Il percorso verso l’approvazione

Posted in Making Magic on 16 Maggio 2016

By Mark Rosewater

Working in R&D since '95, Mark became Magic head designer in '03. His hobbies: spending time with family, writing about Magic in all mediums, and creating short bios.

Nell’agosto del 2014 ho scritto un articolo intitolato “La metamorfosi”, nel quale ho illustrato per la prima volta la nostra transizione verso il modello a due blocchi l’anno, contenenti ognuno un’espansione grande e una piccola. Nell’articolo ho anche annunciato che non avremmo più prodotto Set Base. In molti erano curiosi di sapere come avremmo insegnato a giocare ai principianti senza un Set Base che li avvicinasse al gioco. Ho detto che, non appena avessimo avuto informazioni sul metodo alternativo, le avrei diffuse prontamente. Quel giorno è arrivato.

Familiarizzazione graduale

Inizierò illustrando la nostra filosofia di “familiarizzazione graduale” con il gioco. L’idea è quella di creare un percorso, affinché le persone che non conoscono per niente Magic possano avvicinarsi al gioco e in seguito acquisire una familiarità sempre maggiore tramite una serie di prodotti. Per usare una metafora, basta pensare alle piscine a spiaggia, ovvero quelle piscine che presentano un pavimento inclinato, in cui si può entrare senza una scaletta di accesso. Emulano il lido dei laghi e dei mari.

L’idea è semplice: vicino al bordo l’acqua è bassa e diventa sempre più profonda. Si può avanzare lentamente con il proprio ritmo. Si arriverà a un punto in cui l’acqua è profonda, ma solo quando ci si sente a proprio agio e si è scelto di spingersi così lontano.

Quando abbiamo riesaminato la nostra “rampa di accesso”, abbiamo riscontrato che presentava un’enorme lacuna. Per tornare alla metafora della piscina a spiaggia, i giocatori entravano, ma l’altezza dell’acqua passava bruscamente da 30 centimetri a 1 metro. Il passaggio non era graduale e i giocatori erano un po’ intimiditi.

Diamo un’occhiata alla nostra linea di prodotti attuale per illustrare la lacuna che stiamo cercando di colmare.

Primo prodotto: sample deck e/o Magic Duels

I sample deck sono mazzi monocolore da 30 carte incentrati su un planeswalker. Vengono distribuiti gratuitamente (in genere presso i negozi, ma anche nel corso di alcuni eventi) e sono pensati per offrire una prima semplice esperienza di gioco. Ogni mazzo è a tema e contiene carte comuni, carte non comuni e una carta rara (in genere divertente e a forte impatto visivo, ma non troppo utilizzata nei tornei, per non attirare l’attenzione dei giocatori più esperti). Le carte contenute nei mazzi sono legali nel formato Standard ed è possibile unire due sample deck qualsiasi per creare un mazzo legale nei tornei Standard.

Magic Duels è una versione digitale di Magic disponibile per diverse piattaforme (Xbox, iOS e Steam su PC). Include un tutorial e varie avventure in modalità Campagna, e consente di costruire un mazzo personalizzato per giocare contro il computer o altri giocatori. Sono disponibili il gioco base e add-on per varie espansioni.

Questi due prodotti sono indicati per le prime esperienze di gioco per una serie di motivi:

  1. sono entrambi gratuiti. Vogliamo che i nuovi giocatori possano provare il gioco senza spendere un centesimo.
  2. Offrono un’esperienza di gioco semplificata. Sia i sample deck, sia la parte introduttiva di Magic Duels hanno lo scopo di introdurre i giocatori al gioco senza imporre la complessità della versione completa.
  3. Entrambi colgono lo spirito del gioco. I sample deck e Magic Duels sono stati pensati per far entrare il giocatore nello spirito del gioco. Ruotano entrambi attorno alla figura del planeswalker come punto focale di partenza.
  4. Consentono ai principianti di imparare a giocare. I sample deck sono pensati per essere distribuiti in luoghi in cui siano presenti persone in carne e ossa in grado di insegnare ai nuovi giocatori. In Magic Duels è incorporato un “insegnante”. Le persone esperte e l’IA di alto livello si sono rivelate il miglior metodo per insegnare ai principianti come giocare.

Secondo prodotto: ???

Questa era la lacuna da colmare. Lo slot in precedenza era riservato ai Set Base, ma abbiamo scoperto che le buste dal contenuto casuale offrivano esperienze assai diverse tra loro. La focalizzazione su determinati elementi semplifica l’introduzione al gioco e i Set Base non eccellevano in quest’area.

Terzo prodotto: Deck builder’s Toolkit

Una volta che i giocatori hanno acquisito familiarità con le nozioni di base, a nostro parere il miglior modo di aiutarli nella costruzione dei mazzi consiste nel fornire loro l’accesso a diverse carte. E qui entra in gioco il Deck builder’s Toolkit. Offre ai giocatori un numero abbastanza elevato di carte (285 in totale, la maggior parte sfuse e alcune incluse in buste di recente commercializzazione) oltre ad alcuni temi per i mazzi che fungono da aiuto nelle fasi iniziali. Da notare che la costruzione dei mazzi avviene solo con il terzo prodotto della linea, poiché rappresenta uno degli aspetti più complicati del gioco.

Quarto prodotto: buste delle espansioni

Infine giunge il momento di presentare ai giocatori la quintessenza del gioco: le buste delle espansioni. Rappresentano il fulcro di Magic, verso il quale i nuovi giocatori verranno attirati da altri giocatori più esperti, poiché si tratta della componente più entusiasmante.

Colmare la lacuna

Innanzitutto abbiamo cercato di identificare gli obiettivi del prodotto mancante.

  • Deve essere precostruito

La costruzione di mazzi è una componente divertente di Magic, tuttavia è una complicazione aggiuntiva e non volevamo che i giocatori se ne preoccupassero fino a uno stadio successivo. Volevamo che il secondo prodotto fosse precostruito e pronto per l’utilizzo immediato.

  • Deve avere una tematica comune

Come ho detto in precedenza, volevamo che i primi prodotti fossero incentrati su un tema comune. Ciò significa che dovevamo esaminare la tematica dei primi prodotti e garantire una certa omogeneità. Sia i sample deck, sia Magic Duels erano fortemente incentrati sui Planeswalker, pertanto abbiamo iniziato da lì.

  • Deve essere uno strumento di transizione idoneo

Da un lato, c’erano prodotti che offrivano un’esperienza di gioco davvero semplice. Dall’altro, invece, c’era un prodotto che consentiva di costruire un mazzo personalizzato. Perciò l’anello mancante doveva essere una via di mezzo. Il mazzo è già stato costruito, però imparare a sfruttarlo al massimo richiede un po’ di impegno.

  • Deve appartenere a una linea di prodotti più ampia

Un altro problema che si presentava per i Set Base era che si trattava di qualcosa di diverso dagli altri componenti di Magic. I nuovi giocatori in genere si affidano ai giocatori abituali, che si focalizzano sull’espansione attuale. Questo prodotto non poteva essere considerato come un componente a parte, doveva essere parte integrante dell’attuale mondo di Magic.

  • Deve essere entusiasmante

Non volevamo che i giocatori abituali si sentissero obbligati ad acquistare il prodotto, ma volevamo anche evitare che lo ignorassero completamente. Doveva essere abbastanza interessante da attirare l’attenzione dei giocatori abituali senza spingerli ad acquistarlo a tutti i costi.

Sono un sacco di requisiti, ma eravamo determinati a trovare una soluzione in grado di soddisfarli. Posso affermare con soddisfazione che ce l’abbiamo fatta. Quindi, è giunto il momento di presentare il nuovo prodotto che sostituirà gli intro pack e di illustrarne il contenuto e l’ideazione.

Ecco come funzionerà d’ora in poi: a ogni espansione corrisponderanno due mazzi Planeswalker, incentrati su due Planeswalker diversi. Tali Planeswalker saranno personaggi cruciali per il blocco. Ogni mazzo Planeswalker sarà un mazzo da 60 carte precostruito, fornito con due buste del blocco. I mazzi Planeswalker saranno disponibili nelle undici lingue di Magic.

I mazzi si riallacceranno alla tematica della meccanica del blocco, la maggior parte delle volte tramite l’utilizzo di una nuova parola chiave. Nella maggior parte dei casi, i mazzi saranno a due colori, anche se il Planeswalker è monocolore. Ci riserviamo comunque la facoltà di cambiare questa “regola” se riteniamo che un mazzo Planeswalker specifico debba essere diverso.

L’altra differenza sostanziale dei mazzi Planeswalker è che ognuno di essi conterrà cinque carte non disponibili nell’espansione ma connesse al blocco in termini di legalità nel formato Standard. Ciò significa che i mazzi Planeswalker saranno giocabili negli eventi Standard. Ecco cosa conterranno:

  • 1 copia di una carta planeswalker rara mitica

Ogni mazzo Planeswalker conterrà una carta planeswalker inedita, ovviamente del Planeswalker sul quale è incentrato il mazzo. Queste carte sono pensate per essere divertenti e nello spirito del gioco, ma non fondamentali per i tornei. I mazzi Planeswalker hanno lo scopo di risultare interessanti per i nuovi giocatori, per i quali avranno un effetto enorme in termini di gioco, ma non vogliamo che i giocatori abituali si sentano obbligati ad acquistarli. In linea di principio, i planeswalker saranno costosi da lanciare e avranno un forte impatto. Il mazzo conterrà una copia della carta, con un’illustrazione che richiama il mondo correlato.

Il nostro team di ricerca e sviluppo ha discusso a lungo sul fatto che i mazzi dovessero contenere planeswalker e alla fine è giunto alla conclusione che non potevano essere incentrati sui Planeswalker senza contenerne almeno uno. Il ruolo centrale dei Planeswalker era davvero importante per noi. In seguito, abbiamo discusso ancora più a lungo su quale aspetto i planeswalker dovessero assumere. Quante abilità di fedeltà dovevano possedere? Il ventaglio di proposte andava da tre a zero. Alla fine abbiamo deciso che dovevano funzionare in modo analogo a tutti gli altri planeswalker, ma che sarebbero stati appositamente pensati per un pubblico di giocatori alle prime armi.

  • 2 copie di una magia rara che produce un effetto e permette di cercare il planeswalker specifico nel mazzo

Per noi era importante che il mazzo contenesse un planeswalker, ma volevamo che fosse una rara mitica, quindi ogni mazzo poteva contenerne solo uno. Era possibile fare in modo che il planeswalker avesse un grande impatto, se il mazzo ne conteneva solo uno? La carta rara rappresentava la soluzione al nostro problema. La carta rara in genere costa un mana in meno rispetto al planeswalker (per agevolare la progressione verso di esso) e ha un effetto tematico correlato. Inoltre, permette di passare in rassegna il grimorio o il cimitero in cerca del planeswalker specifico, che può quindi essere aggiunto alla mano. (Si potrà cercare solo la versione del planeswalker fornita con il mazzo Planeswalker, non una versione qualsiasi. Consentire l’utilizzo di tutte le versioni avrebbe avuto un impatto enorme a livello di sviluppo.) Ciò consentirà al giocatore di avere virtualmente tre copie del planeswalker, incrementando le probabilità che quest’ultimo venga giocato. Il mazzo conterrà due copie della carta, la cui illustrazione sarà correlata al Planeswalker.

  • 3 copie di un permanente non comune potenziato dalla presenza del planeswalker sul campo di battaglia

La carta non comune è un permanente che viene migliorato se il planeswalker correlato si trova sul campo di battaglia. Da notare che, a differenza della magia rara, la carta non comune verifica la presenza di qualsiasi versione del planeswalker, non solo di quella contenuta nel mazzo Planeswalker. La carta avrà una tematica correlata al Planeswalker del mazzo in termini di nome e illustrazione. Il mazzo conterrà tre copie della carta.

  • 4 copie di una carta comune che richiama il Planeswalker

Le carte comuni hanno un importante effetto di base, che con tutta probabilità il Planeswalker utilizzerebbe spesso, con un’illustrazione che mostra il personaggio nell’atto di lanciarlo. Il mazzo conterrà quattro copie della carta.

  • 4 copie di una terra doppia comune appropriata

In Giuramento dei Guardiani e Ombre su Innistrad è stato introdotto un ciclo di dieci terre doppie che entrano nel campo di battaglia TAPpate. La nostra intenzione è quella di assicurarci che il ciclo di dieci carte resti legale nel formato Standard, affinché i giocatori con un budget più limitato possano sempre utilizzarle. Per i mazzi Planeswalker, abbiamo pensato di includere una terra doppia che entra nel campo di battaglia TAPpata con gli stessi colori del mazzo. La carta avrà un’illustrazione nuova di zecca ispirata al mondo del blocco. Saranno incluse quattro copie della carta.

Ciò significa che il mazzo Planeswalker da 60 carte conterrà quattro carte con una meccanica esclusiva, per un totale di dieci esemplari (uno della carta rara mitica, due della carta rara, tre della carta non comune e quattro della carta comune). Ci saranno quattordici carte con una nuova illustrazione (le dieci carte sopra elencate più le quattro copie della terra doppia). Tutte le altre carte verranno prese dall’espansione di grandi dimensioni, se il mazzo Planeswalker è legato a tale espansione, e dall’intero blocco, se il mazzo Planeswalker è legato all’espansione piccola. Le illustrazioni di tutte le altre carte saranno le stesse già utilizzate per il blocco.

I mazzi Planeswalker verranno presentati in anteprima con Kaladesh, l’espansione autunnale di quest’anno, e sostituiranno gli intro pack. Ho avuto l’opportunità di vedere i primi due mazzi e credo che i giocatori alle prime armi non avranno proprio di che lamentarsi.

Un’ultima cosa prima di cambiare argomento: la composizione sopra descritta si rifà alla nostra attuale filosofia su come utilizzare le nuove carte nel prodotto. Quando i mazzi Planeswalker inizieranno a essere utilizzati per il gioco e riceveremo il feedback dei giocatori, le cose potrebbero cambiare.

Non è finita qui…

C’è un altro cambiamento in arrivo con Kaladesh di cui volevo parlare. Stiamo rinnovando i Fat Pack e volevo passare in rassegna le modifiche. Innanzitutto, abbiamo deciso di cambiare il nome. “Fat Pack”, infatti, è un po’ troppo generico, quindi d’ora in poi abbiamo pensato di usare il nome “Bundle [nome espansione]”. Pertanto, insieme all’espansione autunnale, creeremo il Bundle Kaladesh.

Ecco cosa conterrà il prodotto:

  • 1 confezione

I Bundle verranno forniti in una confezione decorativa riutilizzabile. Per la confezione verranno utilizzate le illustrazioni più importanti dell’espansione.

  • 1 pacchetto terre da 80 carte

Saranno incluse sedici copie di ogni terra base, tutte provenienti dal blocco che dà il nome al prodotto.

  • 10 buste

Il Bundle includerà dieci buste dell’espansione che dà il nome al prodotto.

  • 1 guida del giocatore

Il Bundle includerà una guida del giocatore dell’espansione che dà il nome al prodotto.

  • 1 segnapunti vita Spindown

Il Bundle includerà un segnapunti vita Spindown dell’espansione che dà il nome al prodotto. Ogni Bundle conterrà un solo segnapunti vita Spindown, ma ci saranno cinque diverse versioni per ogni espansione.

  • 1 foglio riassuntivo delle regole

La nostra intenzione non è quella di far acquistare il Bundle ai nuovi giocatori, ma sappiamo che molti di loro lo compreranno comunque. Il foglio riassuntivo delle regole fornisce loro informazioni per avvicinarli a Magic Duels, che contiene un utile tutorial per agevolare l’apprendimento.

Il primo Bundle verrà distribuito in concomitanza con Kaladesh quest’autunno.

I nuovi prodotti non devono sostituire quelli precedenti

Il mio obiettivo oggi era quello di presentare i mazzi Planeswalker (e il nuovo Bundle) e spiegare perché abbiamo deciso di strutturarli in un determinato modo. Mi piacerebbe davvero sapere cosa pensate dei nuovi prodotti e anche di questo articolo. Potete inviarmi un’e-mail o contattarmi attraverso i miei account dei social network (Twitter, Tumblr, Google+ e Instagram).

Vi aspettiamo la prossima settimana, quando parleremo di Eternal Masters.

Fino ad allora, vi auguro di riuscire a trovare nuovi giocatori a cui presentare il nostro nuovo sistema.


“Drive to Work #330—Storm Scale”

In questo podcast illustro che cos’è la “Scala Tempesta” e come aiuterà a capire quali meccaniche hanno la maggiore probabilità di essere riproposte nelle espansioni legali in formato Standard.

“Drive to Work #331—Storm Scale: Khans of Tarkir

In questo podcast, tutte le meccaniche del blocco I Khan di Tarkir vengono prese in esame e inserite nella “Scala Tempesta”.

Latest Making Magic Articles

MAKING MAGIC

17 Luglio 2017

Informazioni sulla rovina, parte 3 by, Mark Rosewater

Le ultime due settimane (parte 1 e parte 2), vi ho raccontato alcune storie sulla progettazione delle singole carte di L’Era della Rovina. Ne ho avute proprio tante, quindi ho bisogno di ...

Learn More

MAKING MAGIC

10 Luglio 2017

Informazioni sulla rovina, parte 2 by, Mark Rosewater

La scorsa settimana ho iniziato a raccontarvi le storie della progettazione delle singole carte di L'Era della Rovina. Ho molte altre storie per voi, quindi iniziamo subito. Aviano Intre...

Learn More

Articoli

Articoli

Making Magic Archive

Desideri maggiori informazioni? Esplora gli archivi e naviga tra migliaia di articoli su Magic a cura dei tuoi autori preferiti.

See All

Su questo sito sono utilizzati cookie per personalizzare contenuti e pubblicità, fornire funzionalità relative ai social media e analizzare il traffico internet. Cliccando su SÌ, acconsenti a tale utilizzo. (Learn more about cookies)

No, I want to find out more