare. Questa carta è apparsa solo due volte: per la prima volta in Esodo e poi in Nona Edizione. Prima era un pittoresco modo per guadagnare punti vita, mentre in Luna Spettrale diventa un supporto bianco per follia e delirio, che permette anche di mettere nel cimitero le carte importanti, tutto con un perfetto elemento narrativo. Vogliamo mantenere la sanità mentale in Innistrad? Per riuscirci, dobbiamo essere disposti a rinunciare a parti della nostra mente (la battuta nel nome è solo la ciliegina sulla torta).

Locandiera di Stensia

In prima battuta, probabilmente questa carta appare bizzarra. Come funziona? Di solito è il blu il colore che impedisce agli oggetti di stappare. Per comprendere questa carta, dobbiamo allargare il nostro campo di osservazione. Fin dall’inizio del gioco, il rosso ha avuto la capacità di distruggere le terre. Con il passare degli anni, abbiamo ridotto il potere di distruzione delle terre, perché, se non abbiamo più le risorse per giocare, il gioco non è più divertente.

La domanda che il team di Ricerca e Sviluppo si è posto è stata se ci fosse un modo per permettere al rosso di avere una minima capacità di distruzione di terre, senza necessariamente distruggere le terre. C’è qualche effetto che risulta efficace, ma di impatto inferiore a “distruggi una terra bersaglio"? "Tappa una terra bersaglio, quella terra non stappa nella prossima sottofase di STAP" è la nostra attuale soluzione a questo problema. In questo modo permettiamo al rosso di “distruggere” le terre, ma solo per un turno.

Il rosso avrà questo tipo di effetto più spesso? Forse. Stiamo verificando se ci permetterà di ottenere il risultato che desideriamo, con anche il giusto livello di forza. Questo è il concetto alla base di quella riga di testo della Locandiera di Stensia.

Tamiyo, Ricercatrice sul Campo

In Ritorno di Avacyn, abbiamo presentato al pubblico una Planeswalker scienziata lunantropa di Kamigawa, la quale studiava le caratteristiche e gli effetti delle lune. Aveva utilizzato la sua abilità di passare da un piano all’altro per scoprire nuovi mondi e imparare di più riguardo alle lune. Innistrad, in particolare, possedeva una strana luna, composta da argento. Quando siamo tornati su Innistrad, una delle domande che sono state poste è stata relativa al destino di Tamiyo. Si trovava ancora su Innistrad oppure si era spostata su un altro mondo per studiare una nuova luna? Il pubblico aveva apprezzato Tamiyo, quindi il team creativo ha deciso di utilizzarla nella storia. Le sue ricerche sulla luna di Innistrad erano perfette per il modo in cui avrebbero voluto raccontare la storia.

C’era solo un piccolo problema. Quattro dei cinque slot per i Planeswalker erano già utilizzati e il quinto aveva delle speciali esigenze di colori che non corrispondevano a Tamiyo (vi dirò di più tra poco). Sembrava però ingiusto che non avesse una carta. I Guardiani sono tali che, se non hanno una carta Planeswalker in un mondo, possiamo rimediare nel mondo successivo. Tamiyo, al contrario, sarebbe stata presente solo per la storia di questo blocco. Se non le avessimo offerto una carta Planeswalker, avremmo dovuto aspettare molti altri anni prima di avere un’altra occasione.

Il team creativo è andato da Erik Lauer (head developer e persona più interessata all’equilibrio tra i Planeswalker) e ha presentato la richiesta. Erik ha spiegato che il motivo per porre un limite di cinque Planeswalker per blocco è per fare in modo che il formato Standard abbia il numero più appropriato di Planeswalker. Ha poi aggiunto che, magari, avrebbe potuto trovare una soluzione. Più un Planeswalker ha effetti particolari, meno difficoltà crea per il formato Standard. Saremmo stati in grado di realizzare Tamiyo come Planeswalker a tre colori? In questo modo sarebbe stata limitata a un mazzo molto specifico, permettendo al team di sviluppo di tenerla meglio sotto controllo e garantire che il suo impatto fosse limitato.

Tamiyo a tre colori sarebbe stata meglio rispetto a nessuna Tamiyo, quindi il team creativo si è messo al lavoro. Ovviamente, doveva essere blu. Era anche una scienziata, caratteristica che la spingeva verso Simic (blu-verde). Inoltre, il suo ruolo nella storia la vede alla ricerca di ciò che non funziona nel mondo, con l’obiettivo di salvarlo. Si può quindi dire che abbia un qualcosa di bianco. Ebbene, per questa espansione, Tamiyo è Bant (verde-bianco-blu).

Il trucco per progettare un Planeswalker a tre colori è fare in modo che le sue abilità rappresentino tutti e tre i colori. Nonostante Tamiyo sia ora verde e bianca, il suo colore principale è sempre il blu... quindi il blu sarebbe dovuto apparire come colore più forte. La sua prima abilità fornisce ciò che nel team di Ricerca e Sviluppo chiamiamo “curiosità” (il danno da combattimento porta a pescare una carta). Curiosità è presente nel blu e nel verde. La seconda abilità è quella che chiamiamo “ghiaccio”. Significa tappare una creatura e impedirle di stappare il turno successivo. L’abilità è presente nel blu come colore primario e un po’ anche nel bianco (sebbene il bianco di solito abbia solo la parte del tappare; curiosamente, in Kamigawa... da cui Tamiyo proviene... questa abilità è stata utilizzata anche nel verde e nei serpenti). L’ultima abilità è caratteristica del blu, ma talvolta anche il verde e il bianco si cimentano, nel caso di tipi specifici di carte. Nel complesso, questa Tamiyo è più blu che verde o bianca (proprio come lo è il personaggio), ma le abilità fanno trasparire tracce degli altri colori.

Thalia, Catara Eretica

Thalia è stata un’altra creatura leggendaria alla quale la progettazione avrebbe dovuto adattarsi. La prima volta che abbiamo incontrato Thalia (nel senso di carta) è stato in Ascesa Oscura.

Thalia era un valoroso soldato che aiutava a proteggere le sue truppe dalle influenze esterne, capacità rappresentata dal suo effetto sulle magie non creatura. La nuova Thalia è sempre un soldato ed è sempre orientata a proteggere, ma è diventata più forte. Ora, invece di essere un 2/1 con attacco improvviso, è un 3/2 con attacco improvviso. La nuova Thalia agisce sempre sull’avversario con la sua abilità statica, ma ora, invece di contrastare le magie non creatura, indebolisce le creature (e le terre non base) dell’avversario.

L’abilità di Thalia è stata ispirata da una carta di molti anni fa: Kismet di Leggende.

Questo effetto rallenta l’avversario, permettendoci quindi di essere più aggressivi.

Albero della Perdizione

Uno degli aspetti divertenti del ritorno su un mondo è la possibilità di realizzare nuove carte che richiamino alcune carte della prima visita. L’Albero della Perdizione è una di queste. È un richiamo all’Albero della Redenzione:

L’Albero della Redenzione non è stato in realtà realizzato durante la progettazione di Innistrad; è stato aggiunto durante la fase di sviluppo. Erik Lauer, lead developer dell'espansione, era alla ricerca di una nuova rara mitica e ha avuto questa idea. Stava cercando di realizzare qualcosa di raccapricciante e con contenuto narrativo, ma in modo molto diverso. La carta ha una costituzione pari a 13, che crea quindi un buon legame con la tematica del numero tredici.

La carta ha avuto molto successo, quindi abbiamo deciso di riprendere l’idea in Luna Spettrale, ma in un modo diverso. Invece di uno scambio tra i nostri punti vita e la sua costituzione, questa nuova carta effettua lo scambio con i punti vita dell’avversario. Questo è l’unico elemento diverso. La creatura è sempre 0/13 al costo di quattro mana di cui uno colorato e ha difensore. Il verde non sarebbe però stato il colore adatto per far scendere i punti vita dell’avversario in questo modo. La struttura dei colori ci ha permesso di scegliere il colore perfetto. Il rosso è in grado di infliggere danno diretto all’avversario, mentre la perdita di punti vita è una caratteristica tipica del nero. L’Albero della Redenzione è quindi diventato l’Albero della Perdizione.

Ulrich del Krallenhorde / Ulrich, Alfa Incontrastato

Ulrich of the Krallenhorde
Ulrich, Uncontested Alpha

Per ogni espansione, si ha sempre un momento in cui il lavoro è terminato e non c’è più nulla da modificare. A quel punto si attende che il prodotto venga pubblicato, per vedere la reazione del pubblico. La maggior parte delle volte, il pubblico non vede l’ora di scoprire ciò che abbiamo aggiunto, ma, in ogni espansione, si trova qualcosa di mancante che il pubblico si aspettava. Nel caso del blocco Innistrad, questa mancanza è stata un lupo mannaro leggendario.

Abbiamo valutato la possibilità di realizzare un lupo mannaro leggendario, ma abbiamo avuto dei dubbi e, alla fine, abbiamo deciso di non realizzarlo. La scelta non è stata corretta. Dovete sapere che il formato Commander è diventato molto popolare e i giocatori hanno un grande desiderio di nuove creature leggendarie che rappresentino le nuove tematiche di ogni espansione. Innistrad, sotto tutti i punti di vista, ha introdotto la tribù dei lupi mannari in Magic. I giocatori del formato Commander hanno voluto costruire mazzi lupi mannari, ma, nonostante esistessero molti comandanti rosso-verdi tra cui scegliere, non esisteva nessun comandante lupo mannaro.

Come capita di solito quando “saltiamo” qualcosa, la base dei giocatori ha espresso con decisione la propria insoddisfazione, quindi ho compreso in modo molto chiaro che avrebbero voluto un lupo mannaro leggendario. A volte, queste lacune possono essere colmate in altre espansioni o in prodotti supplementari (come nel caso di Gisa e Geralf, l’altro elemento mancante del blocco Innistrad), ma un lupo mannaro leggendario a doppia faccia rosso-verde non è un tipo di carta che possiamo inserire ovunque con facilità. L’unico luogo appropriato per noi sarebbe stato un’espansione di un blocco Innistrad. Il giorno in cui ho compreso che saremmo tornati su Innistrad, la prima carta che mi sono segnato di realizzare è stato un “lupo mannaro leggendario rosso-verde”.

Perfetto, saremmo tornati su Innistrad e il lupo mannaro leggendario era nei nostri programmi. Che cosa sarebbe mai potuta andare storto? Abbiamo progettato Ulrich (una proto-versione, in quanto la carta è cambiata un po’ durante il processo) all’inizio della progettazione e l’abbiamo aggiunto al file delle carte con un appunto che diceva che questo sarebbe stato il posto dedicato al lupo mannaro leggendario. Fatto ciò, abbiamo spostato l’attenzione sugli altri aspetti dell’espansione.

Uno dei tanti elementi a cui dobbiamo fare attenzione è l’equilibrio dei colori dei Planeswalker nel formato Standard. Cerchiamo di fare in modo che tutti i Planeswalker abbiano una possibilità di essere giocati nei formati Constructed, quindi è fondamentale che ci sia un equilibrio nei loro colori. Questo aspetto è così importante che il team creativo ha una tabella, completa di calcoli, in modo da tenere traccia di quali espansioni hanno bisogno di determinati colori.

Il blocco Ombre su Innistrad è iniziato, come tutti i blocchi, con cinque Planeswalker (leggete la storia su Tamiyo per maggiori informazioni). Chi erano i principali personaggi della storia? Jace era monoblu, Liliana mononera, Sorin bianco-nero e Nahiri bianco-rossa. Considerando i colori multipli con un valore dimezzato, avevamo:

  • Bianco: 1
  • Blu: 1
  • Nero: 1,5
  • Rosso: 0,5
  • Verde: 0

Bianco, blu e nero erano coperti, con il nero più presente della media. Il rosso aveva un valore basso e il verde molto basso (nel senso che non aveva nulla). Non potendo cambiare i personaggi e i loro colori, il quinto Planeswalker doveva essere assolutamente rosso-verde. Inoltre, l’ultima volta che siamo stati su Innistrad, abbiamo avuto un Planeswalker a doppia faccia: Garruk. È raro avere Planeswalker a doppia faccia (soprattutto quando sono Planeswalker su entrambi i lati), quindi sarebbe stato ottimo avere come quinto Planeswalker una carta a doppia faccia.

Questi ragionamenti ci hanno portato alla stessa conclusione dell’originale Innistrad: un Planeswalker lupo mannaro (prima di decidere di realizzare Garruk a doppia faccia, avevamo un Planeswalker lupo mannaro). Perfetto, l’idea sembrava ottima. Il team creativo aveva una buona idea sull’identità di questo Planeswalker e abbiamo realizzato Arlinn Kord.

Tutto andava bene, ma significava che avremmo avuto due lupi mannari a doppia faccia rosso-verde rari mitici. Quello era un problema. Avremmo potuto spostare il lupo mannaro leggendario a Luna Spettrale? Certo. Non sarebbe stato importante in quale espansione fosse il lupo mannaro leggendario, a patto che fosse nel blocco. Certo, il pubblico se lo sarebbe aspettato in Ombre su Innistrad, ma avrebbe potuto attendere qualche mese in più. Lo abbiamo quindi spostato.

Saltiamo in avanti di alcuni mesi. Ci ritroviamo a lavorare su Luna Spettrale. Come vi ho spiegato nel mio secondo articolo di anteprima, abbiamo deciso di utilizzare le carte a doppia faccia per rappresentare la mutazione oscura di Emrakul. Invece dei simboli del sole e della luna crescente, abbiamo utilizzato una luna piena e il simbolo degli Eldrazi, in quanto queste carte a doppia faccia non erano come quelle di Innistrad, Ascesa Oscura e Ombre su Innistrad. C'è stata una sola eccezione.

Era necessario che il lupo mannaro leggendario avesse il funzionamento di un normale lupo mannaro. Non poteva essere un lupo mannaro sul lato frontale e un Eldrazi sul lato posteriore, come gli altri lupi mannari dell’espansione. Non avrebbe funzionato da vari punti di vista. Se Ulrich non avesse funzionato in quel modo, sarebbe stato un’eccezione delle carte a doppia faccia di Luna Spettrale. È stato quindi suggerito di rimuoverlo.

No, no, no, no, no, no, no. Se c’era una carta che non avremmo potuto rimuovere dall’intero blocco, quella carta era proprio un lupo mannaro leggendario rosso-verde. Il blocco Innistrad originale aveva avuto un enorme successo. Un enorme successo a vari livelli. Il numero di elementi che avevamo “saltato” poteva essere contato sulle dita di una mano e l’errore principale, molto più grande di tutti gli altri, è stato proprio la mancanza di un lupo mannaro leggendario rosso-verde. Non avremmo potuto saltarlo di nuovo.

Ho piantato i piedi. Altre persone nel team di Ricerca e Sviluppo hanno piantato i piedi. Il nostro compito è soddisfare i giocatori. Certo, stavamo scombinando il funzionamento delle carte a doppia faccia. Certo, stavamo inserendo un elemento rotondo in uno spazio quadrato, ma non importava. Non ci sarebbe stato alcun motivo valido per non stampare un lupo mannaro leggendario rosso-verde. È stato necessario un po’ di impegno, ma alla fine Ulrich è rimasto nell’espansione, come eccezione speciale.

Saltiamo in avanti di circa un anno. Ombre su Innistrad viene pubblicata. Non c’è alcun lupo mannaro leggendario rosso-verde. Il blocco ha due espansioni. Sono sicuro che i giocatori attenderanno di vedere se è presente nella seconda espansione. No. Inizio a ricevere mail immediatamente. Come abbiamo fatto a non stampare un lupo mannaro leggendario rosso-verde? Ora, di solito non rivelo ciò che verrà pubblicato nelle espansioni future, quindi devo girare intorno al discorso. "Volete davvero un lupo mannaro leggendario rosso-verde? Perché nessuno me lo ha detto?".

Continuo a ricevere mail. Su molti siti sono presenti discussioni. Vengono scritti anche degli articoli a riguardo. Vengono anche registrati podcast a riguardo. In ogni intervista su Ombre su Innistrad a cui io o altri membri del team di Ricerca e Sviluppo partecipiamo, ci viene sempre chiesto “Dov’è il lupo mannaro leggendario?" e dobbiamo rispondere in modo scaltro.

Quando dico che "Sono contento che Luna Spettrale sia finalmente nota al pubblico", sono davvero serio. Godetevi Ulrich e lasciatemi qualche giorno di riposo prima di farmi sapere che cosa abbiamo saltato questa volta.

La Luna scompare dalla nostra vista

Queste sono le storie che avevo da parte per voi (almeno per oggi). Come sempre, sono molto interessato alle vostre opinioni, sia sull’articolo di oggi che su Luna Spettrale. Esistono carte di cui avreste voluto sapere qualcosa in più? Funziona bene l’espansione? Che cosa vi piace di più e che cosa vorreste che facessimo in modo diverso in futuro? Fatemi sapere via mail o attraverso uno dei miei social media (Twitter, Tumblr, Google+ e Instagram).

Ci rivediamo la prossima settimana, quando risponderò alle vostre domande su Luna Spettrale.

Nel frattempo, che possiate giocare un po’ e propormi le vostre domande.


"Drive to Work #348—Il modello a due blocchi"

In questo podcast, vi parlo di come è stato ideato il modello a due blocchi.

"Drive to Work #349—Venti insegnamenti: le associazioni mentali"

Questo è il quarto articolo di una serie di 20 chiamata "Venti lezioni, venti podcast", nella quale tratto in profondità ognuno degli insegnamenti della mia presentazione al GDC. Potete trovare i miei tre articoli a riguardo qui (parte 1, parte 2 e parte 3).

Latest Making Magic Articles

MAKING MAGIC

18 Gennaio 2021

L'alba di un mondo vichingo, parte 2 by, Mark Rosewater

La scorsa settimana, ho iniziato a raccontarvi la storia della progettazione di Kaldheim. Ho impostato il racconto in modo da suddividerlo negli otto argomenti che abbiamo definito durant...

Learn More

MAKING MAGIC

11 Gennaio 2021

L'alba di un mondo vichingo, parte 1 by, Mark Rosewater

Benvenuti al mio primo articolo di anteprima di Kaldheim. Nell’articolo di oggi e nella seconda parte della prossima settimana vi racconterò la storia della progettazione e vi farò vedere...

Learn More

Articoli

Articoli

Making Magic Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All