Le caratteristiche fondamentali del verde

Posted in Making Magic on 10 Agosto 2015

By Mark Rosewater

Working in R&D since '95, Mark became Magic head designer in '03. His hobbies: spending time with family, writing about Magic in all mediums, and creating short bios.

In queste ultime cinque settimane, ho analizzato cinque articoli che avevo scritto tredici anni fa sulla filosofia dei colori. Ho iniziato con il bianco ("Le caratteristiche fondamentali del bianco"), poi sono passato al blu ("Le caratteristiche fondamentali del blu"), poi al nero ("Le caratteristiche fondamentali del nero"), poi al rosso ("Le caratteristiche fondamentali del rosso") e oggi termino con il verde.

Per ogni colore, do una risposta alle stesse sei domande che avevo posto negli articoli originali, ma con il bagaglio di questi anni di esperienza. Il verde presenta le più grandi differenze rispetto all'articolo originale. Queste sono le sei domande:

• Che cosa desidera il colore? Qual è il suo obiettivo finale?

• Quali mezzi utilizza il colore per raggiungere il suo obiettivo?

• Che cosa interessa al colore? Che cosa rappresenta il colore?

• Che cosa disprezza il colore? Che cosa va contro i principi del colore?

• Perché il colore apprezza i suoi alleati e disprezza i suoi nemici?

• Quali sono il maggiore punto di forza e la maggiore debolezza del colore?

Per la quinta e ultima volta (almeno fino a quando non analizzerò i colori, tra altri tredici anni), si parte.

Che cosa desidera il colore? Qual è il suo obiettivo finale?

Il verde desidera l'accettazione.

Gli altri colori sono concentrati sul modo in cui cambierebbero il mondo per renderlo migliore. Il verde è l'unico colore che non ha intenzione di modificare il mondo, perché è convinto che il mondo sia già perfetto. L'ordine naturale è una questione di bellezza e possiede tutte le risposte ai problemi della vita. La chiave è imparare a fermarsi e riconoscere ciò che è giusto in ciò che si trova davanti a noi.

Legame Rapido | Illustrazione di Nils Hamm

Ogni individuo possiede dalla nascita tutto il potenziale di cui ha bisogno. Il segreto per una vita felice è riconoscere il ruolo per cui siamo nati e accettarlo. Dobbiamo compiere il nostro destino. Il mondo è un sistema complesso e ognuno di noi svolge un ruolo al suo interno. Non è qualcosa che dobbiamo indovinare; è scritto in noi, nei nostri geni. Dobbiamo solo guardare dentro di noi.

Dobbiamo inoltre imparare come adattarci al sistema. La natura ha una splendida struttura. Una parte della vita è riconoscere il ruolo che dobbiamo svolgere e il modo in cui quel ruolo ci lega alla rete della vita. Non siamo soli. Siamo parte di un sistema complesso, ricco di legami.

Il problema è che ci sono così tanti avvenimenti che è facile perdere la visione. Troppi individui vengono distratti dai dettagli delle loro vite al punto da non essere in grado di fermarsi e comprendere l'insieme delle cose. Il verde ritiene che gli altri colori non si prendano il tempo necessario per apprezzare ciò che esiste.

Quali mezzi utilizza il colore per raggiungere il suo obiettivo?

Se gli individui non si impegnano a entrare in contatto con la natura, allora il verde ha il compito di portare loro la natura. Il verde ritiene che, una volta compreso ciò che la vita ha da offrire, tutti potranno accettarne i doni. La chiave è trovare i modi per aiutare gli altri a vedere ciò che il verde ha già davanti agli occhi.

Il migliore strumento del verde in questa impresa per aiutare gli altri ad apprezzare ciò che vede è la natura stessa, che si presenta in molti modi.

Il verde ha uno speciale legame con le creature, soprattutto quelle che vivono allo stato selvaggio e sono inserite nell'ecosistema. Ciò significa che il verde è un colore legato alle creature più di quanto lo siano gli altri (nonostante il bianco tenda ad avere molte piccole creature che si alleano per diventare più forti). Significa che il verde ha accesso a creature più grandi e possenti. Il verde fa buon uso di questo arsenale di animali selvaggi.

Behemoth dagli Zoccoli Craterici | Illustrazione di Chris Rahn

Il verde è anche strettamente legato alla terra. Ciò lo aiuta in molti modi. Gli permette di trovare nuovi legami più velocemente e di accumulare mana più rapidamente degli altri colori. In questo modo, il verde può lanciare più velocemente magie dal costo più elevato e avere più facilmente accesso al mana degli altri colori.

Il verde ha anche una forte connessione alla vita stessa e ha l'abilità di ringiovanire. Il verde ha anche una forte connessione con la crescita, che può utilizzare per sopraffare gli altri. Lo stretto legame del verde con l'ordine naturale significa che è in grado di accelerare i processi naturali.

In tutti questi casi il verde utilizza gli elementi della natura come un mezzo per mettere in mostra ciò che la natura è in grado di compiere. Il verde crede veramente che l'unico motivo che impedisce agli individui di accettare la verità del mondo sia la mancanza di comprensione. È necessaria un'armonia interiore per capire fino in fondo ciò che ci circonda e il verde si impegna per permettere agli individui di raggiungere questa armonia.

Che cosa interessa al colore? Che cosa rappresenta il colore?

I seguenti sono alcuni degli elementi importanti per il verde:

Vita (nascita): una delle più potenti forze della natura è la creazione di nuova vita. Il verde la considera un punto di forza fondamentale e fa tutto il possibile per coltivare e onorare questa abilità.

Crescita: il verde non sta con le mani in mano. La natura ha una grande attività. Mentre gli altri si girano i pollici, il mondo evolve lentamente ma costantemente. Questa forza inarrestabile di cambiamento è un altro elemento molto potente della natura ed è qualcosa a cui il verde attinge il più possibile.

Natura (e ciò che è naturale): per il verde esiste un'enorme differenza tra ciò che viene realizzato in modo naturale e ciò che viene realizzato in modo artificiale. Il primo è un grande dono del mondo, mentre il secondo è un abominio. Il mondo è in grado di dare vita a meravigliose creazioni. Il verde le ammira ed è sempre alla ricerca di modi per utilizzarle nelle sue imprese.

Reami Sconfinati | Illustrazione di Cliff Childs

Realtà (in contrasto con l'illusione): la verità è un'altra potente forza del mondo. Il verde promuove la verità perché rivela ciò che il mondo è realmente. Gli altri colori cercano di snaturare la vita, utilizzando menzogne e propaganda per fuorviare gli individui e impedire loro di vedere la verità. Il verde è quindi irremovibile contro tutto ciò che snatura la realtà.

Comunità: non siamo individui isolati, siamo tutti parte di una rete ricca di connessioni. Accettare la filosofia del verde vuol dire comprendere l'importanza di come ognuno di noi entra a far parte della vita degli altri. Cogliere il ruolo che il gruppo svolge è una parte fondamentale per comprendere il funzionamento del mondo.

Interconnessione: nulla esiste separato dal resto. Le azioni degli individui hanno conseguenze per gli individui che li circondano. Accettare il messaggio che il verde cerca di trasmettere al mondo vuol dire comprendere che tutti noi siamo circondati dagli altri.

Spiritismo: il verde lascia la religione al bianco, mentre lui crede nell'importanza di accettare la presenza di altre forze superiori. I fatti non avvengono per caso, ma per un determinato motivo. L'interconnessione della natura non esiste solo a livello fisico, ma anche a un livello molto superiore.

Passato: tra tutti i colori, il verde è quello che guarda maggiormente dietro di sé e ritiene che il futuro venga determinato dal passato.

Saggezza: il blu guarda al futuro e va alla ricerca della conoscenza, mentre il verde guarda il passato e va alla ricerca della saggezza. Il verde ritiene che il segreto per il successo sia la comprensione dei successi e dei fallimenti di coloro che ci hanno preceduti.

Cartografo | Illustrazione di Donato Giancola

Discendenza: se ciò che siamo è scritto nei nostri geni, le nostre origini sono di enorme importanza.

Tradizioni: il verde ritiene che abbiamo bisogno di essere costantemente a contatto con il passato; un metodo ottimo è dato dalle tradizioni, dalla continuazione di attività che vengono tramandate nel tempo dai progenitori.

Istinto: la natura offre stimoli attraverso i fattori biologici. La maggior parte delle creature, per esempio, non si chiede cosa farà nel futuro. Compie semplicemente le azioni più spontanee. Accettare la filosofia del verde vuol dire comprendere che quelle sensazioni non sono presenti solo negli animali, ma in ogni creatura vivente.

Animali: meno siamo civilizzati, più istintivamente comprendiamo il ruolo della natura. Gli animali, soprattutto quelli selvaggi, sono connessi alla natura in un modo che gli esseri più sapienti hanno difficoltà a comprendere.

Piante: il legame del verde con gli esseri viventi non si limita agli animali. Il verde è interessato alla flora tanto quanto alla fauna.

Che cosa disprezza il colore? Che cosa va contro i principi del colore?

Il verde accetta che i mutamenti facciano parte del processo naturale. Ciò che il verde non sopporta è il cambiamento innaturale, dovuto all'alterazione da parte di una forza esterna di qualcosa che non era destinato a cambiare. Ciò può avvenire in due modi. Il primo è la creazione di qualcosa che non sarebbe mai dovuto esistere. Questa avversione nei confronti di ciò che viene realizzato dall'uomo è un motivo importante per cui il verde detesta gli artefatti (e, in maniera minore, gli incantesimi). Non c'è offesa più grande rispetto a qualcuno che cerca di usurpare il processo naturale della creazione.

Velo dell'Autunno | Illustrazione di Kekai Kotaki

Il secondo è la rimozione inorganica di qualcosa dalla natura. L'ecosistema è così accuratamente equilibrato che la rimozione innaturale di un componente può rendere tutto instabile. Basta uccidere un gruppo di predatori e, improvvisamente, il numero delle prede inizia a crescere. Se non tenuto sotto controllo, questo effetto può avere conseguenze devastanti.

Il verde ha un forte legame con lo status quo, quindi è fortemente contrario a qualsiasi tentativo di modificare il sistema in modo artificiale.

Perché il colore apprezza i suoi alleati e disprezza i suoi nemici?

Il verde guarda il bianco e vede un colore affine che comprende l'importanza della comunità; entrambi i colori fanno un grande affidamento sulle creature. Il bianco ha anche un carattere pacifico con cui il verde si trova a suo agio. Il problema più grande per il verde è che il bianco non comprende il lato selvaggio che determina gli istinti di base.


Il verde trova invece nel rosso un colore che accetta il suo lato selvaggio. Il verde si basa più sull'istinto, mentre il rosso sugli impulsi, ma entrambi comprendono lo stimolo interiore ad agire. Come il verde, il rosso è un colore che ha accesso a molto mana e a un grande arsenale di creature giganti. Infine, il verde comprende a pieno il lato distruttivo del rosso, in quanto è in grado di riconoscere quella qualità della natura. Il problema principale che il verde ha con il rosso è la sua attenzione eccessiva per ciò che desidera, senza però riflettere sulle conseguenze delle sue azioni su coloro che lo circondano.

Elfa dalle Trecce Rosse | Illustrazione di Dominick Domingo


Mentre il verde è a supporto della natura, il blu è a supporto della crescita. Il blu ha questa falsa credenza che gli individui abbiano il totale controllo su ciò che sono. Il blu non solo non è in grado di accettare le pulsioni interiori, ma dedica anche molto tempo ed energie a cercare di diventare qualcosa di diverso. Il blu è il colore più dedito alla creazione di oggetti artificiali e ignora completamente ciò che è naturale. Il blu e il verde sono entrambi interessati all'educazione, ma il verde la ricerca nella saggezza del passato, mentre il blu è ossessionato dall'incognita del futuro. Il blu non solo impedisce al verde di diffondere il suo messaggio, ma cerca costantemente di fuorviare gli individui, offrendo loro un cammino di falsità.


Il verde guarda il nero e vede un colore intento alla distruzione di tutto ciò che è caro al verde. Il nero è assetato di potere e non ha alcuna coscienza che lo tenga a freno. Il nero uccide arbitrariamente e pericolosamente, rovinando ovunque gli ecosistemi. Il verde vede la morte per ciò che è: un componente chiave nel grande cerchio della vita. Il nero la vede invece come arma e, attraverso l'utilizzo scorretto, minaccia il sistema che il verde cerca di preservare. Come può il verde far comprendere a tutti il mondo naturale se il nero lo distrugge? Inoltre, il nero non comprende che il destino di ognuno è predeterminato... il nero si comporta in modo da dimostrare di possedere libero arbitrio.

Quali sono il maggiore punto di forza e la maggiore debolezza del colore?

Il principale punto di forza del verde è la fede assoluta e risoluta nel sistema della natura. Il verde accetta la natura ed è in grado di stabilire un legame che può utilizzare in modi primitivi e molto potenti. Questo legame permette al verde di avere accesso a molte creature giganti, utili per aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi.

Fuga Travolgente | Illustrazione di Steven Belledin

La debolezza del verde è il suo affidarsi eccessivamente a questo sistema. Per esempio, il verde è così concentrato sull'utilizzo delle creature da non essere in grado di gestire vari problemi nel momento in cui non ha creature a disposizione. In breve, il verde si affida a un solo metodo... e quando questo metodo non ha la risposta giusta, il verde è spesso nei guai di fronte ai problemi.

I personaggi della cultura pop che rappresentano il verde

I minion (Minions)

Nessuno sa da dove vengano, ma quelle piccole creature gialle sembrano nate per servire. Comprendono il loro ruolo e si danno da fare per svolgerlo al meglio.

Groot (Guardiani della galassia)

Oltre a essere letteralmente un albero, Groot è sicuramente il guardiano che si gode di più il mondo per ciò che è. È anche il personaggio più in armonia e interconnesso con gli esseri viventi.

Owen Grady (Jurassic World)

Mentre la maggior parte degli altri al Jurassic World vedono i dinosauri come un'attrazione, Owen è l'unico che li comprende per quello che sono: creature viventi che hanno bisogno di essere trattate in modo degno. Crea per esempio un legame con i raptor, perché è in grado di affermarsi come membro alfa.

Hodor (Game of Thrones)

Hodor è un uomo semplice ma forte. Non riflette molto, ma agisce in base agli istinti.

Poison Ivy (fumetto di Batman)

Ivy è l'esempio perfetto di un personaggio verde malvagio. La sua priorità è preservare la natura e l'ordine naturale; utilizza spesso le piante e i veleni naturali e compie le azioni necessarie per impedire i cambiamenti allo status quo.

Daryl (Walking Dead)

Tra tutti i sopravvissuti dell'apocalisse di zombie, Daryl sembra essere colui che la comprende meglio. Non la gradisce, ma la accetta per quello che è: il nuovo stile di vita. Daryl riconosce il ruolo che è chiamato a svolgere e ha imparato ad apprezzarlo.

E infine il nostro quinto e ultimo membro dei Simpson:

Maggie (The Simpsons)

Oltre a essere una bambina e quindi il membro più istintivo della famiglia, Maggie è colei che adora maggiormente la famiglia per ciò che è e fa del suo meglio per impedire che cambi.


Tutto è verde quel che finisce verde

Questa è la filosofia del verde. Come ogni settimana, sono molto interessato alle vostre opinioni sull'argomento di oggi. Potete mandarmi una mail o contattarmi attraverso uno dei miei social media (Twitter, Tumblr, Google+, Instagram).

Ci rivediamo la prossima settimana, quando vi presenterò finalmente qualche racconto sulla progettazione delle singole carte di Magic Origins.

Nel frattempo, che possiate fermarvi e godervi il mondo intorno a voi.


"Drive to Work #250—2011"

Questo è un altro podcast della serie "20 Years in 20 Podcasts". In questo episodio vi parlo dell'anno 2011.

"Drive to Work #251—L'ispirazione dei blocchi, parte 1"

In questa prima parte di una serie da due episodi vi parlo dell'ispirazione che ha portato alla creazione di ognuno dei venti blocchi di Magic.

Latest Making Magic Articles

MAKING MAGIC

11 Gennaio 2021

L'alba di un mondo vichingo, parte 1 by, Mark Rosewater

Benvenuti al mio primo articolo di anteprima di Kaldheim. Nell’articolo di oggi e nella seconda parte della prossima settimana vi racconterò la storia della progettazione e vi farò vedere...

Learn More

MAKING MAGIC

9 Novembre 2020

I nostri grandi personaggi by, Mark Rosewater

Nel primo articolo dedicato alle anteprime di Leggende di Commander ho spiegato che una delle idee alla base del prodotto sarebbe stata la sensazione di nostalgia nella scelta delle creat...

Learn More

Articoli

Articoli

Making Magic Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All