Immagine

Posted in Feature on 9 Ottobre 2003

By Rei Nakazawa

Dominaria, Rabiah, Phyrexia, Ulgrotha, Mercadia, Rath. Il Multiverso è vasto, ma i set Magic devono ancora esplorare un gran numero di mondi sconosciuti. La nuova espansione rappresenta il primo passo di questa eccezionale impresa. Mirrodin è solo l’inizio di quella che speriamo sarà una nuova, straordinaria era ricca di elementi creativi per Magic, un’era in cui ci si allontana dai luoghi tradizionali per esplorare tutto il potenziale che il Multiverso racchiude in sé. Wizards of the Coast ha in mente dei piani fantastici che daranno un sapore unico e irresistibile ai nuovi set di carte. Ma tutto inizia qui, su Mirrodin.

Sì, e ritornano anche gli artefatti!

I miei colleghi sono incaricati di spiegarti le noiose questioni delle meccaniche del gioco. Il mio compito, invece, è di parlarti del mondo che incontrerai per la prima volta in questo blocco. Lo shock culturale non sarà insormontabile, perché ci sono molti elementi con cui hai già un’ottima familiarità. Ma ci sono anche un sacco di novità interessanti, alcune delle quali troveranno spiegazione completa solo nelle espansioni successive. Molti particolari della storia di Glissa ti saranno svelati solo se leggerai le novels, ma se la lettura non ti interessa in modo particolare, l’ambiente è già abbastanza ricco da suscitare tutto il tuo entusiasmo.

Mirrodin Places

Questa espansione, e il mondo nel quale si svolgono le sue vicende, ha una sola parola d’ordine: metallo. Su Mirrodin l’organico e il metallico si sono evoluti insieme creando forme di vita che sono un’inedita miscela di biologico e artificiale. Dalle erbe taglienti che crescono tanto in fretta da impalare gli sfortunati umani, agli oceani che ondeggiano con l’insolità densità del mercurio, anche il più delicato fiore di loto è fatto di metallo. Gli esseri intelligenti che popolano Mirrodin sono anche loro molto particolari, un insolito miscuglio di muscoli e acciaio. Se per molti la cosa non ha nulla di strano, c’è qualcuno che non la pensa in questo modo e vuole scoprirne il mistero.

Il pianeta è popolato anche da artefatti, alcuni generatisi spontaneamente, altri probabilmente concepiti da una qualche forza intelligente che è scomparsa ormai da lungo tempo. Quattro Soli (che alcuni chiamano Lune) orbitano intorno al pianeta. Rosso, nero, bianco e blu, tutti sembrano avere un qualche potere su questa terra. Gli abitanti di Mirrodin li venerano e solo il tempo potrà dire a quali segreti eventi essi hanno assistito sul pianeta che irradiano con la propria luce.

Ma andiamo a conoscere più da vicino alcuni dei luoghi e degli esseri che compariranno nel prossimo anno. Come ho già anticipato, molti hanno caratteristiche che già conosci. Ci sono umani dotati di evoluzioni degne della loro terra di origine. C’è la Catena dei Monti Oxidda, dove la Grande Fornace erutta senza tregua vapori densi e metallo fuso. I goblin di questa terra la venerano come creatrice di Mirrodin e la alimentano incessantemente con carne viva e metallo per mantenerla attiva. Anche qui i misteri nascondono altri misteri; qualcosa ha indotto i goblin anziani a cacciare il ribelle Krark Clan, ma nessuno tranne loro sa che cosa sia questo qualcosa. Forse ha a che fare con le origini ultime di Mirrodin e con le mani che l’hanno plasmato.

Il Groviglio è una densa foresta di alberi contorti fatti di rame che si estende per miglia e miglia. È abitato dagli elfi, che lo venerano come la loro natura anche se ai nostri occhi appare tutt’altro che naturale. Ma il Groviglio nasconde cose ancor più pericolose delle bestie malvage che ne perlustrano il vasto territorio alla ricerca di prede. Radix è una radura dove tutto svanisce come inghiottito nel nulla, i Limiti dell’Oblio cancellano i lontani ricordi degli elfi e l’Albero del Tel-Jilad accoglie trolls di infinita saggezza che la sanno molto più lunga di quanto lascino intendere. Nonostante le sue efferatezze, il Groviglio è stranamente silenzioso, ed è per questa ragione che la nostra eroina, che vi presenterò più tardi, intraprende la ricerca di una verità superiore.

Mephidross è una mefitica terra desolata tutta melma, lordura e corrosione, nella quale un terribile vapore che si chiama necrogeno trasforma lentamente gli sfortunati in Nim, una stirpe di zombi perfettamente equipaggiati per cacciare gli umani e ucciderli. Gli umani che sono tanto folli o coraggiosi da vivere qui, sopravvivono grazie a ciò che trovano scavando nei numerosi cumuli di rifiuti di Mephidross.

Mirrodin Races

Poi c’è Lumengrid, la grandiosa città che hai visto nella Mirrodin preview. Affacciata al Mare di Mercurio, la città è patria degli umani Neurok e dei Vedalken, una nuova razza blu che abbiamo presentato alcuni anni fa per un progetto esplorativo Magic. Questi esseri dedicano la vita all’incessante perseguimento della conoscenza, di uno scopo grandioso che da millenni sfugge ai tentativi della specie. Sono tanto disperati nella loro ricerca che forse, per ottenere ciò che vogliono, sono venuti a patti con le potenze occulte…

I Razor Fields, coperti di erbe incolte incredibilmente affilate, accolgono umani nomadi ed elefanti guerrieri, ma sono dominati dai Leonin—una stirpe di felini guerrieri in grado di sopravvivere a qualunque evento. Il loro capo politico e militare, Raksha Golden Cub, vuole dare gloria in battaglia alla propria gente, mentre Ushanti, grande guida spirituale, prevede il disordine futuro. I Leonin hanno patito gravi sofferenze sotto gli artigli degli artefatti che imperversano in questa terra, e Rashka ha un progetto capace di porre fine a questo sopruso che rischia di far estinguere la sua gente.

Come vedi, a Mirrodin accadono parecchie cose, e ci sono moltissimi segreti da scoprire attraverso le carte e le novels. Pochi mondi Magic si sono ispirati con altrettanta tenacia a una sola idea, quella del metallo: tutto il mondo di Mirrodin discende dall’unico principio unificatore del metallo. Sarà interessante vedere come si svilupperà nel prossimo anno insieme con i suoi abitanti.

Ma adesso veniamo all’argomento che molti aspettano: le card previews. Voglio presentarti due dei personaggi principali che incontrerai di frequente in questo blocco. Glissa Sunseeker è una rappresentante femminile degli elfi del Groviglio: è animata da una curiosità innata, e al contempo da una strana repulsione, per il mondo che la circonda. Viaggia in lungo e in largo per Mirrodin per soddisfare la sua curiosità e risolvere il quesito che la assilla: perché questo pianeta metallico sembra in qualche modo sbagliato ? Sono queste le qualità che hanno ispirato la carta e il suo nome. Glissa Sunseeker è una combinazione originale di due forze del verde: la produzione di mana e la distruzione di artefatti, che ti permettono di abbattere qualunque artefatto nella misura in cui disponi del mana necessario. Dato che gli artefatti più pericolosi hanno un costo modesto, anche il mana necessario non è molto. Meglio ancora, al contrario di carte come Gorilla Shaman e Elvish Scrapper, puoi usare questo mana per lanciare tante terribili magie!

Poi c’è Bosh, l’antico golem di origine misteriosa che è la Larva di Glissa Miyu (cento punti a chiunque capisce il riferimento!). Come Glissa, anche lui ricerca la verità, ma la sua verità è la sua stessa memoria perduta e la capacità di comprendere quale sia il suo ruolo in un mondo che non riconosce più. Non a caso la sua carta è grande, cattiva e distruttiva. Bosh illustra bene anche la novità degli artefatti: il costo di attivazione in colore. Senza mana rosso, lui resta un semplice artefatto tutto muscoli, ma se aggiungi delle Montagne al mix, si trasforma subito in un metallo “Bloodshot Cyclops,” capace di sbatacchiare a piacimento Livellatori e Myr. Grazie alla mancanza del simbolo “tap”, i tuoi artefatti possono trasformarsi in un attimo nell’immagine stessa della morte! Combinalo con ricercatori come Planar Portal, e il danno non avrà più fine!

Glissa Sunseeker and Bosh, Iron Golem

Questi due personaggi tanto diversi, e un goblin che è stato cacciato dai Monti Oxidda per la sua insolita intelligenza, costituiscono il nucleo centrale della nostra coraggiosa forza. Insieme indagano i misteri di Mirrodin e scoprono molto più delle risposte che cercano. Le carte ti diranno qualcosa sui luoghi in cui si recano, e Will McDermott aggiungerà il resto. Ma una cosa è certa: prima ancora di avere finito, sconvolgeranno completamente l’ordine stabilito di Mirrodin, e i risultati saranno poco gradevoli.

Le domande che si pongono gli abitanti di Mirrodin sono le stesse che quasi tutti gli esseri umani si pongono: da dove veniamo, perché esistiamo? Ma al contrario degli umani, le risposte le troverai nel prossimo anno. Che tu sia un appassionato lettore, o che preferisca lasciar correre la fantasia attraverso le carte, hai molto da scoprire su Mirrodin, un set che ti metterà a dura prova.

Invia domande e commenti a editor@wizards.com.

Latest Feature Articles

FEATURE

16 Settembre 2021

Compendio di Prerelease di Innistrad: Caccia di Mezzanotte by, Gavin Verhey

È ora di tornare in uno dei piani di Magic più amati dai giocatori: Innistrad. Uno spaventoso piano dalle orrorifiche atmosfere gotiche, pieno di Vampiri, Mannari, Zombie, Spiriti e, n...

Learn More

FEATURE

2 Settembre 2021

Meccaniche di Innistrad: Caccia di Mezzanotte by, Matt Tabak

Nessun piano del Multiverso incute il terrore tra i suoi abitanti come Innistrad. Dovresti avere paura? Certo che no. È un gioco di carte. Questa ambientazione è fantastica. E ci torniamo...

Learn More

Articoli

Articoli

Feature Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All