Come fabbricare

Posted in Beyond the Basics on 22 Settembre 2016

By Gavin Verhey

When Gavin Verhey was eleven, he dreamt of a job making Magic cards—and now as a Magic designer, he's living his dream! Gavin has been writing about Magic since 2005.

Nelle tante settimane in cui giocheremo con Kaladesh, ci troveremo di fronte una situazione molto, molto spesso. Ci capiterà con ogni mazzo Limited che costruiremo e probabilmente anche a volte in Constructed. Osserveremo la nostra carta, analizzeremo il campo di battaglia, guarderemo di nuovo la carta e saremo assaliti dal dubbio.

Si tratta di una domanda frequente sul mondo di Kaladesh. Il nostro avversario potrebbe chiedercela quando lanciamo la magia, offrendoci qualche secondo in più per pensare alla risposta a questa domanda molto semplice, ma al tempo stesso molto importante: "Segnalini o pedine?".

Fabbricare è una meccanica molto interessante.

Ci offre una scelta ogni volta che lanciamo una carta con questa meccanica... e quella singola scelta può portare un grande cambiamento nella partita. Vi assicuro che sarà importante: durante le attività di playtest con il team di Ricerca e Sviluppo di Magic, ho giocato molte partite in cui la vittoria dipendeva molto dalla scelta di come fabbricare.

A prima vista, il metodo per effettuare questa scelta potrebbe sembrare casuale. In fondo, il totale della forza è lo stesso... chissà in base a cosa potrebbe essere così importante?

In realtà, potreste già saperne molto di più su quale sia la scelta migliore.

Il Prerelease di Kaladesh è alle porte e voglio offrirvi le informazioni necessarie per compiere la scelta migliore, ogni turno. Sebbene non potrete praticamente avere mai le informazioni complete, ci sono alcuni elementi su cui riflettere per compiere la scelta migliore possibile.

Siete pronti? Vediamoli insieme!

1. Le abilità della carta

Il primo aspetto che consiglio di valutare è evidente, ma potrebbe venire trascurato: quali abilità possiede la creatura con fabbricare?

Per esempio, immaginiamo che il campo di battaglia sia intasato a terra. Sia noi che il nostro avversario puntiamo sulla cima del nostro mazzo. Siamo fortunati e peschiamo questo Umano:

Segnalini o pedine?

Se il campo di battaglia è intasato, le pedine non ci daranno nessun vantaggio... mentre un valore di forza più elevato su una creatura volante sarà molto importante! In questo caso dobbiamo proprio puntare sul segnalino +1/+1.

Molte delle creature con fabbricare di Kaladesh hanno parole chiave che ci spingono a scegliere i segnalini. A volte saranno fondamentali, a volte no. Per esempio, nella situazione descritta sopra, se il nostro avversario possiede un 2/1 volante, è molto probabile che le due creature volanti si uccideranno a vicenda. In quel caso, potrebbe essere più conveniente puntare sulle pedine. Per compiere la scelta giusta, dobbiamo chiederci quanto migliora la carta che lanciamo.

Per una valutazione completamente indipendente dallo stato di gioco, una linea guida che vi voglio offrire è: se state giocando in modo più aggressivo, mettete i segnalini sulla creatura; se state giocando in modo più difensivo, create le pedine. Perché? Immaginiamo di giocare un Battipista di Peema.

Lo giochiamo e scegliamo la pedina. Poi il nostro avversario gioca una creatura 4/4... e improvvisamente non possiamo più attaccare! Se avessimo avuto il 4/4, avremmo almeno potuto effettuare uno scambio.

Sebbene una situazione simile si possa presentare quando siamo in difesa... scegliamo la pedina, volendo giocare in modo difensivo e il nostro avversario gioca un 3/3, con il quale non avrebbe potuto attaccare se noi avessimo avuto un 4/4... il motivo per cui preferisco le pedine quando gioco in difesa è il fatto che ci offrano più opzioni di blocco e riempiano il campo di battaglia, rendendo più difficile per l’avversario utilizzare una rimozione e infliggerci danno (vi dirò di più su questo aspetto, più avanti).

Ovviamente, questi ragionamenti sono fuori contesto, cioè indipendenti dalle altre carte e sinergie, che sono la chiave del gioco di Magic. Aggiungiamole quindi alla nostra analisi!

2. Le sinergie con le nostre carte

Dopo aver valutato l’impatto immediato della carta sul campo di battaglia, l’elemento successivo da considerare è dato dalle sinergie presenti nel nostro mazzo. In Kaladesh, ci troveremo spesso a scegliere le pedine.

Se, per esempio, abbiamo una Serpe Meccanivora in mano, vorremo sicuramente le pedine!

Il fatto che le pedine siano artefatti è importante per vari elementi di sinergia in Kaladesh, quindi, se in mano o sul campo di battaglia abbiamo carte che interagiscono con gli artefatti, le pedine saranno una buona scelta.

Ma non si tratta solo di avere degli artefatti; se abbiamo carte come la Carica Ispirata in mano, allora vorremo scegliere le pedine.

Più che una questione di avere queste carte in mano, ci dobbiamo chiedere se le abbiamo nel mazzo!

Se sappiamo di avere nel mazzo una Carica Ispirata, anche se non l’abbiamo in mano, sceglieremo le pedine. Se la scelta è equilibrata, sappiamo che, a un certo punto, pescheremo quella Carica Ispirata e avere quelle pedine potrebbe fare una grande differenza!

Anche il contrario può essere valido. Se il nostro mazzo ha effetti che rinforzano singole creature, magari vorremo una creatura più grande su cui puntare. Ancor meglio, esiste una sottotematica di carte che offrono una ricompensa se controlliamo creature con segnalini +1/+1, quindi scegliere i segnalini può darci un grande vantaggio se peschiamo una carta come il Giudice Forgiacorazze.

Quando costruiamo il nostro mazzo, dobbiamo riflettere in generale su quanto desideriamo gli artefatti e le pedine oppure le dimensioni e i segnalini. Io voglio sempre sapere su quali elementi punta il mio mazzo, per poi valutare le necessità dello stato di gioco rispetto al piano predefinito.

3. Le carte dell’avversario

Oltre alle nostre carte, dobbiamo tenere in considerazione anche le carte del nostro avversario!

Un grande svantaggio della scelta dei segnalini sulla creatura è il fatto di concentrare tutta la nostra forza in un punto solo. Se il nostro avversario pesca una rimozione, perderemo la creatura e non avremo neanche le pedine. Ancor peggio se ha un rimbalzo: avremmo potuto ottenere molto più valore, se avessimo scelto le pedine!

Se il nostro avversario sta cercando di infliggerci danni, potrebbe metterci più in difficoltà in questo modo... come ho detto prima, se giochiamo in difesa, è meglio scegliere le pedine; la scelta delle pedine ci garantisce di avere qualcosa anche se il nostro avversario usa una rimozione e ci toglie la nostra creatura bloccante.

D’altra parte, immaginiamo di aver giocato la prima partita e di aver scoperto che il nostro avversario ha molti 2/2 a tre mana. In questo caso, giocare il nostro Artigiano Bracciolucente come 3/3 al terzo turno è un’ottima scelta!

Se il nostro avversario ha una rimozione globale che infligge danno a tutte le creature, è un motivo per non scegliere le pedine.

Quando giochiamo con il nostro avversario, dobbiamo sempre chiederci che azioni potrebbe compiere. Quando stiamo rimescolando per la partita successiva, dobbiamo pensare alle nostre scelte di fabbricare in base alle carte che abbiamo visto dal suo lato del tavolo.

4. Il blocco e la corsa al danno

Infine, l’ultimo elemento importante da considerare è il modo in cui potrebbero essere effettuati i blocchi e se abbiamo bisogno di pedine per un chump block.

Per prima cosa, se il nostro avversario ha una creatura non volante con costituzione pari a 1, la pedina è spesso una buona scelta. La pedina mette i bastoni tra le ruote di quella creatura, perché è una minaccia di scambio. In modo simile, se il nostro avversario ha creature con minacciare, la pedina è una creatura aggiuntiva che ci permette di bloccare (mentre giochiamo la prima partita, dobbiamo ricordarci ciò che gioca il nostro avversario, per effettuare scelte migliori nella seconda partita).

Un campo di battaglia pieno di creature tende a favorire chi gioca in difesa. Inoltre, a volte avremo semplicemente bisogno di tempo, per vincere la corsa al danno.

Ora, in generale, non consiglio i "chump block" (bloccare con le pedine solo per non subire danno) a meno che non ne abbiamo assolutamente bisogno. Fabbricare ci pone però in una posizione in cui possiamo guadagnare molto tempo.

Per esempio, se abbiamo una creatura 2/2 volante e il nostro avversario ha un Abile Automa 6/8, è un’ottima scelta puntare sulle pedine con i nostri Forgiaspade Eleganti. In questo modo possiamo bloccare per tre turni, mentre continuiamo a colpire in aria... senza considerare che potremmo attaccare anche con i Forgiaspade!

Fabbricare ci spinge a pensare agli sviluppi futuri e a pianificare con attenzione. Dobbiamo valutare come il combattimento si potrà sviluppare nei due o tre turni successivi e poi cercare di determinare se preferiamo le pedine o una creatura più grande.

Scegliete saggiamente

Come ci conviene fabbricare è una scelta che dovrete compiere molte volte nei prossimi mesi e mi auguro che questo articolo vi abbia offerto una buona linea guida da cui partire nei vostri ragionamenti.

Se volete scoprire di più su questo argomento o se avete domande, fatemelo sapere! Potete contattarmi su Twitter e Tumblr o mandarmi una mail a BeyondBasicsMagic@gmail.com.

Inoltre, dopo che avrete iniziato a giocare con Kaladesh, se avrete delle situazioni interessanti, mandatemele. Potrei utilizzarle in uno dei prossimi articoli!

Divertitevi a scoprire Kaladesh, ci rivediamo la prossima settimana!

Gavin
@GavinVerhey
GavInsight

Latest Beyond the Basics Articles

BEYOND THE BASICS

20 Luglio 2017

Il tocco della morte by, Gavin Verhey

Abbiamo fatto molta strada dal Basilisco dei Boschi. Il Basilisco dei Boschi, che fa parte della Limited Edition (Alpha), aveva una versione preliminare di tocco letale e per noi è una...

Learn More

BEYOND THE BASICS

13 Luglio 2017

Draftare le carte da sideboard by, Gavin Verhey

Quando sentiamo la parola "sideboard", probabilmente pensiamo ai mazzi da 60 carte. Pensiamo alle nottate dedicate alla scelta attenta di quelle precise quindici carte che possiamo aggiun...

Learn More

Articoli

Articoli

Beyond the Basics Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All