La ricetta per un gustoso set base

Posted in Making Magic on 8 Giugno 2020

By Mark Rosewater

Working in R&D since '95, Mark became Magic head designer in '03. His hobbies: spending time with family, writing about Magic in all mediums, and creating short bios.

La nostra storia ha avuto inizio anni fa, alla prima “hackathon” del team di Ricerca e Sviluppo. Una hackathon è un esercizio che svolgiamo noi del team di Ricerca e Sviluppo, che prevede una settimana lontani dalle nostre normali responsabilità, con lo scopo di concentrarci su un singolo compito per un’intera settimana. L’obiettivo della prima hackathon era individuare dei nuovi prodotti innovativi (ogni anno dedichiamo a questo tipo di prodotti un’espansione, per esempio Conspiracy, Planechase e le espansioni Un-). Il "vincitore" della hackathon sarebbe diventato il prodotto innovativo del 2019. Alla fine, è stato scelto un prodotto che avevamo proposto io e Ethan Fleischer, presentandolo come Spirale Temporale 2, un prodotto supplementare con un livello di complessità elevato, quindi orientato ai giocatori più esperti. Il nome scelto per quel prodotto è stato Modern Horizons. La storia di oggi non è però sul team di quella hackathon.

La storia di oggi è su un team di una hackathon diversa, guidato da Doug Beyer, che era più interessato a un modo per draftare più adatto ai nuovi giocatori. I formati Limited hanno sempre avuto un dilemma interessante. Non dover costruire un mazzo a casa è un vantaggio molto grande per un nuovo giocatore, che potrebbe sentirsi intimorito dalla complessa scelta delle 60 carte ideali per il suo mazzo, ma potrebbe essere altrettanto intimorito dalla difficoltà di costruire un mazzo da 40 carte partendo da un insieme di nuove carte mai viste prima. L’obiettivo del team di Doug era scoprire un modo per aiutare a giocare più rapidamente e più facilmente.

La grande idea di Doug, che ha proposto per primo l’iniziativa della hackathon, era un draft in cui i giocatori dovessero compiere solo poche scelte. La sua visione era di un draft in cui non si draftassero le singole carte, bensì gruppi di carte con una tematica in comune. Per esempio, una scelta tra non prendere nessun Goblin o avere un sacco di Goblin.

Uno degli aspetti di cui non parlo spesso è la tendenza che le persone hanno a considerare le idee con venerazione, trascurando purtroppo l’importanza della loro realizzazione pratica. Avere un’ottima idea è una cosa meravigliosa, ma senza la possibilità di metterla in pratica diventa inutile. Questa era la difficoltà che il team hackathon di Doug avrebbe dovuto superare. L’idea era ottima, ma trovare il modo per renderla fattibile sarebbe stato l’ostacolo più grande. Che cosa significa esattamente un "gruppo di carte"? Come si possono raggruppare? Che tipo di tematiche sono necessarie? Come si può produrre qualcosa di questo tipo e poi inserirla in una busta? Dopo una settimana di esplorazione, il team di Doug ha trovato una risposta, che però avrebbe richiesto una tecnologia di stampa e di impacchettamento che era ancora in nostro possesso. Alla fine della hackathon, il progetto di Doug è stato messo nel cassetto chiamato "idee che piacciono e che forse un giorno riusciremo a realizzare".

Facciamo un salto in avanti nel tempo, fino alla progettazione dell’idea del Set Base 2021. Doug aveva continuato ad armeggiare con il suo progetto, la cui realizzazione ideale era considerata in associazione a un set base. Jumpstart, che è il nome definitivo del prodotto, avrebbe avuto bisogno di un sacco di carte e molte di esse avrebbero avuto come origine un set base. Nel frattempo, Aaron Forsythe, responsabile della progettazione dell’idea dell'espansione, non vedeva l’ora di utilizzare questo set base per riportare alla ribalta un sacco di ristampe avvincenti e interessanti. Oltre a tutto questo, questa sarebbe stata la prima espansione a partecipare al Booster Fun, quindi avremmo dovuto trovare un modo per mettere insieme un qualcosa di appassionante che fosse adatto a un set base. Aaron e il suo team avevano un duro lavoro da svolgere.

La Base che conosciamo

Iniziamo scoprendo ciò che aveva a disposizione come punto di partenza il team di progettazione dell’idea.

Il modello era il Set Base 2020.

Ciò significa un paio di cose. Primo, non ci sarebbero state parole chiave non portanti. Per un lungo periodo, il set base era stato impostato in modo da riprendere una parola chiave ogni espansione, usanza che è stata abbandonata dopo il ritorno del set base dopo gli anni in cui non era stato prodotto. Secondo, avrebbe avuto una tematica leggera, molto probabilmente legata a un volto che avrebbe rappresentato l’espansione. Il Set Base 2020 aveva Chandra. Il Set Base 2021 avrebbe avuto bisogno di un Planeswalker diverso. Infine, l’espansione sarebbe stata un insieme di carte nuove e ristampate. Le nuove carte avrebbero avuto una narrativa individuale o sarebbero state organizzate in cicli con tematiche meccaniche collegate tra loro. Le ristampe avrebbero potuto essere qualsiasi carta che la progettazione avrebbe accettato di reinserire nel formato Standard. Questa era l'area che avrebbe attirato l'attenzione di Aaron.

Avrebbe lavorato funzionare insieme a Jumpstart.

Questa sarebbe stata la più grande difficoltà della progettazione. Avrebbe dovuto funzionare con un qualcosa che Magic non aveva mai avuto prima. Doug e i suoi vari team avevano risolto molti dei problemi, ma rimaneva ancora molto da sistemare e un aspetto chiave era come utilizzare il Set Base 2021 come strumento per risolvere il resto. Significa che i team di progettazione del Set Base 2021 (progettazione dell’idea e progettazione dell’espansione) avrebbero dovuto mettere insieme l’espansione in un modo che offrisse a Jumpstart molte delle carte di cui avrebbe avuto bisogno per funzionare.

Era necessario che fosse un elemento divertente per Booster Fun.

Sebbene fosse un normale set base, era cambiato qualcosa dall’ultima volta che ne avevamo realizzato uno. Il Trono di Eldraine aveva introdotto il Booster Fun (puoi leggere di più qui), una serie di strutture grafiche e di illustrazioni alternative a ogni espansione. Come tutte le espansioni, anche il Set Base 2021 avrebbe avuto carte Planeswalker senza bordo a rappresentare i Planeswalker con nuove illustrazioni che si estendono fino ai bordi della carta e struttura grafica con piena illustrazione, una selezione di rare e mitiche con illustrazioni estese fino al bordo della carta. (I Planeswalker senza bordo si trovano nelle buste, mentre le carte con piena illustrazione si trovano solo nelle Collector Booster.) Avrebbe avuto anche quelle che chiamiamo “showcase”, carte da esibizione, con una speciale struttura grafica e un’illustrazione su misura per l’espansione. Il Trono di Eldraine, per esempio, aveva le carte con lo stile di un libro di racconti. Un aspetto importante della realizzazione del Set Base 2021 sarebbe stato trovare idee affascinanti per queste carte speciali.

Aaron e successivamente Adam Prosak, responsabile della progettazione dell’espansione del Set Base 2021, avrebbero dovuto risolvere tutti questi problemi. Vediamo insieme come hanno fatto.

Prima mettiamo le ristampe

Aaron ha iniziato chiedendosi che aspetto avrebbe potuto avere questo set base. Aaron non aveva a disposizione ciò che invece avevano le espansioni principali, cioè un mondo e una tematica da cui partire, ma ha compreso che l’assenza di un mondo avrebbe potuto offrire alcuni vantaggi. Per esempio, le ristampe sono spesso complicate da inserire in un’espansione, perché gli elementi creativi e le tematiche meccaniche devono corrispondere a quelli del mondo. Un set base non presenta questo tipo di problema. Aaron era libero di inserire qualsiasi ristampa. Questo era quindi il suo punto di partenza, con la scelta di quali favolose carte ristampare. Quali esaltanti opere del passato di Magic avrebbe potuto aggiungere al formato Standard?

Aaron e il suo team di progettazione dell’idea (Doug Beyer, Mark Heggen e lui stesso) sono andati a caccia di idee tra le vecchie espansioni. Sono stati molto decisi nelle loro scelte. Per ognuna sono andati dal team di progettazione del gioco e hanno discusso dell’impatto che avrebbe avuto sul formato Standard. La palla passava poi ad Adam e al suo team di progettazione dell'espansione (Sam Stoddard, Yoni Skolnik, Corey Bowen, Donald Smith Jr., Andrew Brown e Ari Nieh).

Borderless UginVariant Grim Tutor

Due delle scelte più forti, Ugin, lo Spirito Drago e il Tutore Macabro, sono state passate dal team di progettazione dell’idea, ma il team di progettazione dell’espansione ha trovato varie altre ottime ristampe. (Sappiate che quelle che vi mostro oggi sono solo quelle di cui è già stata pubblicata l'anteprima. Nell’espansione troverete molti altri gioielli.)

Azusa, Lost but SeekingTormod's Crypt

Fierce EmpathRuned Halo

Aaron è anche stato molto contento che il set base avesse altre due importanti caratteristiche. La prima era la possibilità di una progettazione dall'idea ai dettagli che non fosse limitata a un contesto. Tutti i progettisti del Set Base 2021 sono stati invitati a realizzare carte affascinanti senza essere influenzati dalle altre carte in fase di creazione. La seconda era la possibilità da parte del team di Ricerca e Sviluppo di realizzare carte tenendo in considerazione il metagame. Era presente una tematica in un’espansione precedente che non aveva avuto abbastanza successo nel formato Standard? Il set base è perfetto per aggiungere un paio di carte a supporto di una specifica tematica. In particolare, è divertente supportare tematiche che escono dal formato all’arrivo di Rinascita di Zendikar, dato che possiamo agire in modo un po’ più deciso. Il team di progettazione dell’idea di Aaron e successivamente il team di progettazione dell'espansione di Adam erano pronti a darsi da fare per servire entrambe queste caratteristiche.

Poi un pizzico di Jumpstart

Per comprendere i bisogni di Jumpstart nel Set Base 2021, dobbiamo per prima cosa capire che cosa è Jumpstart. Ogni busta Jumpstart contiene 20 carte. Le carte sono di solito di un colore solo, con la percentuale appropriata di terre base, e hanno una tematica comune. Si trovano all’interno di un imballo trasparente all’interno della busta e hanno una carta visibile (non una carta di Magic) che identifica la tematica. L’idea è poter prendere due buste e combinarle per costruire un mazzo da 40 carte giocabile. Un altro modo per giocare Jumpstart è aprire due buste per ogni giocatore e draftare i gruppi di carte, potendo conoscere la tematica di ogni gruppo. (Il tipo di draft consigliato è lo “snake draft”, in cui ognuno drafta un gruppo, poi l’ultimo a draftare sceglie un secondo gruppo e il draft continua in direzione inversa.)

Ciò significa che Jumpstart aveva bisogno di tematiche. Molte tematiche. Jumpstart possiede 121 gruppi diversi di carte che si possono trovare nelle buste e molti di questi gruppi hanno anche diverse configurazioni. (Alcune tematiche sono presenti in buste diverse con gruppi diversi di carte.) Il team di progettazione di Jumpstart ha lavorato per determinare quali tematiche fossero disponibili, collaborando con i team di progettazione del Set Base 2021 poiché molte delle carte che avrebbero utilizzato avrebbero dovuto essere presenti nel Set Base 2021.

Vi spiego come tutto ha funzionato. Il team di progettazione di Jumpstart diceva al team di progettazione del Set Base 2021 "Vogliamo realizzare un gruppo di carte con la tematica felini. Quanti felini avete e di che colori fanno parte?". Il team di M21 rispondeva qualcosa come "Abbiamo quattro felini nel verde, uno nel bianco che crea pedine felino e una terra che ha un effetto sui felini". Il team di Jumpstart controllava le ristampe disponibili (oltre a poter progettare alcune nuove carte) e decideva se realizzare oppure no un gruppo di carte a tematica felini. In caso negativo, tornava dal team di progettazione dell’espansione del Set Base 2021 e diceva "Ci mancano due felini. Potete aggiungerne qualcuno nel verde?"

Questo tipo di discorso non avveniva solo per una tematica; avveniva per un sacco di tematiche contemporaneamente. Ogni volta che il team di progettazione dell’espansione effettuava un cambiamento, doveva consultare il team di Jumpstart per essere sicuri di non causare alcun problema. Alla fine, il Set Base 2021 ha 120 carte in comune con Jumpstart. Tutte queste carte hanno il simbolo di espansione Set Base 2021 e sono utilizzabili nel formato Standard.

Aggiungiamo una gustosa cornice

Quali carte utilizzare come esibizione era un altro problema da risolvere per i team di progettazione del Set Base 2021 (insieme al team artistico dell’espansione). Il punto chiave era come realizzare un qualcosa che funzionasse bene in un set base. Quali sono i punti chiave di un set base? Mentre questo problema veniva risolto, ne è venuto fuori un altro. Il Set Base 2019 aveva Nicol Bolas come personaggio rappresentativo. Il Set Base 2020 aveva Chandra. Chi sarebbe stato il volto rappresentativo del Set Base 2021? Doveva per forza essere un Planeswalker, ma quale?

Dopo un buon numero di discussioni al nostro interno, è stato scelto Teferi. Si era unito ai Guardiani durante la storia di Nicol Bolas e abbiamo pensato che fosse giunto il momento di metterlo in evidenza in modo degno. Il team di progettazione dell’espansione del Set Base 2021 ha deciso per un tocco un po’ più leggero con Teferi. Diversamente da Chandra, che aveva avuto ben tre carte Planeswalker nel Set Base 2020, è stato deciso che Teferi ne avrebbe avuta una sola. (Sono disponibili molte altre varianti per i collezionisti.) Poi si sono chiesti chi fossero i personaggi con cui Teferi aveva avuto a che fare, per scegliere le creature leggendarie dell’espansione. Per esempio, vedrete che una persona con un legame speciale con Teferi avrà una carta creatura leggendaria per la prima volta nel Set Base 2021.

Il set base ha sempre un ciclo di Planeswalker monocolore (insomma, da quando esistono le carte Planeswalker), quindi Teferi doveva essere il Planeswalker blu. (Teferi, come personaggio, è bianco-blu, principalmente blu, dato che la sua magia è la magia temporale, che è blu.) La discussione è poi continuata riguardo agli altri Planeswalker. Rosso e nero erano abbastanza ovvi, dato che il set base tende a utilizzare i Planeswalker più conosciuti. Mi riferisco a Chandra e Liliana. Il verde aveva diverse possibilità. La scelta era tra Vivien, Nissa e Garruk. Vivien era appena stata inserita in Ikoria e avevamo altri piani per Nissa, quindi è stato scelto Garruk. Fortunatamente, la sua maledizione era appena stata rimossa in Il Trono di Eldraine, quindi era di nuovo monoverde. Ci è quindi sembrato opportuno riportare Garruk nel set base.

Infine, il bianco. Avevamo diverse opzioni (Ajani, Elspeth, ecc.), ma abbiamo pensato che sarebbe stato il momento giusto per introdurre un nuovo Planeswalker bianco. Qualcuno in grado di colmare il vuoto lasciato dalla morte di Gideon. Questo nuovo Planeswalker, che si chiama Basri Ket, fa proprio parte della mia anteprima di oggi. Se volete scoprire di più su questo nuovo Planeswalker, abbiamo un articolo proprio dedicato a lui, con la sua (affascinante) storia. Potete leggerlo qui.

Poiché i Planeswalker sono una grande parte di ogni set base, il team di progettazione dell'espansione del Set Base 2021 ha deciso di realizzare qualcosa di speciale. Hanno progettato un ciclo verticale. Vuol dire che hanno realizzato un Planeswalker mitico, una magia rara, una magia non comune e una magia comune con due aspetti in comune. Per prima cosa, la tematica è quella del Planeswalker, nel senso che sono magie che il Planeswalker lancerebbe. Inoltre, sono meccanicamente collegate, in quanto è più conveniente giocarle insieme. La mia anteprima di oggi è quindi Basri Ket con tutto il suo ciclo verticale di magie.

Clicca qui per visualizzarle.

Basri KetBasri's Lieutenant

Basri's SolidarityBasri's Acolyte

Come potete vedere, Basri ha una tematica che si basa sui segnalini +1/+1, presente in tutte le sue magie.

Quando si risolve un problema, spesso se ne risolvono altri contemporaneamente. Una volta realizzati i cicli verticali per i Planeswalker, il team di progettazione dell'espansione e il team artistico hanno compreso di avere a disposizione un punto di partenza per costruirci intorno le carte da esibizione. Questo è ciò che hanno fatto. Per ognuna delle cinque carte Planeswalker monocolore, hanno realizzato una struttura grafica esclusiva che catturasse l’essenza del personaggio e della sua magia. Poi hanno preso le quattro carte del ciclo verticale e la relativa terra base e ne hanno fatto le versioni speciali. Questo è il risultato per Basri:

Clicca per visualizzare.

Showcase Basri KetShowcase Basri's Lieutenant

Showcase Basri's SolidarityShowcase Basri's AcolyteShowcase Plains

Vi abbiamo già rivelato alcuni degli altri cicli verticali dei Planeswalker; ora mettiamoli vicini e vediamo le differenze tra le strutture grafiche.

Clicca qui per visualizzarle.

Showcase TeferiShowcase LilianaShowcase Ugin

Noterete che Ugin ha la cornice speciale. Dato che è una carta Planeswalker dell'espansione, ci è sembrato giusto trattarlo come gli altri. Diversamente dagli altri cinque Planeswalker, non ha però un ciclo verticale.

Set Base in tavola!

Questo è tutto per oggi. Ci rivediamo la prossima settimana, con altri gioielli del Set Base 2021. Mi auguro che l'articolo di oggi vi sia piaciuto. Come sempre, se avete opinioni sull'articolo, potete mandarmi una mail o contattarmi attraverso uno dei miei social media (Twitter, Tumblr, Instagram, e TikTok).

Ci rivediamo la prossima settimana con un altro articolo sul Set Base 2021.

Nel frattempo, che vi venga voglia di giocare con alcune delle carte che vi ho mostrato oggi.

Latest Making Magic Articles

MAKING MAGIC

18 Gennaio 2021

L'alba di un mondo vichingo, parte 2 by, Mark Rosewater

La scorsa settimana, ho iniziato a raccontarvi la storia della progettazione di Kaldheim. Ho impostato il racconto in modo da suddividerlo negli otto argomenti che abbiamo definito durant...

Learn More

MAKING MAGIC

11 Gennaio 2021

L'alba di un mondo vichingo, parte 1 by, Mark Rosewater

Benvenuti al mio primo articolo di anteprima di Kaldheim. Nell’articolo di oggi e nella seconda parte della prossima settimana vi racconterò la storia della progettazione e vi farò vedere...

Learn More

Articoli

Articoli

Making Magic Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All