Divoratori di Mondi

Posted in Feature on 2 Marzo 2010

By Wizards of the Coast

Divoratori di Mondi

Ognuno dei tre Eldrazi colossali origina i propri "discendenti della covata". Le tre covate sono composte di parassiti Eldrazi e altri esseri subordinati, ciascuno dei quali riflette l'immagine del proprio progenitore. Prima della loro ascesa, il lontano ricordo di ogni Eldrazi cominciò a essere venerato come un triumvirato di divinità da parte delle razze dei tritoni e dei kor di Zendikar.

Emrakul

Illus. di Mark Tedin

Vagamente corrispondente a Em, la dea del vento dei tritoni, Emrakul è il più grande e spaventoso degli Eldrazi. Provoca un silente terrore ovunque fluttui, incarnando la desolazione, la distanza fisica ed emotiva, il gelo del nulla e il terrore di essere soli.

La covata di Emrakul è caratterizzata da strutture carnose a reticolo, simmetrie bilaterali inquietanti e tentacoli che terminano con nodose dita rudimentali. Simile a spugnose ossa aliene, il reticolo respira indipendentemente dall'Eldrazi, fornendo sostentamento a una moltitudine di invisibili creaturine all'interno. Alcuni di questi discendenti, oltre che lo stesso Emrakul, fluttuano sul terreno, sfruttando poteri sconosciuti per modificare la gravità circostante.

Kozilek

Illus. di Michael Komarck

Kozilek è la vera identità del mito tritone del dio imbroglione Cosi, un abominio distruttivo di inesorabile follia. Kozilek rappresenta i temi di inganno, enigmi, bugie, dominio mentale, trasformazione e sperimentazione. I saggi chiamano Kozilek la confusione del panico, la trappola degli enigmi e lo straziatore della mente.

Gli Eldrazi della covata di Kozilek hanno molti occhi che spuntano vicino alle giunture o lungo le creste corporee, placche seghettate o lame di minerale nero lucente che sporgono o fluttuano intorno ai corpi, e anatomie animalesche o insettoidi coperte di spessi carapaci. I parassiti di Kozilek possono assorbire la vita con la loro sola presenza, ma preferiscono lacerare la carne coi loro pungiglioni color onice.

Ulamog

Illus. di Aleksi Briclot

Ulamog, la mostruosità dal nome quasi dimenticato e conosciuto come il dio del mare tritone Ula, è simbolo di calamità, i ciechi legami tra parassita e ospite, e la sovrabbondanza. Ulamog è la creazione e la distruzione fuse in una sacrilega armonia.

I discendenti della covata di Ulamog sono caratterizzati da dense masse di tentacoli privi di ventose, molteplici braccia avvizzite e biforcate al gomito e, decisamente sconvolgenti, placche ossee senz'occhi in forme inumane ma vagamente facciali. Gli Eldrazi famelici e brutali della covata di Ulamog barcollano e vibrano sul terreno, esperti nel diffondere malattie e attingere dalla psiche oltre che dall'energia vitale delle loro vittime.

Latest Feature Articles

FEATURE

16 Settembre 2021

Compendio di Prerelease di Innistrad: Caccia di Mezzanotte by, Gavin Verhey

È ora di tornare in uno dei piani di Magic più amati dai giocatori: Innistrad. Uno spaventoso piano dalle orrorifiche atmosfere gotiche, pieno di Vampiri, Mannari, Zombie, Spiriti e, n...

Learn More

FEATURE

2 Settembre 2021

Meccaniche di Innistrad: Caccia di Mezzanotte by, Matt Tabak

Nessun piano del Multiverso incute il terrore tra i suoi abitanti come Innistrad. Dovresti avere paura? Certo che no. È un gioco di carte. Questa ambientazione è fantastica. E ci torniamo...

Learn More

Articoli

Articoli

Feature Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All